Redazionali Ondarossa http://www.ondarossa.info/feed 87.9FM a Roma e provincia it Movimenti per l'abitare bloccano la sede dell'ANCI http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/movimenti-labitare-bloccano-sede <div class="audio"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/ror-200715_1159-1204-Casa/ror-200715_1159-1204-Casa.ogg" title="Link diretto per ascoltare Movimenti per il diritto all&#039;abitare"> Movimenti per il diritto all&#039;abitare </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H4M54S"> 4m 54s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> </div> <p>Questa mattina i movimenti per il diritto all'abitare hanno bloccato la sede dell'ANCI (associazione nazionale comuni italiani) ad un anno dallo sgombero di Cardinal Capranica a Primavalle. Uno sgombero che vide un imponente spiegamento di polizia per lasciare per strada 78 nuclei familiari che non hanno ricevuto nessuna soluzione alternativa dignitosa. i movimenti ad un anno da questa data hanno voluto ricordare cosa successe a Primavalle, mentre si parla di nuovo di possibilità di sgombero per l'occupazione di caravaggio. Inoltre i movimenti hanno scelto di attaccare i comuni perché assenti come istituzione nell'intervenire sulle problematiche della casa e nella gestione dei vari buoni legati all'emergenza Covid, come i buoni affitto e i buoni spesa.</p> Wed, 15 Jul 2020 12:00:00 +0200 ondarossa@ondarossa.info http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/movimenti-labitare-bloccano-sede Lavoratori delle campagne in sciopero contro la falsa sanatoria http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/lavoratori-campagne-sciopero-contro <div class="audio"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/ror-200715_1116-1126-ReggioCalabria/ror-200715_1129-1136-Foggia.ogg" title="Link diretto per ascoltare Foggia"> Foggia </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H6M54S"> 6m 54s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> , <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/ror-200715_1116-1126-ReggioCalabria/ror-200715_1116-1126-ReggioCalabria.ogg" title="Link diretto per ascoltare Reggio calabria"> Reggio calabria </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H10M6S"> 10m 6s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> </div> <p>Questa mattina, 15 Luglio, si sono tenute scioperi e mobilitazioni a Foggia sotto la sede di Coldiretti e a Reggio Calabria sotto la prefettura organizzate dai lavoratori delle campagne per protestare contro la sanatoria fatta dal Governo, che non risolve la situazione rispetto a documenti, regolarizzazione del lavoro e di conseguenza relativa alla casa che vivono i migliaia di lavoratori che raccolgono frutta e pomodori nelle campagne italiane. Le forze dell'ordine sono intervenute in entrambe le mobilitazioni in maniera preventiva intimidendo i lavoratori o fermando le macchine di chi cercava di partecipare alla mobilitazione. Vi riportiamo due corrispondenze dalle due piazze.</p> <p> </p> Wed, 15 Jul 2020 11:45:00 +0200 ondarossa@ondarossa.info http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/lavoratori-campagne-sciopero-contro USA: Covid19 nel carcere di San Quintino http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/usa-covid19-nel-carcere-san-quintino <div class="audio"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/usa-carceri/usa%20carceri.mp4" title="Link diretto per ascoltare "> usa%20carceri </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H6M3S"> 6m 3s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> </div> <p dir="ltr"><span>San Quintino</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>La situazione nel carcere californiano di San Quintino sta velocemente deteriorando. La scorsa settimana abbiamo raccontato di come il virus fosse arrivato all’interno del carcere in seguito alla sciagurata decisione di trasferire 121 detenuti proveniente da un’altro carcere dove il virus era gia’ presente.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Nel giro di pochi giorni il numero di detenuti risultati positivi al virus era salito a piu’ di 300. Questa settimana il numero e’ schizzato a piu’ di mille, 1300 per la precisione con almeno 7 detenuti  gia’ deceduti. Secondo informazioni provenienti dall’interno del carcere, le autorità hanno deciso di installare delle tende da campo nel cortile interno per ospitare i detenuti più malati. </span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Al momento almeno 20 detenuti hanno iniziato uno sciopero della fame per denunciare le criminali condizioni in cui sono costretti a vivere quest’emergenza. Gia’ ad inizio giugno uno studio pubblicato dal Dipartimento di Salute Pubblica dell'Università di Berkeley aveva dichiarato che per evitare le drammatiche conseguenze del virus nel carcere californiano, il numero di persone detenute doveva essere ridotto almeno del 50%.