Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !Ascolta lo Straming di ROR !Ascolta lo stream MP3

'Teatro proibito' + 'La Terra è mia' - Martedì 13 ore 14

Data di trasmissione

Martedì 13 Settembre 2011

 

ore 14
 

Teatro23
presenta
 
TEATRO PROIBITO
scene di teatro mai visto

 

di e con Federica Festa

 

regia Ennio Coltorti

 

Per annullare uno spettacolo, fino al 1962 decideva l’Ufficio della Censura Teatrale. In un secolo di storia italiana, più di 700 copioni non hanno raggiunto il pubblico in sala. Dal 1862 i Prefetti del Regno vietano la messa in scena di 29 testi su 30 perché incentrati sulla figura di un eroe ormai scomodo, Giuseppe Garibaldi. Il governo fascista centralizza dal 1929 la funzione del controllo preventivo creando l’Ufficio della Censura Teatrale: fino al 1943 più di tredicimila copioni inventariati, conservati all’Archivio Centrale dello Stato di Roma, di cui circa il 9% censurati del tutto o in parte. Dal 1945 al 1962, il timbro RESPINTO del periodo fascista si trasforma in quello NON APPROVATO, anche se l’Ispettorato per il Teatro preferisce tagliare alcune battute che possano offende la morale, il costume, la religione e gli organi istituzionali, piuttosto che operare la censura integrale, che genera scomodi dibattiti giornalistici. Infine, nel 1962 una nuova legge abolisce la censura preventiva e dichiara di voler eliminare “ogni criterio di carattere politico nell’attività di censura”.

La censura ora dicono non esista più, eppure tutti i miei colleghi hanno sempre un aneddoto in tasca: qualcuno (produttore o politico) che suggerisce di evitare quell'argomento o quel soggetto, se no poi è difficile venderlo...

 

Info www.federicafesta.it

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

ore 14:45

 

L'Almanacco del Giorno d'Oggi

presenta

 

LA TERRA E' MIA

una commedia nera

 

con Stefano Greco, Savino Italiano, Olga Mascolo, Laura Pece

 

Quando all'improvviso non hai più un posto dove andare, si inizia a sentire quell'angoscia profonda e nera che si potrebbe chiamare angoscia del sole assente.

La Commedia all'improvviso ci conduce dentro la tradizione per trarre una rilevanza attuale da essa. La maschera come attrazione affascina, ma diviene soprattutto un elemento simbolico, animalesco, rappresentante delle più profonde grettezze umane. La privazione della terra, gli accordi tra i potenti, i contrasti tra i servi, la presa di coscienza, la determinazione, la fame, la terra. Una lettura trasversale del conflitto israelo-palestinese, dai servi fino alle dinamiche di potere che conducono allo scontro. Altresì ne cogliamo l'aspetto simbolico a

rappresentare i luoghi dove i giochi di potere impediscono una reale vita pacifica. In

questi scenari di guerra i servi non ne escono mai vivi, ma sulla scena, in questo

spazio minuscolo, è possibile trovare un riscatto, dove il mondo può realmente essere diverso.

 

Info www.balaganteatro.info

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 


Il progetto RadioTeatro:
 
 A Radio Onda Rossa (87.900 F.M., via dei Volsci 56 – 00185, Roma. In streaming su
http://http://www.ondarossa.info/
, cliccando su “in diretta”) stiamo organizzando rappresentazioni o letture (teatro civile, ma non solo) in diretta radiofonica che vengono registrate per essere poi scaricabili da questo sito web. Se siete interessati/e a partecipare, o volete segnalarci spettacoli, potete inviare una mail a:
visionari@ondarossa.info
 
http://lettura-giornale.liberazione.it/a_giornale_index.php?DataPubb=09/04/2009
 (pg.14)
 
L'elenco completo, in podcast, dei lavori finora programmati è su:

 

http://www.ondarossa.info/newstrasmissioni/radioteatro-118-keely-and-du-marted%C3%AC-18-maggio-ore-15