Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

La scuola in assenza

Data di trasmissione
Durata 1h 6m 16s

Dopo l’assemblea radiofonica sulla scuola di domenica scorsa, la trasmissione raccoglie altri contributi: l’assenza di una normativa che regoli la didattica a distanza, la mobilitazione per contrastare le invasive richieste di dirigenti sulla insensata Vad (valutazione a distanza), l’appello sulla necessità di portare la scuola e il diritto allo studio al centro del dibattito politico e pubblico in relazione alla fase 2.
Segue confronto in studio sulle criticità infrastrutturali e strutturali che impediscono di fatto la possibilità di riaprire e sull’annunciato arrivo del “Comitato di esperti” nominato dalla Ministra con l’obiettivo di predisporre un piano per il futuro prossimo della scuola: esperti che sembrano molto lontani dalla didattica e dalla scuola reale.

Qui l'appello a cui fa riferimento il terzo contributo andato in onda:

https://secure.avaaz.org/it/community_petitions/ministra_della_pubblica…

Continueremo a raccogliere le esperienze e le riflessioni di insegnanti, genitori e di chiunque abbia a cuore la scuola, potete dire la vostra telefonando allo 06 56566682 e registrando un audio dopo il bip, oppure collegandovi al sito https://messaggeria.degenerazione.xyz/ror, infine scrivendo a oradibuco@ondarossa.info.

AEC sulle barricate: manifestazione giovedì 12 in Campidoglio

Data di trasmissione

Nella prima metà della trasmissione un'esponente del Comitato romano AEC (assistenti educativi culturali) illustra le condizioni di lavoro di queste figure professionali e le rivendicazioni per lo sciopero e il presidio di giovedì 12 dicembre alle ore 10 in Campidoglio.

Nella seconda parte, una corrispondenza con Renata Puleo del Comitato NoInvalsi ci aiuta a fare il punto sui test OCSE-PISA i cui risultati sono stati recentemente diffusi suscitando un ingiustificato allarmismo mediatico circa le condizioni del sistema scolastico italiano.

Valutare senza INVALSI si può!

Data di trasmissione

Presentazione del volume "Valutare senza INVALSI si può! Muri a secco e colate di cemento" (edizioni Anicia) di Renata Puleo con l'autrice in studio.

Da oltre dieci anni, l'INVALSI, somministra prove standardizzate censuarie a tutta la platea scolastica, oggi, con un interesse particolare per la prima infanzia, nell’ottica della precoce validazione delle competenze.

Nella discussione viene svelata l'ideologia sottesa a queste prove sbandierate come neutre e oggettive, analizzata l'inadeguatezza dei test nel valutare, posti esempi delle prove Invalsi che propongono in modo sotterraneo una visione acritica della società e ispirano docilità e obbedienza.

Nell'ultima parte si riflette sul fatto che dai cinque anni in poi per tutta la vita attiva, secondo l'ideologia del long life learning, le persone sarebbero tracciate nei loro comportamenti e nelle loro idee, anzi il destino di ciascuno sarebbe determinato e previsto fin dalla prima infanzia.

Si possono trovare altri spunti nel blog:

https://genitoreattivo.wordpress.com/

Università e ricerca: un'analisi sull'Anvur

Data di trasmissione
Durata 14m 26s

L'ANVUR è l'Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca. Cosa si nasconde dietro questo acronimo e dietro questa struttura? Come si valuta in Italia il lavoro cognitivo sempre più oppresso dal paradigma della produttività?

 

Un'analisi dell'ultimo rapporto biennale di valutazione, a cura del collettivo Sapienza Clandestina.

 

Per un'analisi generale del merito e della valutazione e una critica di tali logiche si rinvia a questo redazionale: https://www.ondarossa.info/redazionali/cattiva-scuola-critica-della-cultura-della-valutazione

Scuola: boicottare i test Invalsi

Data di trasmissione

Anche quest'anno parte la campagna di boicottaggio delle prove Invalsi. Le prove sono previste per il 5 maggio (scuole elementari) e per il 12 maggio (istituti superiori di secondo grado).

La lotta contro le prove Invalsi sta unendo studenti e docenti.

 

Una compagna del liceo Virgilio ci presenta l'assemblea che si terrà giovedì, ore 14.30, al liceo "Terenzio Mamiani".

Pisa [università]: boicottaggio della VQR

Data di trasmissione
Durata 12m 37s
Entro lunedì 14 marzo, 50mila docenti dovranno caricare le loro pubblicazioni nel sistema della valutazione (Vqr). In migliaia stanno aderendo al boicottaggio. I rettori sono preoccupati, mentre il movimento cresce.
 
Il boicottaggio della Vqr va avanti dallo scorso autunno e al momento il boicottaggio coinvolgerebbe tra il 5 e il 20 % dei docenti e in taluni atenei la protesta si è unita ad una critica radicale agli aspetti della meritocrazia imposta dalla riforma universitaria.
 
Collegamento con una compagna del Collettivo Universitario Autonomo (Cua) di Pisa, che ci presenta l'assemblea che si è svolta oggi tra studenti e docenti.
 
 

La valutazione: dal mito alla realtà

Data di trasmissione
Durata 54m 20s
Durata 53m 11s
Approfondimento sulla valutazione nelle scuole: la retorica dell'oggettività delle prove e dei voti, il proliferare delle griglie, la moltiplicazione di indicatori, criteri, livelli: breve viaggio alla ricerca di come e cosa si valuta nelle scuole e a cosa serve questa valutazione.

 

Trasmissioni del 3 e 10 febbraio 2015

I devoti dei test e dei tagli

Data di trasmissione
Durata 55m 58s

Puntata del 23 aprile 2013. In vista dei tre giorni di sciopero contro l’Invalsi (a maggio, il 7 alle elementari, il 14 alle medie ed il 16 alle superiori) di tutto il personale della scuola, un approfondimento sull’impianto ideologico dei test invalsi, sulle strategie di distrazione dai tagli, dai posti di lavoro persi, dal diritto allo studio ormai dimenticato.

Le cariche della polizia a Pisa contro studenti e studentesse che contestavano Profumo e Amato, al convegno “Uguaglianza dei meritevoli”

(S)valutare la scuola pubblica

Data di trasmissione
Durata 48m 48s

Si parla ancora di valutazione delle scuole (Sistema Nazionale di Valutazione e Invalsi) a partire da un’iniziativa organizzata da un coordinamento di insegnanti di Ostia per venerdì 12 aprile, in vista degli scioperi nelle giornate delle prove Invalsi (http://www.cobas-scuola.it/)

Poi notizie sul blocco degli stipendi dei/delle precari/e temporanei

Profumo non se ne va, ci valuta

Data di trasmissione
Durata 53m 16s

In limine mortis, il governo di Monti rigor mortis approva il nuovo Sistema Nazionale di Valutazione erigendo l’Invalsi a arbitro unico, l’OCSE a guida per tutte le scuole, i/le docenti, gli/le studenti e tutto il personale scolastico.

Corrispondenza con un compagna dei Cobas di Bari sulla questione dei licenziamenti di neoassunti/e della scuola paventati e poi ritirati.