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Eppure solamente ora le autorita’ hanno rilasciato un comunicato in cui affermano di essere impegnati a sviluppare un piano per il rilascio di tutti i detenuti con una pena da scontare inferiore ai 180 giorni e dei detenuti piu’ a rischio. Misure che gli attivisti avevano proposto mesi fa proprio per evitare quello che purtroppo sta succedendo oggi. </span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Nonostante la forte mobilitazione avvenuta anche al di fuori del carcere, sino ad oggi nessun leader del partito Democratico californiano, compreso il Governatore, si e’ recato a San Quintino per valutare la situazione.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Budgets</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>La scorsa settimana si sono votati  i budget cittadini per il prossimo anno fiscale. In alcune città, come per esempio in Minneapolis, il voto e’ stato posticipato di alcune settimane proprio a cause delle manifestazioni che le hanno attraversate.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Le autorita’ cittadine erano sotto pressione. Da una parte dovevano fare i conti con le perdite dovute ai lockdown indetti per contenere la diffusione del viru. Dall’altra c’erano le richieste dei manifestanti di dare un taglio netto ai bilanci dei vari dipartimenti di polizia. </span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Come molti attivisti temevano alla vigilia dei voti, i tagli alla fine sono stati limitati e spesso illusori. Prendiamo per esempio la decisione della citta’ di New York di tagliare un miliardo di dollari dal budget della polizia.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Cominciamo col dire che il dipartimento di polizia di New York e’ il piu’ costoso dipartimento degli Stati Uniti con un budget complessivo di almeno 11 miliardi di dollari. Questo e’ il risultato dei costanti aumenti di bilancio votati dalle varie giunte cittadine negli ultimi cinque anni. Dal 2015 ad oggi, infatti, la polizia ha visto il suo budget crescere del ben 18%. Un aumento inspiegabile considerando che la popolazione e’ rimasta praticamente costante e il numero di crimini commessi e’ continuato a scendere. Nonostante questo, ad oggi la citta’ di New York ha un poliziotto ogni 160 abitanti.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Questi numeri testimoniano come la citta’ abbia subito negli ultimi dieci anni una forte militarizzazione che si e’ concentra soprattutto nei quartieri poveri e di colore. Non e’ un caso allora che delle quasi 130 mila citazioni fatte dalla polizia newyorkese l’anno scorso, ben l’85% e’ stata fatta per infrazioni commesse da persone di colore.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>I tagli varati dalla giunta bloccheranno l’assunzione di poco piu’ di mille nuovi poliziotti e ridurranno i fondi disponibili per pagare gli straordinari. E’ da notare che ques’ultima voce tende sempre ad essere superiore a quella preventivata all’inizio dell’anno fiscale e quindi la riduzione e’ puramente simbolica.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Altri 350 milioni dollari preventivamente stanziati per pagare i poliziotti addetti alla sicurezza delle scuole sono stati semplicemente aggiunti al bilancio del dipartimento dell'educazione, ma non e’ chiaro se quei soldi saranno investiti in un programma alternativo o se invece quei soldi alla fine saranno comunque torneranno nelle casse del dipartimento di polizia.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Che questo nuovo bilancio non avrebbe soddisfatto le richieste dei manifestanti era facile da capire considerando che, come ha ammesso lo stesso sindaco De Blasio, i tagli al budget della polizia sono stati proposti dalla polizia stessa. </span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Critiche sono state mosse anche nei confronti del bilancio appena votato a Los Angeles. Anche in questo caso i tagli al dipartimento di polizia sono stati minimi (solo l’8%) e si concentrano soprattutto sui fondi messi da parte per pagare eventuali straordinari. Come abbiamo gia’ detto per il caso di New York, questo tipo di tagli non garantisce che quei soldi finiscano comunque nelle tasche del dipartimento.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>L’unica buona notizia che arriva dalla città californiana e’ che il numero di poliziotti scenderà per la prima volta dal 2013 sotto le 10mila unità.