Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !Ascolta lo Straming di ROR !Ascolta lo stream MP3

Il Sogno e l'Utopia, di e con Porpora Marcasciano

Data evento
Luogo
CSOA Ex Snia Via Prenestina 173

"Oggi il popolo degli umani ha disotterrato le asce di guerra per rispondere all'attacco del viso pallido lama e dichiara aperto lo stato di felicita' permanente"

Altro che mondiali...

Domenica 13 luglio
La rivoluzione non e' una partita di calcio!

CSOA EX SNIA
Via Prenestina 173
RadiOndaRossa presenta:

a partire dalle 21,00 cena e proieizioni dei video di Alfio di Bella, dall'archivio strorico di ROR, La cacciata di Lama dalla Sapienza, i campeggi antinucleari
ore 22,00 spettacolo Il sogno e l'utopia da ANTOLOGAIA, sesso genere e cultura degli anni 70 di e con Porpora Marcasciano
a seguire DJ SET revival 70-80-90 a cura di Take it easy

La narrazione di un periodo storico denso di avvenimenti, esperienze, percorsi attraverso gli occhi dell’autora/protagonista. Letture, immagini, video che rintracciano un filo conduttore come possibile lettura in chiave frocia dei favolosi anni ‘70.

Nel 1977 voltammo molte pagiine, alcune le chiudemmo per sempre, altre le avremmo riaperte dopo anni rileggendole e cercando di decifrarle.
Il sogno e l'utopia tratto da ANTOLOGAIA, sesso genere e cultura degli anni 70 è uno sguardo diverso, "in/verso" e per/verso sugli anni '70, la narrazione dei fatti, delle cose, delle idee, dei personaggi di un periodo che ha permesso a tutte/i di sentirsi un po' più liber*.
I collettivi autonomi, San Lorenzo, la Sapienza, i froci, i coatti, le femministe, la lotta, il delirio, la rivoluzione...

Così scrive Porpora:
"Da quella “grande” storia che ci ha sempre estromessi prendo le dovute distanze, non è stata fatta in mio nome. E allora metto in scena me stessa la “mia” storia, la “mia” più grande opera d’arte!
Dentro un movimento che ho attraversato e mi ha attraversato, prima di me, dentro di me, affianco e oltre me … nonostante me! Movimento, flusso di cui faccio parte: sono parte di esso ed esso è parte di me.
Dagli/degli anni 70 e prima ancora dal 68, dalla Resistenza, dalla Comune di Parigi e da tutte quelle favolose pagine che son state strappate via.