Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !Ascolta lo Straming di ROR !Ascolta lo stream MP3

Barcellona: analisi post-attentato sulla Rambla

Data di trasmissione

Con Victor, redattore de La Directa, ripercorriamo i fatti avvenuti a Barcellona giovedì scorso, dove un attentato rivendicato dall'ISIS ha fatto 15 morti e oltre 100 feriti, di cui molti assai gravi.

Quali sono state le reazioni della città e quali quelle dei musulmani anti-ISIS? Come stanno reagendo le forze della sinistra? Quali sono le responsabilità della Corona spagnola e come si è mosso il governo centrale di Madrid?

Infine, quali le prospettive della Catalogna alla vigilia del referendum indipendentista?

Durata 27m 32s

Guardia urbana di Barcellona, frammenti di cronaca nera

A Barcellona, viene trovato cadavere nella sua automobile un agente della Guardia urbana, la polizia municipale. Ad essere accusati dell'omicidio la sua compagna, che veniva ricattata dall'ucciso attraverso la triste pratica del revenge porn, e l'amante di lei. Dalle indagini emerge che tutti i protagonisti della vicenda hanno a che fare con la misteriosa morte di un venditore ambulante di Barcellona, caduto rovinosamente in un crepaccio nel parco di Montjuic dopo un'operazione a cui hanno preso parte sia il poliziotto morto sia i suoi presunti assassini.

I nuovi pericoli pubblici: venditori ambulanti a Barcellona, un mestiere pericoloso

Per ironia della sorte, un giorno prima della tragica morte di un venditore ambulante di origine africana a Roma, avvenuta in seguito ad un controllo della polizia municipale, abbiamo dedicato un'intera puntata della trasmissione radio Euskadi al racconto delle terribili condizioni di vita dei venditori ambulanti africani di Barcellona, i cosiddetti top manta.

Barcellona in piazza in solidarietà con i richiedenti asilo

Una marea umana, almeno 160.000 persone, ha manifestato nel fine settimana per le vie di Barcellona per mostrare il proprio appoggio e la propria solidarietà a profughi e richiedenti asilo, mentre il governo centrale boicotta le operazioni di smistamento delle poche migliaia di persone che l'Unione Europea ha affidato alla gestione di Madrid.

In Catalogna a processo l'ex Presidente del governo regionale

L'ex Presidente della Generalitat, il governo autonomo catalano, si trova sotto processo per il suo ruolo nell'organizzazione del referendum consultivo sull'indipendenza catalana tenutosi nel 2014 e ritenuto illegale dal Governo spagnolo: rischia fino a dieci anni di inabilitazione dai pubblici uffici. Nel frattempo, la stragrande maggioranza delle forze politiche catalane si appresta ad organizzare un altro referendum sul diritto all'autodeterminazione che si terrà con ogni probabilità a settembre.

A Barcellona chiude il CIE ma continua la caccia ai top manta

Notizie contrastanti dalla capitale catalana, il CIE della Zona Franca continua ad essere inattivo, pur se si attende un giiudizio della magistratura spagnola che potrebbe consentirne la riapertura, mentre continua la caccia alle streghe contro i "top manta", i venditori ambulanti di origine africana, nei confronti dei quali è in atto una vera e propria caccia alle streghe