Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

18 maggio: presidio per la Palestina all'ambasciata USA. La voce di due compagni dell'UDAP

Data di trasmissione
Durata 48m 17s

In studio con due compagni dell'UDAP (Unione Democratica Arabo Palestinese) per parlare della situazione della Palestina dopo la recente mattanza dell'esercito israeliano.

Dopo la manifestazione nazionale a Roma e il presidio a Montecitorio di ieri, è stato indetto per venerdì 18 maggio un presidio davanti l'ambasciata USA.

Qui l'appello:
PRESIDIO PER LA PALESTINA ALL'AMBASCIATA USA

- Contro il trasferimento dell'Ambasciata USA a Gerusalemme
- Per il Diritto al Ritorno dei profughi palestinesi
- In appoggio alle mobilitazioni popolari in Palestina

La Comunità Palestinese di Roma e del Lazio, l’Unione Democratica Araba-Palestinese (UDAP) e l’Associazione dei Palestinesi in Italia (API), invitano a partecipare al presidio di solidarietà alla Palestina che si terrà venerdì 18 maggio a Roma.

Il punto di concentramento sarà a piazza Barberini alle ore 16:30.

 

La situazione carceraria negli Stati Uniti d'America

Data di trasmissione
Durata 55m 11s

Con un compagno facciamo un punto sulla situazione delle carceri americane e sull'uso delle detenute e dei detenuti nel mondo del lavoro, soprattutto nello spegnimento degli incendi in California.

 

Abbiamo poi approfondito la situazione di Amazon e della decisione di Trump di voler spostare l'ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme.

Quale Palestina dopo la decisione di Trump su Gerusalemme?

Data di trasmissione
Durata 1h 6m 39s

Aggiornamenti dalla striscia di Gaza e dall'area di Betlemme sugli scontri e la resistenza palestinese dopo la decisione di Donald Trump di riconoscere Gerusalemme capitale di Israele. Ormai la soluzione due stati non è più praticabile, rimane quella di uno stato unico, ma per quale Palestina si lotta?

Ciclismo: il Giro d'Italia partirà da Gerusalemme. Non pedalate per i crimini israeliani!

Data di trasmissione
Durata 40m 43s

Gli organizzatori del Giro d'Italia hanno annunciato la partenza dell'edizione 2018 da Israele, con inizio a Gerusalemme, seguita da tappe da Haifa a Tel Aviv e nel Naqab (Negev). 

Come denuncia la campagna BDS, "il Giro d'Italia darà un aiuto a istituzionalizzare la presa di Gerusalemme da parte di Israele".

Per aderire alla campagna sottoscrivi qui la lettera di denuncia.

Abbiamo invitato nei nostri studi una compagna della sezione italiana di BDS.

Qui i prossimi appuntamenti: bdsitalia.org/index.php/comunicati-cambia-giro/2352-pedala-diritti

Gerusalemme: sale la tensione

Data di trasmissione

Sale la tensione a Gerusalemme, anche oggi ci sono stati scontri e spari in diversi quartieri della città. La Giordania decide di ritare il proprio ambasciatore in Israele dopo le provocazioni dei coloni alla spianata delle moschee. La Giordania gestisce tutti i luoghi sacri a Gerusalemme. Intanto Israele approva una legge che prevede pensa dai 10 ai 20 anni per i palestinesi che lanciano pietre o molotov. Un aggiornamento in questa corrispondenza.