Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Tappabuchi

Data di trasmissione

ntervento in studio delle lavoratrici e dei lavoratori del contact center di GSE sul cambio appalto in corso nel quale non si vogliono fornire garanzie nè sulla continuità contrattuale nè sulla locazione dei posti di lavoro. Insomma in bilico fra licenziamento e passaggio ad Almaviva, per questo in sciopero oramai da oltre una settimana.
Nel corso della trx è intervenuta una lavoratrice del call center Transcom di Bari minacciati di licenziamento travestito da trasferimento.

Corteo Almaviva, migliaia in piazza la polizia tenta di spaccare il corteo

Data di trasmissione

Il corteo di Sabato 21 gennaio promosso dal Comitato lavoratori ex Almaviva 1666 ha visto scendere in piazza tante componenti sociali: le lavoratrici Almaviva in prima fila, gli autoconvocati telecom, lavoratori dell'Ama e di Alitalia, i lavoratori dei canili di Muratella e i movimeni di lotta per il diritto all'abitare. Il corteo partito da Piazza della Repubblica è stato bloccato due volte, la prima per un presunto pacco bomba nei pressi di via Cavour e l'altra nei pressi dei Fori imperiali dove le forze dell'ordine hanno tentato di spaccare il corteo infilandosi tra la lotta per la casa e i lavoratori ce si trovavano nella prima parte della manifestazione. Abbiamo analizzato la giornata, ai microfoni di Radio Onda Rossa, con Luca dei Calsh City Workers di Roma e una ex lavoratrice Almaviva del Comitato 1666.

 

La seconda corrispondenza è tratta da "Corrispondnze operaie" (23 gennaio 2017).

Raffinerie Eni (Gela); Uptime (call center - Poste italiane - Roma)

Data di trasmissione

  
223° puntata: collegamento con un lavoratore delle raffinerie dell'Eni di Gela. Da una settimana la lotta va avanti con blocchi stradali degli snodi centrali della città. La mobilitazione continua (col supporto dell'intera città) in quanto sia azienda che politica istituzionale non danno risposte rispetto al piano di licenziamenti provocati dal mancato rispetto di un precedente accordo di riconversione di alcune parti dello stabilimento.
Collegamento con una lavoratrice del call center Uptime spa, che lavora per Poste Italiane: circa un centinaio di lavoratori e lavoratrici rischiano di perdere il posto di lavoro (dopo circa 15 anni) per un accordo al ribasso operato da Poste Italiane. Da circa 6 mesi i lavoratori hanno cominciato una vertenza caratterizzata da varie forme di protesta e sensibilizzazione.
Sul finire, aggiornamenti dalla vertenza alla Bormioli di Fidenza (Parma), dai lavoratori dell'Ilva di Genova e presentazione della prossima puntata che vedrà uno speciale sul rinnovo dei contratti del settore metalmeccanico e dei ferrotranvieri.