Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Chiacchierata su pinkwashing e scena techno underground in Germania e Italia con Anna Bolena

Csoat Auro e Marco - Viale dei caduti nella guerra di liberazione 268

Dal 7 ottobre si è rafforzata la fanfara bellicista che chiede alle persone LGBTQIA+ e alle femministe di avallare il genocidio sionista in corso in Palestina: per questo è fondamentale per noi scendere in piazza il prossimo 15 giugno al Roma pride, vetrina mainstream della svendita delle nostre lotte, per dire che a questo gioco non ci stiamo e che non c’è orgoglio se non al fianco delle persone queer palestinesi e della resistenza di un’intera popolazione.

 

Vogliamo costruire un attraversamento femminista, transfemminista e queer del Roma pride anzitutto contro il pinkwashing d’Israele. Vogliamo prendere parola perchè sino ad oggi il Roma Pride è rimasto in silenzio di fronte al genocidio in Palestina. Vogliamo esprimere il nostro dissenso alla sponsorizzazione e presenza al pride, negli ultimi anni, delle ambasciate di mezzo occidente che come l’Italia sostengono Israele, politicamente e militarmente, e continuano a esportare guerre coloniali chiamandole democrazia.

 

Noi, lesbiche, bisessuali, froci, persone trans, non binarie, queer, femministe e transfemministe facciamo appello perché il giorno del pride sia un momento di lotta internazionale contro il genocidio in atto, per la liberazione della Palestina e al fianco di tutte le forme di resistenza e autodeterminazione.

 

🍉 Martedì 4 giugno alle Cagne Sciolte

Assemblea cittadina per la costruzione di un attraversamento femminista, transfemminista e queer al Roma pride in solidarietà con la resistenza palestinese, contro il pinkwashing, il colonialismo, l’apartheid dello stato sionista d’Israele, contro le politiche belliciste e coloniali degli Stati Occidentali, al fianco delle persone LGBTQIA+ palestinesi!

 

🍉 Sabato 8 giugno al CSOAT Auro e Marco “Nessun pinkwashing sui nostri corpi”: incontro su pinkwashing e scena techno underground in Germania e in Italia. Ne parleremo con Anna Bolena. A seguire dj set

 

No pride in genocide!

Stop al genocidio!

Cessate il fuoco immediato!

 

grafike doublewhy Y_Y