Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Novara 26 giugno: manifestazione del Si Cobas per Adil Belakhdim

Data di trasmissione

Una manifestazione nazionale, organizzata nel pomeriggio di oggi sabato 26 giugno dal Si Cobas, dedicata ad Adil Belakhdim, travolto e ucciso lo scorso venerdì davanti ai cancelli del magazzino Lidl di Biandrate da un camionista che ha forzato il blocco organizzato dai lavoratori. La manifestazione si muoverà dalle 15,30 dalla piazza della stazione di Novara fino in piazza Martiri. Ne parliamo con un compagno del Si Cobas.

Coordinamento Regionale Sanità

Data di trasmissione

[0:00:00] Sommario

[0:00:38] Sigla > Enzo Del Re "Lavorare Con Lentezza"

[0:02:32] LOTTE NELLA LOGISTICA
Un delegato Si Cobas ci racconta lo sfruttamento selvaggio dei lavoratori della Logistica e le importanti vittorie soprattutto nella filiera dei grandi corrieri (TNT, Gls, Sda, Brt, Dhl...).
Il padrone risponde con la chiusura dell'HUB di Piacenza, anche con il sostegno di CGIL-CISL-UIL.
I lavoratori rispondono con picchetti davanti ai magazzini.
Il padrone risponde con l'ingaggio di bodyguard per pestare i lavoratori in sciopero, un lavoratore finisce in coma.
18 giugno > sciopero della logistica
19 giugno > manigfestazione nazionale a Roma

[0:23:25] Bob Marley - Burnin' and Lootin'

[0:27:22] LISTE DI ATTESA
Riflessioni da studio sullo stato della Sanità pubblica in Italia
Pesanti ritardi nellle liste di attesa, rinunce alle cure aumento mortalità per varie malattie non COVID
Sempre attuale il Vademecum sulle Liste di Attesa realizzato dal Coordinamento Regionale Sanità

[0:47:08] Jet - She´s A Genius

[0:49:50] FEM.IN COSENZA IN LOTTA
Le istituzioni installano una panchina rossa a Cosenza in risposta a 3 violenze di genere (dopo che il Procuratore aveva dichiarato che gran parte delle denuncie per violenza sono false)
Fem.In risponde con un'azione dimostrativa davanti alla Questura: colorante lavabile rosso sul marciapiede e uno striscione "Tre violenze di genere in 24 ore, delle vostre panchine che ce ne facciamo da morte?"
La Questura risponde fermando tre attiviste, senza motivo e detenendole in Questura per diverse ore

[1:11:35] Rozzi & MonoNeon - Man in the Mirror (Michael Jackson) funk cover

[1:15:03] RAPPORTO OSSERVATORIO SALUTE 2020 - UNA SINTESI
Questo studio, che di norma contiene dati sullo stato della Sanità in Italia, per la prima volta fa i conti con l'effetto COVID
Aumento della mortalità, anche per malattie non COVID
Diminuzione aspettative di vita, si è tornati a 11 anni fa!
Dati molto variabili tra regione e regione: gli effetti negativi della regionalizzaione
Il mistero delle residenze socio assistenziali

[1:34:00] Saluti + Appuntamenti + SOSTIENI RADIO ONDA ROSSA!
Giovedì 17 giugno ore 17:00
Riunione Settimanale Coordinamento Regionale 
Occupazione Abitativa Viale delle Provincie 196
Venerdì 18 giugno 
Sciopero Nazionale Logistica
Sabato 19 giugno ore 14:00
Manifestazione Nazionale Logistica

[1:34:42] Jupiter & Okwess - Ekombe

Roma: diretta corteo SiCobas

Data di trasmissione

Diretta radio del corteo Si Cobas, chiamato in seguito all'escalation di attacchi ricevuti dai lavoratori e dalle lavoratrici della logistica, culminato con l'omicidio padronale del sindacalista Adil, durante il picchetto fuori la Lidle di Novara.

 

I compagni di Adil: è stato ucciso

Data di trasmissione

Al telefono un compagno di lotta di Adil, il sindacalista del Sicobas ucciso a Novara, ricostruisce la dinamica dell'omicidio rendendo palesi le responsabilità dell'azienda e delle forze dell'ordine. Il camion che ha travolto Adil è uscito dal cancello di entrata, da cui il senso unico impedirebbe l'uscita dei camion, qualcuno da dentro il magazzino ha autorizzato questa manovra, alzato la sbarra, aperto il cancello. Tutto sotto lo sguardo vigile degli agenti della DIGOS presenti in forze. Nessun incidente, nessuna guerra tra poveri: l'assassinio di Adil è responsabilità diretta della LIDL e della Polizia di Stato.

