Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Bolzaneto, la Corte Europea dei diritti dell'uomo riconosce le torture e l'inazione dello stato italiano

Con uno degli avvocati che ha seguito il processo per le torture a Bolzaneto, durante il G( del 2001 di Genova, commentimamo la sentenza dell Corte europea dei diritti dell'uomo di ieri sul processo per le torture nella caserma vicino Genova.

Più info:

www.supportolegale.org

Violenze di Bolzaneto: si aprono le udienze in Cassazione

Iniziano oggi le udienze del processo sulle violenze di Bolzaneto, approdato in Cassazione. La corte d'appello di Genova ha riconoscciuto come "inumano" e "degradante" il comportamento delle forze dell'ordine, dei medici e dei responsabili penitenziari presenti nella caserma di Bolzaneto, trasformata nei giorni del G8 del 2001 in una prigione di polizia, prescrivendo però i reati di "lesione", sfociati in realtà in vere e proprie sevizie.

Durata 7m 58s

Genova non è finita: 5 luglio concerto in piazza Trilussa. Ai microfoni di ROR Marco dei 99 Posse

Il 5 luglio a sostegno della campagna Genova non è finita: 10 per 100 anni di carcere ci sarà un concerto a piazza Trilussa a partire dalle 18.30. Marco Messina dei 99 Posse spiega i motivi che hanno spinto il gruppo partenopeo ad aderire alla campagna.

 

http://www.10x100.it/wp-content/uploads/2012/07/manchettegenova_3.jpg

Durata 11m 32s

Intervista a Mark Covell, giornalista ridotto in fin di vita dai poliziotti a Genova

Proponiamo l'audio dell'intervista a Mark Covell, registrata lo scorso mercoledì negli studi di Ror. Mark si trova a Roma in attesa della sentenza della Cassazione per i fatti della Diaz, ora fissata al 5 luglio.

Durata 33m 5s

Una campagna per la libertà dei compagni/e processati/e per i fatti del G8 di Genova

Ieri sera si è tenuta la seconda assemblea al Forte Prenestino per l'organizzazione di una campagna per la libertà dei compagni e delle compagne accusati/e di devastazione e saccheggio per i fatti di Genova 2001. Da qui a metà luglio l'impegno è di tenere viva una iniziativa costante che sappia rivolgersi ad ampi strati sociali, affinchè si ribalti a gran voce l'ordine del discorso: i veri devastatori e depredatori sono al potere, ad incriminarli dovrebbe essere l'intera popolazione!