Giuseppe Valditara

Ora e sempre scuola antifascista

Data di trasmissione

Iniziamo la trasmissione con una corrispondenza con un compagno del Collettivo autonomo del Mamiani per raccontare dell'assemblea d'istituto che si è svolta ieri nella scuola di Prati sul 41 bis e in solidarietà con Alfredo Cospito: lo studente riferisce i tanti ostacoli frapposti dalla dirigenza per l'organizzazione dell'iniziativa, gli attacchi politici e mediatici legati alla presenza di una delle legali di Alfredo Cospito e l'ampia partecipazione degli e delle studenti.

Passiamo poi con una compagna di Non una di meno Roma e dei Clap Scuola alle iniziative verso lo sciopero dell'8 marzo che coinvolgono i settori della formazione.

Infine, sentiamo una compagna di Priorità alla scuola di Firenze in vista della manifestazione nazionale antifascista che si svolgerà nel capoluogo toscano sabato 4 marzo a seguito dell'aggressione fascista di alcuni studenti del Liceo Michelangiolo e delle affermazioni del ministro Valditara sulla circolare della preside del Liceo Leonardo Da Vinci di Firenze, Annalisa Savino, che richiamava alla vigilanza antifascista.

Notte prima dell'autonomia differenziata

Data di trasmissione

Un resoconto dell'assemblea nazionale dei Comitati contro ogni autonomia differenziata che si è svolta la scorsa domenica, 29 gennaio 2023, a Roma: domanila bozza Calderoli viene presentata nella riunione preparatoria del Consiglio dei Ministri

Nella seconda parte della trasmissione, un racconto di un'iniziativa del partito della Lega, svoltasi a Latina, a cui hanno partecipato oltre al ministo Valditara, intereclassi di diverse scuole pubbliche della provincia, con cori, fiori, inno nazionale e divise!

Infine due parola sulla chiusura delle iscrizioni per l'anno scolastico 2023/24 e sugli orientamenti scelti.

 

Un legionario a viale Trastevere

Data di trasmissione

Tracciamo una biografia non autorizzata del nuovo ministro del ministero dal nome nuovo: Giuseppe Valditara, uomo sia della Lega sia di An, unisce federalismo, conservatorismo, riforma Gelmini, merito. Nulla di buono ci attende.

Proseguiamo con due corrispondenze che raccontano la repressione nella scuola (Istituto tecnico economico Bodoni di Parma) e nell'università (La Sapienza): con una compagna del collettivo studentesco autorganizzato di Parma e con una compagna del collettivo di scienze politiche de La Sapienza.