Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

NoTav: Cecca arrestata per solidarietà

Corrispondenza telefonica con una compagna NoTav che ci racconta le motivazioni dell'arresto di ieri di Francesca, Cecca per aver affisso uno striscione in solidarietà con Marta che nel 2013 a seguito di un arresto denunciò le moleste sessuali delle forze di polizia.

Luglio 2013. Manifestazione notturna al cantiere Tav di Chiomonte. Marta, compagna pisana, viene fermata dalla polizia dopo una violenta carica.

Durata 11m 28s

Movimenti per la casa occupano l'Ater

In centinaia, insieme ai movimenti per la casa, hanno occupato da questa mattina la sede dell'Ater a lungotevere tor di nona.

L'occupazione nasce dal mancato rispetto degli impegni presi dalla regione sulla casa e in particolare sugli auto-recuperi.

Alle 15 convocata una conferenza stampa, alle 16 una assemblea cittadina, sempre nella sede dell'Ater.

Ne parliamo al telefono con un compagno per rilanciare anche il corteo di domani alle 16 a piazza esquilino per la casa, la salute ed il reddito, contro carovita e guerra.

Durata 9m 38s

Donnie Brasco alla catalana

La rivista di movimento catalana La directa ha documentato due casi di poliziotti spagnoli che per anni sono riusciti a farsi passare per attivisti, assumendo identità fittizie, all'interno dei movimenti di lotta di Barcellona. L'ultima inchiesta, data alle stampe lo scorso 30 gennaio, ha evidenziato anche l'uso di relazioni sentimentali e sessuali al fine di ottenere informazioni. Ci racconta come sono andate le cose Victor Serri, de La directa.

Giornata internazionale contro le mutilazioni genitali femminili

Lunedì 6 gennaio si è celebrata la giornata internazione contro le mutilazioni genitali femminili, una pratica purtroppo ancora diffusa in diversi paesi africani, mediorientali e asiatici e che ha colpito, in forma diversa, circa duecento milioni di donne. Abbiamo parlato di questo appuntamento con una donna della diaspora tigrina in Italia che ci ha raccontato le origini e le caratteristiche della pratiche di mutilazione genitale femminile e le forme di resistenza e di presa di coscienza operate dalle donne del corno d'Africa.

Terremoto fra Siria e Turchia, migliaia le vittime

Si contano ormai a migliaia le vittime del sisma che ha colpito le scorse ore una vasta fascia di territorio fra la Siria e la Turchia, mentre montano le polemiche sulla mancanza di misure preventive e sul mancato ascolto degli allarmi di geologi e urbanisti. Ci racconta la situazione il giornalista Murat Cinar.

La Mezzaluna rossa Kurdistan Italia ha subito lanciato una raccolta fondi straordinaria per supportare le attività nei territori colpiti.

Morire di pena. Presentazione della piattaforma a Roma

Si svolgerà il 7 febbraio a Roma la prima iniziativa pubblica organizzata dalla piattaforma MORIRE DI PENA. PER L’ABOLIZIONE DI ERGASTOLO E 41BIS, dopo la diffusione di un documento on-line che ha raccolto più di cinquecento adesioni individuali e quasi trecento sottoscrizioni tra gruppi, associazioni e collettivi.

Iran, a che punto è la notte?

Nonostante un interesse mediatico purtroppo un po' scemato nelle scorse settimane la resistenza in Iran continua, con manifestazioni e proteste che si susseguono quotidianamente e intere regioni che rimangono in sostanziale stato d'assedio. Proseguono anche le esecuzioni capitali e proseguono le lotte dentro e fuori le carceri, all'interno delle quali ha destato grande attenzione internazionale il caso del regista Jafar Panahi, da ieri in sciopero della fame nel famigerato penitenziario di Evin, dove è rinchiuso.

Roma: contro il 41bis occupata la facoltà di Lettere a La Sapienza

Oggi dopo una partecipatissima assemblea è stata occupata la facoltà di Lettere de l'Università La Sapienza di Roma per permettere una discussione con le studenti e gli studenti sul il 41bis e lo sciopero della fame di Alfredo Cospito ormai arrivato a 104 giorni. L'occupazione continuerà fino a sabato quando alle 15 c'è il corteo da Piazza Vittorio.

Durata 4m 39s

Roma: presidio al Ministero della Salute contro il 41bis e l'ergastolo ostativo

Collegamento telefonico con un compagno dal presidio di oggi pomeriggio, 1 febbraio 2023,  davanti al ministero della salute  contro il 41bis e l'ergastolo ostativo.