Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !Ascolta lo Straming di ROR !Ascolta lo stream MP3

'Riccardo alla terza' + 'Emporium' - Martedì 31 Maggio ore 14

Data di trasmissione

Martedì 31 Maggio 2011 

 
ore 14

 

Palme srl in collaborazione con Orto degli Ananassi

presenta
 
RICCARDO ALLA TERZA

disappunti di un dittatore
 
di e con Andrea Gambuzza

 
Il Re ha ottenuto la corona con raggiri ed efferati omicidi, perpetrati sotto gli occhi di tutti. Si è servito di chi appoggiava la sua causa, sia che lo facesse per tornaconto che seguendo un ideale. Il Re è sempre e comunque stato solo, nelle imprecazioni, nei timori, nelle frustrazioni e, soprattutto, quando se ne stava scompostamente seduto sul trono in perenne bisogno di conferme. E' un personaggio che della rappresentazione ha fatto la sua arma vincente. Sobillatore, assassino, cospiratore, paranoico, ma anche simpatico, affascinante, sagace intrattenitore e virtuoso oratore. Egli è ben cosciente che quello che conta non sono i mezzi che si usano per raggiungere i propri obiettivi, ma la messa in scena che si riesce ad allestire. In questa perenne recita egli si autoalimenta e avidamente incarna il ruolo di seduttore per sfoggiare impunemente i paramenti del regnante “unto dal Signore”, e diventa poi il povero incompreso sgridato ingiustamente. Ogni gesto, ogni parola tende a massimizzare i consensi e non c’è spazio per le prove, per i ripensamenti, l’urgente bulimia di trionfi comanda i giochi. Egli è farsa e tragedia. A raccontarci le sue imprese ci saranno quelli che lo hanno aiutato, quelli che lo hanno subito e quelli che ancora non hanno capito…

 

Info:  http://www.teatrailer.it/spettacoli/riccardo-alla-terza-disappunti-di-un-dittatore

 



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
ore 15:15
 
EMPORIUM

poemetto di civile indignazione 
 
di Marco Onofrio

voci narranti Maria Enrica Prignani, Ernesto D’Argenio, Barbara Frascà

 

Un allarme introduce lo spettatore in uno stato di allerta, di ascolto. Il contenuto del poemetto, e in definitiva la realtà in cui viviamo, si trovano in uno stato di allarme che se trascurato porta alle fiamme. Questo incendio rappresenta, da un lato, la naturale conseguenza di un allarme che, rimasto per troppo tempo inascoltato, ha procurato dei danni visibili agli occhi di tutti e, dall’altro, la volontà dei cittadini di non rimanere inermi e quindi di bruciare metaforicamente una situazione che non va, attraverso la voglia reale di cambiare le cose e da lì, dalle ceneri, finalmente rinascere. L’incendio ha quindi un significato ambivalente ed opposto: uno negativo ed uno positivo, ma entrambi portano comunque alle ceneri da cui ripartire. Lo spettacolo si conclude con un messaggio ottimistico, perché le ceneri sono il simbolo di una ripresa, indicano la fine di un’epoca e l’inizio di un’altra. Dalle ceneri risorgiamo.


 

Info Teatro Petrolini - Roma, 6-7 Giugno

 
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Il progetto RadioTeatro:
 
 A Radio Onda Rossa (87.900 F.M., via dei Volsci 56 – 00185, Roma. In streaming su
http://http://www.ondarossa.info/
, cliccando su “in diretta”) stiamo organizzando rappresentazioni o letture (teatro civile, ma non solo) in diretta radiofonica che vengono registrate per essere poi scaricabili da questo sito web. Se siete interessati/e a partecipare, o volete segnalarci spettacoli, potete inviare una mail a:
visionari@ondarossa.info
 
http://lettura-giornale.liberazione.it/a_giornale_index.php?DataPubb=09/04/2009
 (pg.14)
 
L'elenco completo, in podcast, dei lavori finora programmati è su:

http://www.ondarossa.info/newstrasmissioni/radioteatro-118-keely-and-du-marted%C3%AC-18-maggio-ore-15