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>La destra continua ad attaccare i manifestanti</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Intanto continuano gli attacchi alle manifestazioni in supporto al movimento del Black Lives Matter. Sabato notte a Seattle, un 27enne ha investito due manifestanti durante un blocco dell’autostrada che attraversa la città. Secondo le prime ricostruzioni, il giovane avrebbe preso l’autostrada contromano proprio per aggirare i blocchi che la polizia aveva istituito alle rampe di ingresso per proteggere i manifestanti e avrebbe aggirato le tre macchine che i manifestanti avevano messo per bloccare il traffico. Durante la notte, una delle due donne ferite nell’attacco, la 24enne Summer Taylor e’ morta mentre la 32enne Diaz Love e’ ancora ricoverate in condizioni critiche. Dawit Kelete, questo il nome del giovane alla guida della Jaguar che ha investito le due dimostranti, ora rischia 13 anni di carcere. </span></p> <p><span>Due giorni dopo, in Indiana, un’altra macchina ha investito altri due manifestanti che partecipavano ad una manifestazione sempre in supporto del movimento del Black Lives Matter. </span><br />  </p> <p dir="ltr"><span>Volvevo chiudere questa corrispondenza con alcuni numeri che danno un senso della situazione degli Stati Uniti nel 2020:</span></p> <p dir="ltr"><span>Per il quarto mese consecutivo almeno il 30% degli Americani non e’ risucito a pagare l’affitto o le rate del mutuo. Questi numeri diventano ancora piu’ drammatici se si considera che il blocco degli sfratti approvato in numerose citta’ all’inizio della pandemia sta per scadere.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Secondo i recenti dati pubblicati dal governo federale quasi due milioni di Californiani che hanno fatto domanda per il sussidio di disoccupazione ancora non hanno ricevuto il primo assegno. Stiamo parlando di quasi la metà delle persone che ha presentato domanda. Ricordiamo inoltre che la California rappresenta la settima economia mondiale. Il suo PIL e’ superiore a quello della Gran Bretagna.</span></p> <p> </p> <p dir="ltr"><span>Infine, ieri la Corte Suprema degli Stati Uniti ha deciso che i datori di lavoro non sono più obbligati ad includere la pillola contraccettiva nelle assicurazioni sanitarie. Questa decisione potrebbe impedire l’accesso a metodi contraccettivi sicuri a quasi 126 mila donne.  </span></p> <p><br />  </p> Thu, 09 Jul 2020 11:15:00 +0200 ondarossa@ondarossa.info http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/usa-covid19-nel-carcere-san-quintino Psichiatria: Presidio per Alice http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/psichiatria-presidio-alice <div class="audio"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/ror-200709_1114-1207-afroismo_202007/ror-200709_1211-1228-vicendaalice.ogg" title="Link diretto per ascoltare "> ror-200709_1211-1228-vicendaalice </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H17M13S"> 17m 13s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> </div> <p>Con il collettivo antipsichiatrico torniamo sulla vicenda di Alice una ragazza di 26 rinchiesa per motivi psichici che il padre non riesce a vedere dal giorno del ricovero. Con lui hanno organizzato un presidio. Di seguito la lettera del padre.<a href="https://artaudpisa.noblogs.org/post/2020/05/29/lettera-di-denunica-di-un-padre-che-chiede-giustizia-per-la-figlia/">https://artaudpisa.noblogs.org/post/2020/05/29/lettera-di-denunica-di-u…</a></p> <p>Commentiamo anche la proposta del ministro Speranza di fare il TSO a chi non vuole sottoporsi al ricovero causa Covid.</p> Thu, 09 Jul 2020 11:15:00 +0200 ondarossa@ondarossa.info http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/psichiatria-presidio-alice DL sicurezza bocciato dalla Consulta http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/dl-sicurezza-bocciato-dalla-consulta <div class="audio"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/ror-200710_1025-1040-/ror-200710_1025-1040-.ogg" title="Link diretto per ascoltare "> ror-200710_1025-1040- </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H14M16S"> 14m 16s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> </div> <p>La Corte costituzionale ha bocciato il decreto Salvini. I giudici, dopo aver esaminato le questioni di legittimità costituzionale sollevate dai Tribunali di Milano, Ancona e Salerno, sulla disposizione che preclude l'iscrizione anagrafica degli stranieri richiedenti asilo, introdotta con il primo ‘dl Sicurezza' (n. 113 del 2018), hanno dichiarato l'incostituzionalità per violazione dell'articolo 3 della Costituzione sotto un duplice profilo: per irrazionalità intrinseca, poiché la norma censurata non agevola il perseguimento delle finalità di controllo del territorio dichiarate dal decreto; per irragionevole disparità di trattamento, perché rende ingiustificatamente più difficile ai richiedenti asilo l'accesso ai servizi che siano anche ad essi garantiti.