Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !Ascolta lo Straming di ROR !Ascolta lo stream MP3

Aggiornamenti dalla Catalogna

In Catalogna continua la partita a scacchi tra Generalitat e Governo centrale, mentre il capo della polizia locale viene convocato dall'Audiencia Nacional (la corte di giustizia erede del vecchio tribunale dell'ordine pubblico franchista) e non è ancora chiaro se il Parlamento catalano, il prossimo lunedì, potrà aprire o meno.

Sciopero generale in Catalogna

A 48 ore dal referendum sull'indipendenza è in corso in tutta la Catalogna uno sciopero generale, indetto dalle principali forze politiche e sindacali catalane per protestare contro le violenze avvenute nei pressi dei seggi e la repressione operata da parte della guardia civil.

Nella prima corrispondenza, un compagno della CUP di Valencia ci racconta cosa succede nei territori più prossimi linguisticamente e culturalmente alla Catalogna e quali sono le prospettive politiche delle varie forze della sinistra antagonista.

Barcellona - Commenti intorno al referendum e sulla violenza militare e fascista

Data di trasmissione
2 mesi ago

Con due compagne conduttrici di "Harraga", trasmissione di Radio Bronka, commentiamo le ultime giornate di militarizzazione e violenza fascista nelle strade di Barcellona.
La lunga corrispondenza analizza le posizioni referendarie, la tensione sociale e il posizionamento dei e delle compagne.
Queste analisi sono andate in onda venerdì pomeriggio, prima dell'escalation di queste ultime ore.
Buon ascolto

Durata 47m 12s

Barcellona: arresti e proteste di piazza in vista del referendum sull'indipendenza catalana

Con il nostro inviato a Barcellona facciamo il punto della situazione in Catalogna dopo gli arresti e le proteste di ieri 20 Settembre a pochi giorni dal referendum indetto dal governo catalano per l'indipendenza dallo Stato spagnolo

A Barcellona centinaia di migliaia in piazza per la Diada

In occasione della Diada, la festa nazionale catalana, centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza a Barcellona per supportare il referendum sull'autodeterminazione che si terrà il prossimo primo di ottobre e che è violentemente osteggiato dal Governo spagnolo.

La situazione a Barcellona e gli eventi che hanno segnato questa fine d'estate, dalla strage sulla rambla fino alla Diada, nelle parole del nostro corrispondente

Barcellona: analisi post-attentato sulla Rambla

Data di trasmissione

Con Victor, redattore de La Directa, ripercorriamo i fatti avvenuti a Barcellona giovedì scorso, dove un attentato rivendicato dall'ISIS ha fatto 15 morti e oltre 100 feriti, di cui molti assai gravi.

Quali sono state le reazioni della città e quali quelle dei musulmani anti-ISIS? Come stanno reagendo le forze della sinistra? Quali sono le responsabilità della Corona spagnola e come si è mosso il governo centrale di Madrid?

Infine, quali le prospettive della Catalogna alla vigilia del referendum indipendentista?

Durata 27m 32s

Guardia urbana di Barcellona, frammenti di cronaca nera

A Barcellona, viene trovato cadavere nella sua automobile un agente della Guardia urbana, la polizia municipale. Ad essere accusati dell'omicidio la sua compagna, che veniva ricattata dall'ucciso attraverso la triste pratica del revenge porn, e l'amante di lei. Dalle indagini emerge che tutti i protagonisti della vicenda hanno a che fare con la misteriosa morte di un venditore ambulante di Barcellona, caduto rovinosamente in un crepaccio nel parco di Montjuic dopo un'operazione a cui hanno preso parte sia il poliziotto morto sia i suoi presunti assassini.