Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Manda i tuoi materiali per la prossima scarceranda

12 dicembre 1969 - 2014: strage di stato

Data di trasmissione

Redazionale con una compagna del Gruppo anarchico Carlo Cafiero di Roma, Roberto Gargamelli dell'Associazione Valpreda e in collegamento con Silvia Pinelli, una delle figlie di Pino Pinelli.

 

Venerdì 12 dicembre dalle 20:00 in poi allo Spazio Anarchico “19 luglio” in via Rocco da Cesinale 18 (Metro B Garbatella) iniziativa dibattito con i testimoni e le vittime della strage di Piazza Fontana.

 

http://carlocafiero.org/

 

Durata 53m 12s

Pinelli assassinato, nessuna pace con lo Stato! Piazza Fontana 43 anni dopo

La strage di Piazza Fontana e l'assassinio di Pinelli rappresentano una cesura nella vita del paese e nella storia della conflittualità sociale. Ancora oggi continua il tentativo di manomettere la verità sulle bombe del 12 dicembre, apparsa chiara sin da subito e avvalorata dal lavoro politico di controinchiesta svolto in quegli anni, al fine di scagionare lo Stato e i suoi servitori da ogni responsabilità. Questa sera iniziativa dibattito allo spazio anarchico "19 luglio", via rocco da cesinale 18 (Garbatella).

Durata 57m 56s

Riflessioni a 42 anni da: omicidio Pinelli - Piazza Fontana (collettivo anarchico "Cafiero")

Spazio molto interessante di discussione circa l'omicidio Pinelli a cura del collettivo anarchico "Cafiero" di Garbatella e lancio dell'iniziativa: 12 DICEMBRE 1969 – 12 DICEMBRE 2011 @ ZONA RISCHIO – via di Pietralatella, ROMA Ogni volta che cade l’attenzione, e/o cede la memoria sui fatti attinenti alla strage di stato, emerge un nuovo tentativo di riazzerare la situazione e revisionare la storia ad uso del potere. Far sembrare democratico uno stato di guerra, far sembrare indispensabile lo sfruttamento, ed inasprire sempre di più la condizione sociale collettiva.

Piazza Fontana, quale "nuova" verità? Le trame, le bombe, la morte di Pinelli: la strage è di Stato!

Data di trasmissione

Le bombe del 12 dicembre 1969 rappresentano la strategia e il terreno di repressione scelto dallo Stato per  tenere testa al movimento di classe dell'epoca. Aldilà di ogni tentativo di falsificare e pacificare la memoria. Interviene un compagno del circolo 22 Marzo.

Durata 1h 1m 11s