Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

ingarbugliato filo metallico

Data di trasmissione
Durata 1h 41m 8s

dalla defilata "succursale di ror" in posizione remota, riallacciamo il filo - filo metallico - direttamente dalle fonderie di birmingham, si fa tappa a dublino per non farci mancar nulla. il filo si dipana attraversando le cadenze lente di antichi pachidermi estinti nel "doom" , fino a transitare, dalle nostre parti, e terminale con del sanguigno "punk old school",  appellativo mai abusato, nel caso dei " nostri" rattenkonig. punk is not dead!
ovviamente redazione di 25 o'clock al quasi* completo. compreso il compagno "problemi tecnici" che da del suo meglio.

la playlist:

sonic youth - disconnection notice
rolling stones - empty heart (nanker phelge)
the trashmen - surfin bird
beatallica - help!
thin lizzy - the sun goes down
judas priest - evil fantasies
pentagram - the world will love again
all them witches - 41
entombed - hollowman
doomraiser - loathsome explorer interpolation
circle of rhinos - behold, the hunt night
amphist - what the thunder said
rattenkonig - intro
rattenkonig - petrolio
rattenkonig - massacri
nick cave & warren ellis - the road (the road ost)
lcd soundsystm - on repeat
the international noise conspiracy - under a communist moon

* il "quasi" è d'obbligo poiché il progetto 25 o'clock permane, per sua natura, in una dimensione sospesa di inconcludenza e incompletezza.

punk "filosovietico"

Data di trasmissione
con il consueto chaos che contraddistingue le puntate in cui è gradito ospite "p38punk", farfugliamo sugli albori del punk italiano post '77, e del filone "punk filosovietico", ossimoro apparente, cui p38punk si occupano di rinvigorire i fasti con questo appuntamento.
 
 

> '77

Data di trasmissione
puntata "classica" di 25 o'clock: musica, missaggio, conduzione. come da un po' di tempo non se ne sentivano. il pretesto è ripercorrere il punk & postpunk > di '77. una buona occasione per riproporre il format radio con cui, ad ogni modo, abbiamo vissuto.
 
la playlist
sonic youth - disconnection notice
p.i.l. - memories
wire - field day for the sunday
wire -three girl rhumba
elastica - connection
buzzcocks - moving away from the pulsebeat
sid vicious - my way
x - soul kitchen
sioux & the banshees - switch
giardino violetto - la legge del padre
pere ubu - laughing
the lounge lizard - conquest of rar
the raincoats - go away
the raincoats - dancing in my head
x rated - blockhead dance
mission of burma - learn now
sonic youth - high mesa
scritti politti - skank bloc bologna
steel pulse - ku klux clan
the international noise conspiracy - under a communist moon

con, wendy?!, plutonium baby e the devil's hand

Data di trasmissione
Durata 25m 4s
Durata 24m 33s
Durata 13m 54s
i tre interventi in diretta di wendy?! (lorenzo), plutonium baby (filippo), davil's hand (roberto) per presentare quella sporca cinquina - punk rock contro il razzismo, nell'ambito di ondarossa festa 2019.
ondarossa festa si tiene quest'anno a strike - spazio pubblico autogestito. una due-giorni di incontro, cultura, media indipendenti, buona cucina, musica e spettacolo, il 14 e 15 giugno - via partini 21 casalbertone/portonaccio a roma.

furore-ritmo-africa

Data di trasmissione
Durata 1h 58m 35s
furore-ritmo-africa

la musica - lo ripetiamo sovente - non conosce frontiere, confini, 'razza'. la si può piegare all'utilizzo per fini "strumentali", ma la sua natura intima resta di emulazione, contaminazione, plagio, almeno così ci piace pensare. nasce nella risonanza di nervi e muscoli al ritmo, all'andatura. si può tracciare un itineraio assonante, che attaversa ogni angolo remoto del pianeta, senza incorrere in ostacoli frapposti. è tempo che l'umanità intera possa seguire il percorso che desidera.
 

la playlist

1. sonic youth - disconnection notice
2. ali farka tourè + ry cooder - sega + amandrai
3. imarhan - imuhagh + tumast
4. dissidenten - morock'n roll
5. goat - ghoatchild
6. tinariwen - tahalamot
7. melè (leo alarcon & ife franklin) - ife afro (playroom boston afrodrumz mix)
8. mamoutou dembélé - taro maro
9. sumé - kalaaliuvunga (i am a greenlander)
10. black heat - wanaoh
11. lcd soundsistem - movement
12. la luz - floating feature + cicada
13. the limiñanas - trois bancs
14. melvins - flamboyant duck
15. giant sand - down on town (love non answer)
16. underworld & iggy pop - bells & circles
17.  a certain ratio - be what you wanna be
18. sleaford  mods - dreg
19. the international noise conspiracy - under a communist moon

fine anno antiautoritario: "in-sicurezza"

Data di trasmissione
la puntata di mercoedì 19 dicembre 2018.
 
