Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Dalla tendopoli di San Ferdinando ai ghetti del foggiano e Metaponto

Data di trasmissione
1 settimana 5 giorni ago

Abbiamo contattato un compagno che vive nella tendopoli di San Ferdinando per parlare della situazione difficile che riguarda le persone costrette a vivere nel campo di stato tra continue incursioni delle forze dell'ordine e espulsioni di chi si assenta per lavorare altrove.
Nella seconda parte, con una compagna della Rete Campagne in lotta, facciamo il quadro della situazione nel foggiano e a Metaponto, dove una giovane donna è morta in un incendio in uno dei ghetti dove vivono le persone che lavorano in campagna.

Durata 38m 10s

San Severo: una voce contro l'apertura di un nuovo ghetto di stato

Data di trasmissione
2 settimane 6 giorni ago

In collegamento telefonico un lavoratore ci racconta della protesta contro il tentativo di trasferimento forzato da parte dello stato in un villaggio container.

“IO NON FACCIO L’ALBERGATORE, FACCIO IL PRESIDENTE”

Un racconto del presidio sotto le mura del CPR di Bari

Data di trasmissione
2 settimane 6 giorni ago

Sabato 20 Luglio si è svolto un presidio solidale sotto le mura del CPR di Bari Palese. Ne parliamo con un compagno in collegamento telefonico, che ci aggiorna anche sulle condizioni all'interno del centro di espulsione.

Buon ascolto!

Aggiornamenti dal centro di espulsione di Torino

Data di trasmissione
2 settimane 6 giorni ago

In collegamento telefonico con una compagna un aggiornamento sul CPR di corso Brunelleschi a Torino.

UN FUOCO AL GIORNO...

L’aria rimane densa ed elettrica nel Cpr di corso Brunelleschi: venerdì durante il temporale un ragazzo ha approfittato della scarsa attenzione di charlie e delle forze dell’ordine per saltare sbarre e muri e conquistare la libertà.  

Il centro di espulsione di Ponte Galeria dalla voce di chi ha appena ritrovato la libertà

Data di trasmissione
3 settimane 4 giorni ago

In corrispondenza con chi è appena uscito dal CPR di Ponte Galeria raccontiamo la situazione nel Lager alle porte di Roma.
Dalla riapertura della sezione maschile, avvenuta a fine maggio, è praticamente impossibile ascoltare la voce diretta di chi viene recluso: oltre la fortificazione della struttura detentiva, lo stato ha pensato bene di vietare l'utilizzo di telefoni cellulari.

Oggi, domenica 28 luglio, è previsto un presidio fuori da quelle mura. La presenza solidale arriva dopo tre settimane dalla rivolta e dall'evasione di massa di inizio luglio.