Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Vento di libertà? Segnali contrastanti da Euskal Herria

Dopo aver salutato la liberta di Karlos, militante basco assolto dalla magistratura spagnola dopo essere stato costretto a quindici anni di latitanza e ad un anno di carcere in Italia, oggi abbiamo ospitato un compagno di Andoain, paese natale di Karlos, con il quale abbiamo parlato della vicenda del suo compaesano, della lotta per l'amnistia e delle notizie che sono arrivate dal paese Basco in questi giorni, dall'assoluzione per i compagni di Askapena alla liberazione di Aingeru, il militante basco implicato nella stessa vicenda di Lander Fernandez, il primo caso basco a Roma; dall'arresto

Ongi etorri Karlos!

Karlos è finalmente libero! Dopo un'odissea giudiziaria durata oltre 15 anni Karlos Garcia Preciado, militante basco costretto a 15 anni di clandestinità e da un anno in carcere in Italia, ha ottenuto l'assoluzione da parte della magistratura spagnola.

Con Karlos ed i compagni e le compagne di "Un caso basco a Roma" abbiamo raccontato la vicenda giudiziaria e festeggiato la libertà ritrovata.

 

Di seguito il comunicato reperibile su uncasobascoaroma.noblogs.org

 

 

Un caso basco a Roma: Karlos libero!

Questa mattina il tribunale di Madrid si è espressa a proposito del caso di Karlos un compagno basco condannato a 16 anni di carcere in Spagna che avrebbe dovuto scontare una volta estradato dall'Italia. Lo scroso 22 novembre, infatti, era arrivata la sentenza di Cassazione del tribunale di Roma che aveva deciso per l'estradizione. Karlos ha scontato 8 mesi in isolamento a Rebibbia e questi ultimi mesi è stato detenuto nel carcere di massima sicurezza di Rossano Calabro.

Durata 0m 55s

Cassazione estrada il compagno basco Karlos

http://uncasobascoaroma.noblogs.org/

 

Italia e Spagna due facce della stessa medaglia

E’ arrivata la sentenza di Cassazione del tribunale di Roma,
Karlos verrà estradato.
Non conosciamo ancora le motivazioni ma poco importa, ancora una volta lo stato italiano avallando le richieste dello stato spagnolo, diventa complice della repressione cieca con la quale il governo di Madrid continua a perseguitare la dissidenza Basca.

Durata 4m 28s