Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Carlo Giuliani ragazzo

Data di trasmissione

Da Pillola Rossa

"L’analisi di foto nuove di P.zza Alimonda (ma conosciute dai magistrati) fa emergere una sconvolgente verità: intorno alle ore 17.30 del 20 Luglio 2001, in presenza di ufficiali di grado elevato della polizia e dei carabinieri, qualcuno infierisce su Carlo Giuliani ferito invece di aiutarlo, senza sapere se sia vivo o morto. Una versione assurda e puerile risale la linea di comando e viene validata in Questura intorno alle 18.00: Carlo sarebbe morto a causa di un sasso. Dura un attimo, l’evidenza la spazza via. Ma quando i primi soccorritori tolgono il passamontagna scoprono una profonda ferita in fronte che viene certamente prodotta mentre la piazza è sotto il controllo delle forze dell’ordine. Inspiegabilmente il passamontagna è integro, e non dovrebbe. Un atto orribile si compie in quella piazza dopo il ferimento. E’ questo orrore che si voleva coprire con l’archiviazione? Spaccare intenzionalmente la testa ad un moribondo invece di soccorrerlo è ancora reato in questo paese?"

Partiamo da quel sasso per raccontare ancora l'omicidio di Carlo Giuliani e lo facciamo con un compagno che si trovava a Piazza Alimonda quel 20 luglio del 2001. L'accanimento sul corpo di Carlo Giuliani lo hanno visto in molti, strappato ai compagni che aspettavano l'ambulanza, sul corpo di Carlo vengono dati tre forti colpi con una pietra. E lo facciamo con la testimonianza di Haidi Giuliani che quel corpo "le hanno consigliato di cremarlo" ma la prima domanda che si pone è perchè Carlo ha una fasciatura in testa?

Ancora da Pillola rossa

"Quando Lauro urla sei stato tu col tuo sasso non è uscito di senno. Ha un problema grave da risolvere, da giustificare, e non è solo la morte di un manifestante, che anzi dal suo punto di vista (e da quello dei giudici) è persino legittima.
Lui non vuole coprire il colpo di pistola allo zigomo con il sasso. Lui deve giustificare la ferita in fronte con il sasso. Una ferita di cui non avrebbe dovuto sapere, visto che non erano ancora arrivati i soccorsi e un passamontagna integro la ricopriva.
Quello che accade dopo è molto più grave ed inaccettabile dello sparo in faccia ad un ragazzo. E’ incredibile al punto da generare anche una scusa incredibile, ma impellente.
Sparare e uccidere è accettabile dal punto di vista di Lauro, quello che succede dopo non lo è più, deve essere accollato a qualcuno, e capita al primo manifestante che ha la forza di rompere quel silenzio irreale con un grido: ASSASSINO!"

 

 

Redazionale dedicato ai vent'anni di Genova 2001

Data di trasmissione

Redazionale di Radio Onda Rossa interamente dedicato ai fatti accaduti vent'anni fa a Genova durante lo svolgimento del G8.

Con diversi interventi direttamente dal capoluogo ligure abbiamo riflettuto sugli eventi del 2001 e le loro conseguenze sul presente, di come questi fatti vengono raccontati vent'anni dopo dalla stampa mainstream e di quanto sia sbagliata l'intrepretazione disfattista che indica che Genova è stata la fine di un movimento. Come ogni 20 luglio abbiamo anche ricordato Carlo Giuliani attraverso la testimonianza di un compagno romano che l'aveva conosciuto.

Dal palco di piazza Alimonda abbiamo sentito l'intervento della rappresentante dell'Associazione Amicizia Italia-Cuba. Poi, abbiamo avuto la possibilità di parlare con Rosa, madre di Dax, dell'importanza di continuare a cercare la verità su ciò che è accaduto a Genova nel 2001. Abbiamo anche ascoltato tre testimonianze su alcune delle diverse realtà che hanno partecipato a quelle giornate: una compagna francese, i compagni di Firenze, Torino e chi faceva parte del Genova Legal Forum e del Genoa Medical Forum.

