Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !Ascolta lo Straming di ROR !Ascolta lo stream MP3

Più di mille firme per la chiusura dei Cie

Data di trasmissione

 

Giovedì 27 maggio, dalle ore 16.00 in piazza dell’Esquilino, un assedio sonoro al Ministero dell’Interno segnerà il culmine della settimana di mobilitazione romana contro i Cie, in vista della manifestazione a Ponte Galeria di sabato 29 maggio (dalle ore 15.00).


Un momento importante per tutti gli antirazzisti e le antirazziste di questa città, per denunciare l’esistenza di questi lager “irriformabili” e le insostenibili condizioni di detenzione a cui sono sottoposti i migranti reclusi nei Cie. Degli ultimi giorni l’ennesimo atto di protesta disperata nel Cie di Bologna, dove una donna tunisina si è cucita le labbra e rifiuta qualsiasi intervento medico, mentre ieri sera i reclusi e le recluse hanno incendiato i materassi per solidarietà.


Buchi neri del diritto nazionale e internazionale, spesso nascosti agli occhi dei cittadini nelle periferie delle città, inaccessibili e non monitorabili, i Cie sono nei fatti un’istituzione illegale, risultato di abusi giuridici e di leggi razziali come quella che, introducendo il “reato di clandestinità”, nega il principio di eguaglianza.


È on-line – sul sito http://www.nocie.org – una lettera aperta che chiede la chiusura immediata di tutti i Cie. In pochi giorni l’appello ha superato le 1.000 firme di associazioni, gruppi e singoli cittadini e cittadine.

Tra i primi firmatari compaiono anche gli attori Elio Germano, Andrea Rivera e Ascanio Celestini; padre Alex Zanotelli, i Comboniani di Castel Volturno e don Alessandro Santoro (Comunità delle Piagge, Firenze); il regista di Come un uomo sulla terra, Daniele Segre; i giornalisti Gabriele del Grande, Stefano Liberti e l’intera redazione del settimanale Carta; l’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), Patrizio Gonnella, presidente dell’associazione Antigone e Nora Morales De Cortiñas delle “Madres de Plaza de Mayo”; Militant A (Assalti frontali) e Alessandra Magrini (Attrice Contro); docenti e ricercatori universitari, tra cui Fulvio Vassallo Paleologo, Maria Immacolata Macioti, Annamaria Rivera, Luca Queirolo Palmas, Riccardo Petrella, Emilio Quadrelli e Alessandra Sciurba; oltre a decine di giornalisti, intellettuali e scrittori, tra cui Igiaba Scego, Christiana de Caldas Brito, Julio Monteiro Martins, Arnold de Vos, Lea Melandri, Chiara Giunti e molti altri.

 

Tutti gli appuntamenti della NO BORDER WEEK, la settimana di mobilitazione cittadina contro i Cie che si svolge a Roma dal 21 al 29 maggio (vedi comunicato allegato), sono sul blog http://nocie.noblogs.org

 

La lettera aperta per la chiusura dei Cie (in allegato con l’elenco dei primi firmatari) si può firmare sul sito http://www.nocie.org