Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !Ascolta lo Straming di ROR !Ascolta lo stream MP3

'linea di separazione' + 'trentacinque secondi ancora' - Martedì 17 Ottobre 2017 ore 14>16

Data di trasmissione
 
RADIOTEATRO
 

Martedì 17 Ottobre 2017 ore 14

Architetture nel Vuoto
presenta
LINEA DI SEPARAZIONE

di e con Alessia Pellegrino e Paolo Antonio Simioni

onda sonora creata da Leo Kopacin Gementi

https://archive.org/details/Linea.di.Separazione.mp3 (27')

Negli anni Settanta, la Repubblica Federale Tedesca eresse un monumento alla propria paura: il carcere di Stammheim. Edificato appositamente per processare i membri della Rote Armee Fraktion. Il 17 ottobre 1977, nello stesso carcere, vennero ritrovati i corpi senza vita degli ultimi fondatori ancora in vita della RAF. Suicidio di gruppo? Omicidio di stato? Il gruppo era noto col nome di banda Baader-Meinhof, ma il suo vero cuore pulsante e la sua creatrice fu Gudrun Ensslin.
«Chi ha capito quello che sta succedendo in Vietnam, comincia a poco a poco a capire che l’impotenza a fermare questa guerra rende complici di coloro che la fanno». Una dottoranda di germanistica si alzava in piedi dominando l’assemblea studentesca, denunciava con disperazione l’assedio e l’asservimento di uno Stato Militare a favore del potere imperiale. Era Gudrun Ensslin, colei che con Andreas Baader ha cominciato a colpire nel cuore dello Stato. Alla loro causa si è interessata e appassionata, poi unita, la già famosa giornalista Ulrike Meinhof; in un secondo tempo è arrivato Jan Carl Raspe, l’ultimo dei “quattro contro sei milioni”. 'Linea di separazione' rievoca i luoghi in cui hanno risuonato forti e chiare le voci dei quattro compagni, l’azione si svolge negli ultimi anni di reclusione, tra l’aula del tribunale e le celle.

Info
https://alessiapellegrino.wixsite.com/alessiapellegrino

----------------------------------------------------------

ore 14:40

TRENTACINQUE SECONDI ANCORA
Tommie Smith e John Carlos: il sacrificio e la gloria


testi e voce Lorenzo Iervolino
sassofoni e drums Heavy Sound

https://archive.org/details/35.secondi.ancora (1h 08')

Città del Messico, 16 ottobre 1968. Due atleti con i pugni alzati, i guanti neri, la testa china, i corpi immobili sopra al podio. È la premiazione dei 200 metri, i due uomini sono Tommie Smith e John Carlos. Sul secondo gradino, anche lui con una spilla del 'progetto olimpico per i diritti umani', c’è l’australiano Peter Norman. Una foto, tra le più celebri del Novecento, immortala quel gesto di protesta inatteso. «Mostrano sempre l’immagine. Ma non raccontano mai la storia» ricorderà un giorno Carlos. Perché, da allora, i nomi e i corpi dei tre protagonisti saranno sospinti «nelle sabbie mobili dell’oblio». Squalificati a vita dalle Olimpiadi, rimarranno soli a fronteggiare le minacce di morte e l’ostracismo dell’"establishment". A mezzo secolo di distanza, muovendosi tra finzione letteraria e un attento lavoro di ricerca, 'trentacinque secondi ancora' ripercorre la battaglia di Smith e Carlos dall’infanzia, segnata dalla segregazione razziale, fino alla gara della vita, per approdare al tardivo riscatto civile, politico e sportivo. Una battaglia che si salda alle inquietudini dell’America del secondo dopoguerra: i linciaggi e gli scioperi, Malcolm X e Martin Luther King, le Black Panthers e il professor Harry Edwards, l’ispiratore della protesta. Che ci rammenta come una «vittoria finale» non sia possibile. Ogni generazione dovrà raccogliere il testimone lasciato da quei corridori.


Info
https://www.wumingfoundation.com/giap/2017/04/trentacinque-secondi-ancora-tommie-smith-e-john-carlos-il-sacrificio-e-la-gloria/
 
--------------------

RADIOTEATRO

Radio Onda Rossa ★ 87.9 fm
 
via dei Volsci 56 - 00185 Roma
streaming
facebook
e-mail
 
L’Archivio in podcast:
http://www.ondarossa.info/newstrasmissioni/archivio-radioteatro
 
buon ascolto!