</p> <p>Su questa sentenza, che apre un orizzonte nuovo riguardo le questioni relative al diritto alla residenza, sentiamo il parere di Enrico Gargiulo, ricercatore presso l'università di Bologna.</p> Fri, 10 Jul 2020 11:15:00 +0200 ondarossa@ondarossa.info http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/dl-sicurezza-bocciato-dalla-consulta In Turchia la scure di Erdogan si abbatte sugli avvocati http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/turchia-scure-erdogan-si-abbatte-sugli <div class="audio"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/ror-200710_1005-1015-/ror-200710_1005-1015-.ogg" title="Link diretto per ascoltare "> ror-200710_1005-1015- </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H10M5S"> 10m 5s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> </div> <p>In Turchia si mobilita l'avvocatura contro la nuova legge sugli ordini forensi, che prevede l'istituzione di ordini professionali alternativi a quelli esistenti e, di fatto, controllati dal governo. Un ulteriore tassello nel sistematico processo di demolizione delle libertà civili e politiche all'interno dello Stato turco.</p> <p>Ai nostri microfoni, per commentare la situazione, l'avvocato Arturo Salerni.</p> Fri, 10 Jul 2020 11:00:00 +0200 ondarossa@ondarossa.info http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/turchia-scure-erdogan-si-abbatte-sugli Ultime dalla Spagna dopo i nuovi focolai di Covid 19 http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/ultime-dalla-spagna-dopo-nuovi-focolai <div class="audio"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/ror-200708_1017-1029-Spagna/ror-200708_1017-1029-Spagna.ogg" title="Link diretto per ascoltare "> ror-200708_1017-1029-Spagna </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H12M1S"> 12m 1s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> </div> <p>Corrispondenza dalla Spagna sullo stato dei contagi</p> Wed, 08 Jul 2020 10:15:00 +0200 ondarossa@ondarossa.info http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/ultime-dalla-spagna-dopo-nuovi-focolai Lo sgombero del campo nomadi di Castel Romano http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/sgombero-del-campo-nomadi-castel-romano <div class="audio"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/ror-200708_0955-1010-SgomberoCasteromano/ror-200708_0955-1010-SgomberoCasteromano.ogg" title="Link diretto per ascoltare "> ror-200708_0955-1010-SgomberoCasteromano </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H15M1S"> 15m 1s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> </div> <p>Corrispondenza sulla situazione al campo nomadi di Castel Romano</p> Wed, 08 Jul 2020 09:45:00 +0200 ondarossa@ondarossa.info http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/sgombero-del-campo-nomadi-castel-romano Addio a Mauro Mellini http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/addio-mauro-mellini <div class="audio"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/ror-200707_1040-1046-/ror-200707_1040-1046-.ogg" title="Link diretto per ascoltare "> ror-200707_1040-1046- </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H5M43S"> 5m 43s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> </div> <p>Ci ha lasciato Mauro Mellini, avvocato, giurista, scrittore e fondatore di Radio radicale. Il ricordo delle compagne e dei compagni di Roma.</p> <p><span>Nell'apprendere della dipartita di Mauro Mellini,</span><br /><span>avvocato,giurista,saggista,parlamentare del Partito Radicale, oltre al</span><br /><span>cordoglio al figlio Alessandro, vogliamo aggiungere i sentimenti di</span><br /><span>gratitudine verso l'uomo saggio e schietto che lungamente ha contribuito</span><br /><span>a rendere meno oppressivi i poteri e le istituzioni della democrazia</span><br /><span>rappresentativa.</span><br /><br /><span>Siamo stati partecipi di quella lunga stagione per i diritti civili, che</span><br /><span>tramite nostro ha visto Mauro relatore anche nelle periferie e nelle</span><br /><span>borgate della Roma sofferente e proletaria.