Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

EXTRACRACK! La colonizzazione dell'arte

Martedì 3 dicembre alle h18.00 in auditorium EXTRACRACK presenta al MACRO - Museo d'Arte Contemporanea Roma la Lectio Magistralis di Malina Suliman su LA COLONIZZAZIONE DELL'ARTE. Le forme di colonizzazione nell’arte percorrono strade non sempre evidenti e dichiarate. A volte, il focus sull’integrazione attiva, paradossalmente, dispositivi di assimilazione e appropriazione che spogliano i prodotti culturali della Diaspora dei propri valori e riproducono meccanismi di imperialismo culturale.

Ci presenta l'iniziativa, l'ultima di EXTRACRACK, Valerio Bindi,

Crack for Mediterranea

Si è conclusa ieri sera a Crack, la mostra di fumetti dirompenti aperta nelle celle del Forte Prenestino fino a domenica 23 giugno, l'asta di disegni per sostenere le prossime iniziative di soccorso della nave mediterranea. Alessio Spataro, che insieme ad altri disegnatori e disegnatrici ha organizzato l'iniziativa, ci racconta come è andata e le prospettive per il futuro. Il banchetto di Mediterranea al Crack sarà presente in piazza d'armi fino a domenica.

Crack 2017: la Coyota on air

Data di trasmissione

Direttamente da Crack 2017, alcune fra le più interessanti artiste presenti alla kermesse del Forte Prenestino ci raccontano il loro lavoro e le loro attività, sulle tracce della coyota dal confine insanguinato del rio grande fino ai muri dei palazzi di Kabul.

Con noi Malina Suliman, dall'Afghanistan, Clara Montoya, dalla Spagna, Juliette Bensimon-Marchina, dalla Francia, ed ovviamente Bambi Kramer, dall'apparato organizzativo di Crack

Prossima fermata. Una storia per Renato di Erre Push e Zerocalcare. A Crack

Domani, venerdì 24 giugno, nell'ambito di Crack, presentazione di Prossima fermata. Una storia per Renato di Zerocalcare e Erre Push, ore 21, Forte prenestino.

Interverranno: Madri Per Roma Citta' Aperta, Zeropregi (che ci ha regalato la prefazione), Errepush e Zerocalcare che saranno presenti dalle 20 al banchetto.

 

Abbiamo sentito uno dei due autori, Michele Zerocalcare.