 
1. sonic youth - disconnection notice
2. alma irata - crushed bones
3. brant bjork - 1968
4. the stooges - 1969
5. wire - pink flag
6. tene me quia fuggio - in-sicurezza
7. talking heads -  artist only
8. pere ubu - the modern dance
9. devo - gut feeling
10. light the bob - zetankamon (band version)
11. throbbing gristle - looking for the oto
12. animal collective - airpipe (to a new transition)
13. chiris carter's chemistry lesson - noise floor
14 goodspeed you! black emperor - bosses hang
15. underworld & iggy pop - bell & circles
16. sleaford mods - dregs
17. the international noise conspiracy - under a communist moon

fuggire (d)alla schiavitù.

Data di trasmissione

'tene me quia fuggio ' sono un progetto musicale proveniente dalla zona di capo leuca, estremo
lembo meridionale del salento.

intervengono per raccontare il loro percorso artistico, sociale, e di azione politica, gigi
- dagli studi della radio, e fulvio, telefonicamente.

ci raccontano, con partecipato impeto, le storie della loro terra, e di altre esperienze  in più remoti territori, lo fanno bene. lo sanno fare ancora
meglio nei 'live' e nella loro produzione discografica, che delle esecuzioni dal vivo, è diretta propaggine e conseguenza.

https://www.openddb.it/musica/t-m-q-f-tene-me-quia-fuggio/

surreale: p38punk a 25o'clock

Data di trasmissione

 

 

si surreale! a 25 o'clock mancavano p38punk: la band romana che dal 1991 milita nei e fra i movimenti con alterna intensità creativa. qusto è un momento creativo: poche settimane fa hanno prodotto il loro ultimo 6 tracce - stampato anche in vinile - dal titolo "la  morte delle nazioni". ce lo vengono a raccontare in radio. fin qui tutto facile, se non che, come sempre nel contesto del mercoledì notte si spazia, si parte per la tangente, si salta di palo in frasca si perde il filo. benchè la scaletta sia ben tracciata dal succedersi cronologico del disco, ci si perde sovente, si, però con disordine.... fra citazioni dotte e freddure da denuncia, alla fine, ma proprio alla fine c'è pure un senso: l'ortodossia del socialismo, il caos del punk.  ma soprattutto ascoltatevi le tracce del disco che è da paura!!!

«wendy?!» presentazione di «idols & gods»

Data di trasmissione

 

....facciamo solo del fottutissimo rock and roll!
ci occupiamo della presentazione del nuovo disco (uscito da qualche settimana ndr.) degli "wendy?!".
la formazione romana, attiva dal 2011, pubblica questa terza release dal titolo "idols & goods", che a loro dire, è il lavoro meglio compiuto per  composizione e produzione. un punto di vista che ci convince.
ne parliamo in radio con alessandro (chitarra) e lorenzo (chitarra e voce), scoprendo che non c'è nessun dio ne idolo da rispettare, ma solo una esortazione a vivere il proprio tempo per come si è, seguendo la propria attitudine. l'attidudine punk/rock appunto.

http://www.wendyofficial.com/

4 marzo, Stand your ground fest (pt. 2): concerti a sostegno di Radiondarossa

Data di trasmissione
Torpedos RomaRadio Onda Rossa e CSOA ex Snia sono lieti di presentare la seconda edizione dello STAND YOUR GROUND FEST.
 
4 marzo 2017 al CSOA ex Snia (via Prenestina 173, Roma):
dalle ore 19 concerti con:
 
FUN (Spqr Oi! from 80's)
BULL BRIGADE (Motorcity Oi! Torino)
AFFLUENTE (Fondamentalismo Hardcore Ascoli Piceno)
TULLAMORE (Celtic Punk da Pavia)
ASSEDIO (Hc banale scontato dalla Tuscia)
THE UNBORN (Street Punk Horror dalla Tuscia)
 
Entrata: 5 €uro.
Iniziativa a sostegno di Radio Onda Rossa (ma puoi sottoscrivere anche qui)
 
Per info e aggiornamenti puoi seguire l'evento qui.
 
 
 
 
Sulle band che si esibiranno, dal nostro archivio:
Affluente & more.