Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Cadono e sorgono i governi sulla monnezza romana

Data di trasmissione

Ci prendiamo una mezz'ora per leggere e confrontare i passaggi sull'ambiente dei programmi elettorali dei partiti ce hanno partecipato alle recenti elezioni parlamentari stravinte dalla destra con il voto del 28% degli aventi diritto. Dopo qualche chiacchiera sui futuri problemi che potrebbero affacciarsi riguardo a inceneritori e centrali nucleari, passiamo al locale, ospitando una corrispondenza con un compagno da Guidonia per aggiornamenti sulla lotta contro l'apertura del TMB di Cerroni.

La devastazione ambientale purtroppo non va in vacanza

Data di trasmissione

Parliamo dei vari progetti di devastazione ambientale dovuti alla malagestione dei rifiuti di Roma di questa e delle precedenti amministrazione.
Contattiamo in apertura un compagno di Guidonia per parlare dei piani di riapertura del TMB prospicente alla discarica dell'Inviolata e in seguito un compagno di Albano per aggiornamenti sulla riapertura del VII invaso della discarica di Roncigliano che sta sempre più iniziando a somigliare a un'immensa Ziggurat. Durante quest'ultima corrispondenza pubblicizziamo il CORTEO CONTRO LA RIAPERTURA DELLA DISCARICA DI RONCIGLIANO di Venerdi 22 Luglio alle 18:00 in Piazza Mazzini ad Albano.

Annunci di inizio estate

Data di trasmissione

Nella puntata di oggi attraversiamo varie notizie di attualità ma dai temi disparati.

Apriamo con la situazione per le donne negli USA: dopo la cancellazione della Roe v. Wade, e quindi la possibilità che l'aborto venga vietato in molti stati, molte persone si chiedono se le app di monitoraggio del ciclo mestruale potranno essere utilizzate nell'ambito di indagini penali. Vediamo quindi come il divieto di aborto colpisce la salute delle donne anche aldilà dell'interruzione di gravidanza; e come alcuni strumenti tecnologici che sembravano innocui diventano molto sensibili al mutare dello scenario legale.

Passiamo poi ad alcuni annunci sul tema della combustione; il governo italiano si batte per i motori a combustibili derivati da massa biologica ma analoghi a quelli fossili (insomma, bioetanolo e biodiesel). Con un sofismo, si dice che questi motori sono "carbon-free", in quanto la CO2 che rilasciano è quella che hanno intrappolato durante la crescita. Sebbene questo abbia una parte di verità, colpisce come la scelta di difendere i motori a combustione interna (che ha anche dei pregi, beninteso) venga raccontata schiacciata sull'aspetto dell'anidride carbonica.

Ancora sulla combustione, alcuni cinquestelle hanno scoperto la "ossicombustione" e ne tessono le lodi. La ossicombustione è in effetti una tecnica che pare promettente. Difficile dire però che un inceneritore che utilizza questa tecnologia sia qualcosa di completamente diverso rispetto a quelli che già conosciamo. Tra l'altro gli studi scientifici disponibili finora sono sempre stati applicati a scenari in cui l'inceneritore veniva utilizzato dopo un processo di differenziazione del rifiuto molto accurato. Uno scenario che non è quello che si prospetta per la città di Roma.

Concludiamo con notiziole dedicate a tracciamento e copyright.

Roma brucia e manca pure l'acqua

Data di trasmissione

Parliamo della situazione rifiuti nel Lazio dopo l'incendio che ha coinvolto inceneritore e TMB di Malagrotta, le sue conseguenze sulla gestione dei rifiuti a Roma e le indagini sulla sua eventuale dolosità. Passiamo poi nella seconda parte della trasmissione a discutere delle conseguenze della crisi idrica che sta interessando il bacino del Po sulla produzione energetica in Italia e il ricorso al sempiterno carbone.

Ricordiamo a ascoltatori e ascoltatrici che Martedì 28 Giugno alle 16:30 è stato indetto un presidio in Piazza del Campidoglio contro la scellerata gestione dei rifiuti di questa amministrazione.
Clicca qui per il link all'evento e alla locandina

Una torrida primavera - rassegna stampa fra riscaldamento globale e rifiuti

Data di trasmissione

Apriamo con alcune notizie riguardati scenari di desertificazione, mortalità per inquinanti atmosferici e temperature torride. Ospitiamo poi una corrispondenza con un compagno dai Castelli Romani per fare il punto sul dissequestro della discarica di Roncigliano e sui molteplici piani di costruzione di inceneritori a sud di Roma. Chiudiamo parlando della truffa della plastica compostabile che compostabile non è, e neanche riciclabile...

I misteri della CNAI e il colpo di scena dell'inceneritore della Rida Ambiente

Data di trasmissione

Ospitiamo due corrispondenze, la prima sulla Carta Nazionale per le Aree Idonee a ospitare il deposito unico delle scorie radioattive e la seconda sul nuovo piano di Rida Ambiente di realizzare il nuovo mega-inceneritore della città di Roma nella zona di Aprilia.

Dibattito sull'inceneritore alla LEA Berta caceres

Data di trasmissione
Durata 14m 2s

Il progetto di inceneritore, chiamato sui giornali termovalorizzatore, lanciato dalla giunta Gualtieri e presentato come un approccio innovativo alla gestione dei rifiuti, non fa che portare avanti un modello estremamente nocivo di produzione energetica e di smaltimento dei rifiuti.

Oggi, giovedì 26 Maggio, alle 19 alla LEA Berta caceres, in Via della Caffarella 13, si terrà un'assemblea pubblica per parlare di questo progetto di inceneritore.

Mobilitiamoci contro l'inceneritore di Gualtieri

Data di trasmissione

Parliamo della possibile localizzazione dell'inceneritore di Roma voluto dal PD, dell'eventuale gara d'appalto o del commissariamento con chiamata diretta.

Prossimo appuntamento domenica 22 Maggio alle 11:00 - trasmissione in diretta dalla festa di ROR all'ex SNIA in via Prenestina 175

Smontiamo il mito dell'inceneritore di Copenhagen

Data di trasmissione

Sentiamo un compagno dai Castelli per smontare il mito dell'inceneritore da cui uscirebbero fumenti balsamici, soluzione a tutti i problemi dei rifiuti. Mito a cui chiaramente il sindaco di Roma Gualtieri si affida per giustificare le proprie scelte scellerate su una gestione rifiuti che verterà su incenerimento e biogas, a detrimento dei territori di provincia e regione.

Ci scusiamo per i notevoli problemi tecnici che possono aver reso poco radiofonica la trasmissione di oggi.
Non lamentatevi e sottoscrivete affinché questi problemi si presentino sempre meno.