Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Ultima puntata dell'anno (?)

Data di trasmissione

Apriamo la trasmissione parlando degli incendi nei vari impianti dei rifiuti da Febbraio 2016 al 27 Giugno 2017, nell'ordine:
1) Gesenu, Ecologia Viterbo a Casale Bussi (Febbraio 2016)
2) Pontina Ambiente, discarica di Roncigliano (Albano) (30 Giugno 2016)
3) Cite a Onano in provincia di Viterbo (6 Settembre 2016)
4) Eco X, Pomezia (5 Maggio 2017)
5) TMB in via di Malagrotta 357 (25 Maggio 2017)
6) Casale Bussi, Viterbo (3 Giugno 2017)
7) Deposito di cassonetti dell'AMA a Tor de'Cenci (21 Giugno 2017)
8) Tecnoservizi di Monterotondo (27 Giugno 2017)
avanti il prossimo....
Passiamo poi a dei rapidi aggiornamenti sul corteo di Colleferro contro il revamping dell'inceneritore e due chiacchiere sulla discarica di Roncigliano.
Chiudiamo con la crisi idrica, lumache tossiche nel lago di Albano e stato pietoso del litorale romano.

Buone vacanze (per chi se le può permettere), ci risentiamo a Settembre.

Serrata estiva ad Aprilia

Data di trasmissione

Trasmissione in formato ridotto, parliamo della serrata della Rida Ambiente per il divieto della regione al trattamento dei materiali biologici, del totodiscarica e della relativa mobilitazione a Pizzo del Prete, del vincolo che potrebbe bloccare l'impianto a biogas di Torre Bruno e chiudiamo con una rapida notizia sui primi avvistamenti di banchi di alghe eutrofizzate sul litorale nord romano.

Mafia Litorale: criminalità e corruzione ad Ostia

Data di trasmissione

Cosa succede ad Ostia?

 

In questo redazionale cerchiamo di ragionare sulle complesse vicende di mafia in corso ad Ostia e ne parliamo con un giornalista locale, Claudio.

La giunta del X Municipio è stata azzerata manu militari dal commissario romano del Partito Democratico Matteo Orfini. Tassone, sul quale pendono diversi sospetti di collusione e collateralismo con il sistema mafioso locale, è stato costretto a presentare le dimissioni da mini-sindaco del Municipio. Ostia è attualmente amministrata - con delega del Sindaco di Roma Capitale - dall'assessore Sabella (che durante i fatti del G8 di Genova, in qualità di magistrato, era il coordinatore e il responsabile dell'amministrazione penitenziaria).

 

Ciò che emerge, alla luce delle ultime novità in ambito giudiziario, è la collusione del mondo politico - locale e comunale, financo nazionale - con quello della malavita organizzata (e non).

 

Ostia inoltre è un crocevia e un ricettacolo di malavita locale, camorra, 'ndrangheta, ex Banda della Magliana ed ex esponenti dei Nar.

 

Durata: 24 minuti.

Nella foto: sede del X Municipio di Roma.

 

 

 

L'epica impresa della bonifica di Ostia (1884-2014)

Data di trasmissione

Approfondimento a cura della redazione di Radio Onda Rossa sulla bonifica di Ostia ad opera dei braccianti romagnoli. Il 24 novembre di quest'anno ricorre il 130° anniversario dell'arrivo di centinaia ravennati-romagnoli (uomini e donne) che contribuirono a bonificare le zone di Ostia e Maccarese (Fiumicino), infestate dalla malaria ancora negli anni Settanta dell'Ottocento.

Con l'istituzione di Roma Capitale dell'unificato Regno d'Italia i braccianti romagnoli poterono iniziare i lavori di bonifica e i lavori idraulici in una zona completamente abbandonata dallo Stato Pontificio durante l'Ottocento.

 

Abbiamo discusso e analizzato con Lorenzo, operatore della Cooperativa Ricerca sul Territorio (CRT) e collaboratore dell'Ecomuseo del Litorale (http://www.ecomuseocrt.it/), i principali nodi storico-politici legati all'arrivo dei ravennati a Roma/Ostia:

- cause storiche della disoccupazione di massa in Romagna tra il 1870 e il 1890;

- centralità del ruolo della donna nelle comunità romagnole;

- storia della colonia socialista che si formò a Ostia alla fine dell'Ottocento;

- ruolo e protagonismo dei socialisti italiani (Andrea Costa e Nullo Baldini, su tutti);

- importanza degli "scariolanti".

 

Nel corso della trasmissione si è anche criticata la retorica fascista sulle bonifiche. Ostia - a differenza di quanto pensano in molti - NON è stata bonificata dal Duce.

 

Nella corrispondenza con Claudio si è poi affrontato il tema della memoria storica legata alla militanza politica sul territorio: cosa significa riannodare i fili della memoria e costruire nuovi immaginari su queste esperienze passate?

Si è ragionato ancora sull'abusivismo che - dopo il periodo di bonifica - ha colpito alcuni luoghi dell'entroterra lidense (Infernetto, Isola Sacra, Dragona, etc.).

 

Riferimenti bibliografici:

- opere generali: P. Bevilacqua, M. Rossi-Doria (a cura di), Le bonifiche in Italia dal Settecento ad oggi, Laterza, Roma-BAri 1984;

- storia delle cooperative e del cooperativismo: F. Fabbri, L'Italia cooperativa. 150 anni di storia e memoria, Ediesse, Roma 2011;

- Ostia e la bonifica: P. Isaja, G. e V. Lattanzi, Pane e lavoro. Storia di una colonia cooperativa: i braccianti romagnoli e la bonifica di Ostia, con introduzione di F. Fabbri, Angelo Longo, Ravenna 2008; Cartoline commemorative del 1° centenario della bonifica di Ostia (1884-1984), edizione a cura dell'Ecomuseo del Litorale; V. Emiliani, Romagnoli e romagnolacci. Cento e più ritratti di personaggi della Romagna dell'altro ieri, di ieri e di oggi, Minerva Edizioni, Roma 2014; un articolo utile e sintetico è uscito sulle pagine del "Corriere della Sera"il 19 novembre 2014: P. Fallai, Gli eroi della bonifica di Ostia arrivarono in 500 da RAvenna nel 1884 (http://roma.corriere.it/notizie/cultura_e_spettacoli/14_novembre_18/gli-eroi-bonifica-ostia-arrivarono-500-ravenna-1884-8adb2ff6-6f50-11e4-a038-d659db30b64c.shtml).

 

Nella foto: idrovore costuire dai braccianti romagnoli, ora parte della sede dell'Ecomuseo del Litorale (CRT)

Durata: 1 ora.