Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Boicottare Israele: dal Giro d'Italia all'embargo sulle armi

Data di trasmissione
Durata 28m 15s

Dopo aver lanciato da questi microfoni la campagna di boicottaggio del Giro d'Italia di ciclismo che quest'anno partirà da Gerusalemme, continuiamo a parlare della campagna Bds con una compagna della sezione italiana di BDS.

Intanto sono morti oggi due palestinesi feriti, venerdì scorso, durante la Marcia del Ritorno a Gaza dal fuoco dell'esercito israeliano: Abdullah Shamali, 20 anni, colpito all'addome; e Tahrir Said Wehbeh, 18 anni, colpito alla testa. Dal 30 marzo sono stati uccisi 40 palestinesi.

Intanto è stata convocata dal Coordinamento delle Comunità Palestinesi Unione Democratica Arabo Palestinese, a Roma, per sabato 12 maggio una manifestazione nazionale in solidarietà con la Palestina.
Per adesioni: udap48@gmail.com.

Settimana della cucina palestinese (dal 10 al 16 dicembre)

Data di trasmissione

Dopo avervi parlato del Giro d'Italia di ciclismo che inizierà da Israele (Gerusalemme), una compagna della "Rete romana di solidarietà con il popolo palestinese" ospite nei nostri studi ci presenta la Settimana della cucina palestinese che avrà luogo dal 10 al 16 dicembre.

Nella foto: programma dell'evento

Ciclismo: il Giro d'Italia partirà da Gerusalemme. Non pedalate per i crimini israeliani!

Data di trasmissione
Durata 40m 43s

Gli organizzatori del Giro d'Italia hanno annunciato la partenza dell'edizione 2018 da Israele, con inizio a Gerusalemme, seguita da tappe da Haifa a Tel Aviv e nel Naqab (Negev). 

Come denuncia la campagna BDS, "il Giro d'Italia darà un aiuto a istituzionalizzare la presa di Gerusalemme da parte di Israele".

Per aderire alla campagna sottoscrivi qui la lettera di denuncia.

Abbiamo invitato nei nostri studi una compagna della sezione italiana di BDS.

Qui i prossimi appuntamenti: bdsitalia.org/index.php/comunicati-cambia-giro/2352-pedala-diritti

Soldati israeliani aggrediscono prigionieri palestinesi e fanno un selfie con feriti. Aggiornamenti dalla Palestina

Data di trasmissione
Durata 40m 1s

Nella prima parte di Mezedes di mercoledì 8 novembre ci siamo soffermati sulla situazione delle terre di Palestina. Continua la brutale occupazione dello stato sionista, che reprime, occupa, fa saltare in aria tunnel uccidendo i paletinesi. Adesso i soldati israeliani si mettono anche a fare i selfie con i feriti (palestinesi), perché l'umiliazione dei palestinesi deve correre anche sui social.

Qui trovate l'articolo letto e commentato durante il redazionale (qui invece l'articolo in originale uscito su Haarez).

Oltre alla Palestina, abbiamo parlato della repressione e del carcere in Egitto, leggendo questo articolo dal blog Hurriya.

La censura dei film al Nuovo Cinema Aquila unisce PD, M5S e sionisti

Data di trasmissione

Sono quattro i film censurati al Nuovo Cinema Aquila di Roma. I film sono stati vietati dall'assessora alla cultura del V Municipio Maria Teresa Brunetti (M5S). Oltre al documentario "Piccolo Mondo Cane" sul Canile di Muratella e sui processi di autogestione dei lavoratori/lavoratrici (e per questo considerato a priori sgradito alla sindaca Raggi), tra i film censurati ci sono anche tre pellicole che denunciano l'apartheid del popolo palestinese da parte dello stato d'Israele.

 

Si è comunque deciso di proiettare, stasera, il film in programma, e poi mettere in scena una performance teatrale in memoria di Rachel Corrie.

La corrispondenza con un compagno presente al Cinema Aquila. 

 

Nuovo spazio redazionale serale

Data di trasmissione

Presentiamo un nuovo spazio redazionale, in un formato sperimentale dalle 18 alle 20 di mercoledì.

 

Abbiamo parlato di:

  • Palestina, con un compagno venutoci a raccontare delle proteste universitarie in corso a Ramallah, e del ruolo dell'ANP nell'oppressione dei palestinesi; Brian Eno si oppone all'utilizzo della sua musica in uno spettacolo promosso dall'ambasciata Israeliana, ricevendo le assurde accuse di antisemitismo.
  • dal lavoro anche di Domenica al "Fertility Day" che parla del corpo (o meglio, di quello delle donne) e dimentica il welfare

 

In chiusura, riepiloghiamo rapidamente le notizie del giorno.

 

Durata: 1ora e 52 minuti

 

Il secondo audio contiene le sole notizie del giorno (20minuti)

4 marzo Iniziativa per uccisione Omar Nayef Zayed

Data di trasmissione

Nella puntata di oggi abbiamo parlato dell'iniziativa che ci sarà venerdi alle 18 a via del porto fluviale a roma sull'uccisione da parte del mossad del compagno Omar Nayef Zayed. L'omicidio è avvenuto dentro l'ambasciata palestinese a Sofia, in Bulgaria dove Omar si era rifugiato quando il governo bulgaro aveva concesso la sua estradizione al governo israeliano. Arrestato nell'86 per un presunto omicidio di un colono, Omar era riuscito a scappare dalle carceri sioniste per rifugiarsi in Bulgaria dove appunto pochi giorni fa è stato ucciso con un colpo alla testa.

Nella seconda parte collegamento con una compagna della campagna BDS sulle prossime iniziative all'università La Sapienza.