Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Manda i tuoi materiali per la prossima scarceranda

Casale alba 1: vittoria del Forum

Data di trasmissione

Con una sfiducia di fatto nei confronti della presidente del IV Municipio, la cinque stelle Della Casa, il consiglio del municipio ha bocciato la delibera che rischiava di snaturare la natura del Parco Regionale di Aguzzano.

A raccontarci la situazione un compagno del Casale Alba, di seguito il comunicato del Forum per la tutela del parco

 

Nella mattinata di mercoledì 2 ottobre si è svolta la discussione in consiglio del IV Municipio rispetto alla contestata delibera n.21 del 12/12/2018 con cui la Giunta municipale aveva intenzione di snaturare il Parco Regionale Urbano di Aguzzano ed i vincoli posti a sua tutela. La delibera è stata bocciata dal Consiglio, che ha approvato un ordine del giorno collegato con l’obiettivo di restituire il Casale al Comune di Roma e mettere fine a un ridicolo teatrino in corso da quasi un anno.

Con la delibera della giunta Della Casa veniva messa in discussione la destinazione d’uso “socio-culturale” prevista dal Piano Attuativo del Parco e si apriva la strada ad attività imprenditoriali, dunque non in linea con la natura dell'edificio e della Riserva in cui e'inserito, con conseguente indebolimento dei vincoli di tutela del Parco. Una decisione presa senza consultare, come prescritto, né l’ente gestore RomaNatura né la Regione, né tanto meno il territorio.
La comunità di Aguzzano si è sollevata contro tale progetto di speculazione con iniziative pubbliche, proteste al Municipio, assemblee pubbliche, un corteo di oltre 1000 persone, l’elaborazione della proposta alternativa di un polo museale-didattico che coinvolgesse il Museo di Casal dè Pazzi e le scuole del territorio. La problematica più grave denunciata dalle mobilitazioni è stato il mancato coinvolgimento delle comunità locali nella gestione del territorio: una politica basata su scelte imposte “dall’alto” che non creano alcuna interazione con gli abitanti e il tessuto sociale. In risposta a tale dinamica si è costituito il Forum per la Tutela del Parco di Aguzzano, nato dall’adesione di diverse realtà sociali, associazioni, comitati, poli culturali e abitanti, proprio a partire dalla necessità di un progetto di gestione partecipata sul proprio territorio. Il Forum è riuscito a far conoscere la vicenda di Aguzzano nel quartiere e nella città, rallentando l’iter della delibera e mettendo in difficoltà un’amministrazione municipale sorda e arrogante.

Le modifiche attuate in questi mesi tramite la farsa delle commissioni municipali, che hanno effettuato un grande artificio retorico per poi non cambiare nulla della sostanza, non hanno minimamente spostato l’attenzione e la contrarietà dei comitati e degli abitanti. Con la bocciatura di questa mattina da parte della stessa maggioranza del M5S ci auguriamo che venga messa definitivamente una pietra sopra questo assurdo progetto e che non si ripeta mai più un meccanismo di imposizione del genere, né su Aguzzano, né altrove. Come sempre ribadito, siamo disponibili a un percorso condiviso e costruttivo per l’utilizzo del Casale Alba 1, che rispetti i vincoli del Parco e coinvolga in maniera sostanziale ed effettiva gli abitanti e le realtà del territorio. Intanto prendiamo atto di questa prima, piccola vittoria, testimonianza del fatto che una comunità in mobilitazione può impedire provvedimenti pericolosi e, al contempo, costruire alternative efficaci sia in termini di metodo che di obiettivi.

VITTORIA.. MA CON GLI OCCHI SEMPRE BEN APERTI!
SU AGUZZANO E I SUOI CASALI NON SI SPECULA!

Forum per la Tutela del Parco di Aguzzano