Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

G8, Cassazione le motivazioni della sentenza, analizzate dall'avv. Romeo

 Un'analisi dell'avvocato Romeo relativa alle motivazioni della sentenza Diaz da parte della Cassazione, dalla quale emergono chiare le responsabilità dei vertici e degli apparati delle forze di polizia, a partire dall'attuale sottosegretario del governo Monti, De Gennaro.

 

Durata: 22:18''  

Durata 22m 18s

Massacro alla Diaz, g8 2001: risarcimento per Mark Covell

Il giornalista inglese Mark Covell, massacrato e ridotto in fin di vita nel luglio del 2001 all'esterno della Diaz, ha ottenuto un risarcimento da parte dello stato italiano.  Mark ha dichiarato di voler andare avanti, affinchè siano riconosciute le responsabilità di tutte le violenze commesse nei confronti delle 93 persone della Diaz e di Bolzaneto.

Ne parliamo con il suo avvocato. 

Durata: 9'15''

Genova per noi: l'occhio sensibile di una telecamera

Data di trasmissione

Continuano i redazionali di ROR dedicati alla nostra memoria delle manifestazioni del g8 di Genova 2001.

Con l'occasione dell'inizio della campagna 10x100.it, in studio due registi, Wilma Labate e Roberto Giannarelli, presenti in piazza durante le giornate di mobilitazione, insieme ad altri registi e registe. L'occasione per raccontare un altro punto di vista sulle mobilitazioni e sulla brutalità delle forze dell'ordine, quello di chi ha scelto consapevolmente "da che parte stare" con la cinepresa.

Una campagna per la libertà dei compagni/e processati/e per i fatti del G8 di Genova

Ieri sera si è tenuta la seconda assemblea al Forte Prenestino per l'organizzazione di una campagna per la libertà dei compagni e delle compagne accusati/e di devastazione e saccheggio per i fatti di Genova 2001. Da qui a metà luglio l'impegno è di tenere viva una iniziativa costante che sappia rivolgersi ad ampi strati sociali, affinchè si ribalti a gran voce l'ordine del discorso: i veri devastatori e depredatori sono al potere, ad incriminarli dovrebbe essere l'intera popolazione!