Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !Ascolta lo Straming di ROR !Ascolta lo stream MP3

Palestina: la cruda realtà dietro le porte che non si aprono

Data evento
Luogo
Piazza Madonna di Loreto (Piazza Venezia/Via dei Fori Imperiali)

Video Presidio
venerdì 5 febbraio, ore 18
Roma, Piazza Madonna di Loreto (Piazza Venezia/Via dei Fori Imperiali)

LA CRUDA REALTA’ DIETRO LE PORTE CHE NON SI APRONO

Nelle sale del Vittoriano, è in corso una mostra sulle meraviglie israeliane che compaiono magicamente all’apertura di nove porte.

Le scene vogliono mostrare al mondo il talento di Israele che trasforma i deserti in giardini e in fiorenti colture, la bellezza e la centralità della famiglia nella società israeliana, la spensieratezza dei giovani in riva al mare, l’alto valore riservato all’istruzione, gli enormi progressi fatti in campo scientifico e tecnologico.

Non viene detto, che queste conquiste sono state realizzate sulle rovine di oltre 500 città e villaggi palestinesi, i cui abitanti sono stati uccisi o cacciati per andare a vivere da rifugiati nei vicini paesi arabi, in condizioni spesso drammatiche, o in giro per il mondo, mentre quelli rimasti vivono sotto occupazione e spesso in povertà. 

Sono la terra e l’acqua rubate ai palestinesi che permettono al deserto di fiorire e ai coloni di prosperare, mentre le famiglie palestinesi si dibattono in mille difficoltà, disperse dall’occupazione e separate dal muro dell’apartheid, mentre ogni giorno un figlio, una figlia o un padre vengono uccisi o imprigionati. 

Per i giovani palestinesi della Cisgiordania non esiste la spensieratezza, ma la disperazione, quella che li spinge ad aggradire, talvolta con coltelli, sapendo di andare incontro a morte certa. Fin da bambini è loro negato il diritto allo studio perché occupazione, barriere e checkpoint rendono difficile se non impossibile raggiungere la scuola o l’Università. 

Se si guarda poi alla Striscia di Gaza, dominano la distruzione, l’inquinamento e la carenza di beni essenziali, tanto che l’ONU ha dichiarato che la vita stessa vi sarà impossibile nel 2020.

Infine il grande progresso scientifico e tecnologico di cui mena vanto Israele, è stato reso possibile anche perché molte tecnologie sono testate direttamente sul campo e nella guerra contro la popolazione palestinese. 

Questa è la vera faccia di Israele, non quella che il governo israeliano vuole rappresentare in questa mostra, anche a costo del ridicolo.

PER APRIRE LE PORTE DELLA PACE IN PALESTINA BOICOTTA ISRAELE.

BDS Roma – Rete Romana di solidarietà con il Popolo Palestinese