Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Mazzè in piazza contro le scorie nucleari

Data di trasmissione
Sabato pomeriggio il territorio di Mazzè (TO) ha visto scendere in piazza più di 1000 persone per dire no alla realizzazione di un deposito unico di scorie nucleari.
L'area interessata, di circa 150 ettari, potrebbe essere espropriata devastando campi coltivati e alcune cascine abitate per far posto e cemento, asfalto e scorie radioattive. L'azienda Sogin, incaricata del progetto, ha rilevato questo sito tra altri 67 nel territorio nazionale ma non ha tenuto conto dell'idoneità e della distanza di sicurezza dai centri abitati: il terreno ha fondo ghiaioso anziché argilloso (quindi permeabile) e le prime abitazioni sorgono a meno di 2 km dall'area designata. Inoltre questo deposito ospiterebbe scorie di bassa, media e alta intensità per le quali servirebbero trattamenti speciali come lo stoccaggio a 400m di profondità e una distanza di molti km dai centri urbani; questo Sogin non lo permetterebbe poiché lo ha definito "deposito temporaneo", quindi privo di molte misure di sicurezza assolutamente necessarie.
La nostra corrispondenza con Silvano, del Comitato ATOMI impazziti