</span><br /><br /><span>Nonchè delle tante battaglie per la " giustizia giusta", usurpata da un</span><br /><span>potere giudiziario ligio a quello governativo. Documenti come quello a</span><br /><span>firma degli " avvocati libertari", che nei primi anni '70 denunciavano</span><br /><span>l'arrocco della Procura e dell'Ufficio Istruzione di Roma, il cosiddetto</span><br /><span>" porto delle nebbie", hanno fatto storia. Infaticabile nel dimostrare</span><br /><span>l'iniquità di un sistema carcerario punitivo, promotore di leggi sulla</span><br /><span>drastica riduzione della carcerazione preventiva e contro le indecorose</span><br /><span>e scambiste leggi sui pentiti, tanto da scriverci su un graffiante libro</span><br /><span>dal titolo</span><br /><span>"Sua eminenza, la pentita ha parlato".</span><br /><br /><span>Nè Mauro si è sottratto alle difese difficili, come quella degli</span><br /><span>autonomi romani Pifano, Nieri, Baumgartner - accusati impropriamente di</span><br /><span>" attentato allo stato" per un gesto di solidarietà nei confronti della</span><br /><span>resistenza palestinese -   contestando e resistendo alle potenti</span><br /><span>pressioni governative che volevano farlo mollare.</span><br /><br /><span>Numerosi sono gli episodi che ci hanno accomunati per le " cause</span><br /><span>giuste". Spesso dibattute in diretta a Teleroma 56, come quelle per la "</span><br /><span>liberazione delle frequenze radio-tv" dal monopolio dei grandi network</span><br /><span>di stato e privati, anche quelli Vaticani, che avevano occupato</span><br /><span>arbitrariamente le frequenze di Radio Onda Rossa; o quelle che</span><br /><span>accusavano la corruzione e gli scandali dei potentati energetici(vedi</span><br /><span>Enel) e che sotto l'incalzare del Comitato Politico Enel portò allo</span><br /><span>scioglimento e in galera l'ultimo Consiglio di Amministrazione</span><br /><span>dell'Enel, in cui sedevano tutti i partiti, da  l'MSI al PCI, passando</span><br /><span>per DC,PSI,PSDI,PRI,PLI.</span><br /><br /><span>Caro Mauro, le generazioni presenti e future che vorranno cimentarsi in</span><br /><span>difesa di valori universali, laici e repubblicani, troveranno in te un</span><br /><span>maestro.</span><br /><br /><span>Addio Mauro,vogliamo in quest'ultimo saluto abbracciarti riconoscenti.</span><br /><br /><span>le compagne e i compagni antagoniste/i di Roma</span></p> Tue, 07 Jul 2020 10:45:00 +0200 ondarossa@ondarossa.info http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/addio-mauro-mellini Autorecupero di via dei lauri, nuovi ostacoli da parte dell'amministrazione http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/autorecupero-lauri-nuovi-ostacoli-parte <div class="audio"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default"> <div class="paragraph paragraph--type--audio paragraph--view-mode--default field-audios quickedit-field"> <div class="field-audio"> <a rel="external" class="audio-download" href="https://archive.org/download/ror-200707_0957-1009-/ror-200707_0957-1009-.ogg" title="Link diretto per ascoltare "> ror-200707_0957-1009- </a> </div> <div class="durata"> <strong>Durata</strong> <span itemprop="duration" content="PT0H11M47S"> 11m 47s </span> </div> <span class="replica"></span> </div> </div> </div> <p> </p> <p><span>Venerdì mattina una delegazione della cooperativa Inventare l’abitare, vincitrice del bando comunale che prevede la trasformazione dell’ex scuola in appartamenti da parte dei soci stessi, tutte famiglie con redditi bassi, ha incontrato l’assessora al Patrimonio, Valentina Vivarelli. L’incontro è stato convocato dopo la protesta della scorsa settimana per ottenere l’atto finale per far partire il mutuo con la banca, a carico dei soci della cooperativa, necessario a dare il via ai lavori all’interno dei singoli appartamenti. Nel corso dell’incontro però, dicono dalla cooperativa, “abbiamo scoperto che esistono nuovi e inaspettati dubbi sulla garanzia ipotecaria per dare il via all’attivazione del mutuo da parte della cooperativa”. “Al contrario di quanto avvenuto sino ad oggi, dove le precedenti giunte, di ogni colore politico, avevano deliberato in materia (per i sei progetti di autorecupero, unici in Italia, già abitati e per i quali le persone destinatarie di un alloggio hanno sempre pagato il mutuo) tutto quanto viene rimesso in discussione e 23 nuclei familiari che speravano, dopo anni di attesa vana, di avere una risposta definitiva si trovano ad affrontare nuovi e inaspettati ostacoli, nonostante fosse stato, già riconfermato, il rispetto della convenzione”.</span></p> <p><span>La Cooperativa annuncia che aspetterà l’incontro della prossima settimana, “in cui ci dovrebbero essere illustrate le decisioni finale, per decidere come e in quali sedi iniziare una eventuale mobilitazione per riconfermare l’autorecupero come elemento irrinunciabile per la città”. <span>“</span></span></p> Tue, 07 Jul 2020 10:15:00 +0200 ondarossa@ondarossa.info http://www.ondarossa.info/newsredazione/2020/07/autorecupero-lauri-nuovi-ostacoli-parte