Assassinato il coordinatore SI Cobas di Novara

Data di trasmissione

Questa mattina, nella cornice dello sciopero nazionale del comparto della logistica indetto dal SI Cobas, di fronte alla Lidl di Biandrate (Novara) è stato ucciso Adil Belakdim, coordinatore provinciale del sindacato. Adil stava partecipando a un picchetto ed è stato travolto e ucciso da un camion che ha forzato il blocco, altri due compagni di lotta sono rimasti feriti ma per fortuna non sono in pericolo di vita. Si tratta della cronaca di una morte annunciata, da settimane si verificano casi simili e più volte si è sfiorata la morte di manifestanti. La nostra corrispondenza con un compagno del SI Cobas, l'appuntamento per tutte e tutti è per il corteo nazionale di lavoratori e lavoratrici della logistica, con partenza da piazza Esedra a Roma alle ore 14.00 di sabato 19 giugno 2021.

Scene di lotta di classe a Tavazzano

Data di trasmissione

Stamattina, passata da non molto la mezzanotte, una squadraccia di bodyguard assoldata da un noto imprenditore del settore della logistica ha assaltato il presidio dei lavoratori della Fedex di Piacenza, sotto lo sguardo indifferente delle forze dell'ordine. Ai nostri microfoni Aldo Milani, del Si Cobas nazionale, ci racconta quello che accaduto, purtroppo non per la prima volta, e invita a sostenere lo sciopero nazionale del comparto della logistica, indetto per venerdì 18 giugno, e la manifestazione nazionale a Roma il giorno dopo.

Di seguito il comunicato del Si Cobas

Poco fa, verso l'1,00 di notte, alla Zampieri di Tavazzano il presidio dei lavoratori Fedex di Piacenza è stato aggredito a colpi di bastoni. frammenti di bancali, sassi e bottiglie da una cinquantina di bodyguard assoldati dai padroni.
La squadraccia guidata dai capiclan di Zampieri, mimentizzatasi tra i lavoratori e col sostegno di qualche crumiro ha attaccato il presidio, composto da circa 40 lavoratori del SI Cobas a mani nude, e per circa 10 minuti è stato lasciato agire indisturbato dalla polizia che era a pochi passi e non ha mosso un dito.
Il risultato è un lavoratore di Piacenza con la testa fracassata!
E' oramai evidente la reale identità di Zampieri: un'organizzazione mafiosa che agisce col sostegno di Fedex e col beneplacito delle forze dell'ordine.
Come accaduto due settimane fa a San Giuliano Milanese, questi criminali hanno teso un agguato in maniera infame e vigliacca, approfittando della presenza meno numerosa del presidio rispetto ad altre sere a causa dell'impegno dei lavoratori su altri fronti di lotta.
La lotta eroica dei lavoratori di Piacenza, oltre ad imprimere pesanti perdite economiche al colosso americano e ai suoi scagnozzi di Zampieri, sta contribuendo a svelare una volta per tutte la reale identità di Fedex: un'associazione a delinquere che si serve della criminalità organizzata per reprimere col sangue le proteste dei lavoratori.
Lo abbiamo promesso tre mesi fa e stiamo mantenendo l'impegno: Fedex e Zampieri non avranno tregua finchè non sarà restituito il posto di lavoro ai facchini di Piacenza!
Le loro aggressioni non fanno altro che rafforzare la lotta dei lavoratori e indebolire e screditare il fronte padronale!
Continueremo a rispondere colpo su colpo alla loro violenza con la forza organizzata dei lavoratori di tutta la filiera e dell'intero settore della logistica.
Denunceremo in tutte le sedi che i complici del tentato omicidio di stasera sono il governo Draghi, il ministro Giorgetti e le forze di polizia che attaccano gli scioperi e assistono inermi alle aggressioni di bande armate contro i lavoratori!
Per questo il 18 giugno invitiamo tutti i lavoratori ad aderire allo sciopero nazionale del Trasporto merci e Logistica, e invitiamo tutti i proletari, i solidali e i movimenti che intendono opporsi alla brutalità di padroni e mazzieri a manifestare sabato 19 giugno a Roma.
Il SI Cobas si stringe al fianco del lavoratore colpito, augurandosi che tutto vada per il meglio, e chiama tutti i propri aderenti alla mobilitazione per far si che questa infame aggressione non resti impunita.
SI Cobas nazionale

SI Cobas ancora in piazza a Roma

Data di trasmissione

Dopo aver strappato un incontro con il ministro del lavoro, in seguito all'occupazione della sede del Nazareno, lavoratrici e lavoratori della FedEx di Piacenza si sono diretti verso la sede del MISE, dove continua la mobilitazione. la nostra corrispondenza con uno dei lavoratori.

Scuola: divieti, censure, sanzioni

Data di trasmissione

La trasmissione ospita un rappresentante del sindacato SI COBAS con il quale si discute del diritto di sciopero e della revoca di quello dell'8 marzo per il settore scuola.

Parliamo quindi con un docente vicentino, esponente dell'associazione MaiMa, delle prese di posizione dell'assessora alla scuola della regione Veneto Donazzan sulle iniziative contro omo/bi/transfobia del Liceo Corazzini di Thiene.

Concludiamo dando voce agli/alle studenti del collettivo autorganizzato del Mamiani.