Infine, abbiamo riproposto gli audio prodotti allora da Radio GAP e Indymedia per rivivere la cronaca della repressione durante la giornata del 20 luglio.

Buon ascolto e nessun rimorso!

Genova 2001-2019: la memoria è un ingranaggio collettivo

Data di trasmissione
Durata 21m 27s
Durata 24m 20s

Genova per noi: 3 giornate di iniziative, ne parliamo con due avvocate che parteciperanno alla 3 giorni di confronto e iniziative

=========

per non dimentiCarlo

=========

Questo il programma

Venerdì 19 luglio Ore 15-20

Presso il CAP (CRAL Autorità Portuale) via Albertazzi 3 r (di fronte alla Caserma dei Vigili del Fuoco)

Giornata di studio e di confronto:

Modello di gestione dell’ordine sociale e programma politico in atto.

Ore 15 apertura dei lavori: Haidi Giuliani e Gilberto Pagani.

 

Ore 15,30 prima sessione:

Il diritto penale del nemico e la deriva politica e giudiziaria verso un regime di comando. Dietro e oltre le leggi di sicurezza a diciotto anni dalla sperimentazione del G8 di Genova.

 

Relatori: Livio Pepino, Gianluca Vitale, Enrico Zucca (in attesa di conferma).

Ne discutono: Cesare Antetomaso, Simonetta Crisci, Claudio Novaro, Giovanni Russo Spena.

 

Ore 17:30 seconda sessione:

La regola dell’eccezione: lo stato di polizia, un metadispositivo di controllo e disciplinamento. Tra panottico carcerario ed economia della sorveglianza, procedure di militarizzazione e strutture di apartheid.

 

Relatori: Caterina Calia, Maria Luisa D’Addabbo, Salvatore Palidda.

Ne discutono: Alessandra Ballerini, Sandra Berardi, Ornella Favero, Eleonora Forenza, Luca Greco, Luisa Mondo.

 

Organizzano: Osservatorio Repressione, Movimento Antipenale, Comitato Piazza Carlo Giuliani

 

Sabato 20 luglio, Ore 15-19,45

Piazza Alimonda

 

PER NON DIMENTICARLO

Con le canzoni e la musica di Altera, Contratto Sociale Gnu-Folk, Pardo Fornaciari con il Coro Garibaldi d’assalto, Luca Lanzi della Casa del Vento, Alessio Lega, Malasuerte FiSud, Lele Ravera (LRB Liberdade), Marco Rovelli con Massimiliano Furia, Pupi di Surfaro, Renato Franchi e l’Orchestrina del Suonatore Jones.

Con interventi dal palco.

Organizza: Comitato Piazza Carlo Giuliani

 

Domenica 21, Ore 15

presso il CSOA Pinelli, via Fossato Cicala 22 – Sangottardo

 

Grande Torneo di calcio su un campetto di periferia

Quest’anno nuove emozionanti regole: si giocherà 4 contro 4 ed ogni squadra dovrà avere in organico un under 14. Vittoria assicurata per ogni giocatore/giocatrice che si divertirà!

CARLO VIVE

Organizza: Centro Sociale Pinelli

Genova, 15 anni dopo: i genitori di Carlo Giuliani presentano le iniziative per ricordarlo

Data di trasmissione

Al telefono con Haidi Gaggio, mamma di Carlo Giuliani, che ci presenta le iniziative a cura del Comitato Carlo Giuliani per il 15° anniversario dalla morte di Carlo (2001-2016).

 

Nel secondo audio: i ricordi e le considerazioni del papà di Carlo, Giuliano Giuliani.

 

Per il programma dettagliato >>> http://www.piazzacarlogiuliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=217&Itemid=713

 

Non dimentiCarlo!