Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Verso il corteo del 27 Maggio contro il G7 di Taormina: corrispondenza con una compagna di Palermo

Data di trasmissione

Verso il G7 di Taormina di questa settimana abbiamo contattato una compagna di Palermo per parlare della mobilitazione che si terrà il 27 Maggio ai Giardini Naxos e per condividere alcune riflessioni insieme.
Riportiamo il comunicato dell'assemblea pubblica che si terrà il giorno precedente, il 26 Maggio sempre ai Giardini Naxos.

Il 27 maggio sfileremo in corteo sul Lungomare di Giardini-Naxos a ridosso della zona rossa del G7. Lo faremo perché la riunione dei cosiddetti “sette grandi” è la rappresentazione politica di una diseguaglianza globale spaventosa per la quale pochissime persone concentrano nelle loro mani gran parte della ricchezza prodotta nel nostro pianeta. Lo faremo perché le politiche economiche dei “sette grandi” spingono sempre più persone nella povertà e distruggono il sistema di garanzie sociali conquistate in occidente con decenni di lotte.

Lo faremo perché a Taormina verrà messa a punto la guerra ai migranti, quell
a strategia criminale finalizzata ad impedire a chi vuole conquistare una possibilità di vita per sé, per le proprie famiglie e per le proprie comunità di farlo. Ai muri che questa strategia vuole costruire noi rispondiamo con l’affermazione della libera circolazione delle persone. Il 27 maggio saremo a Giardini-Naxos per opporci alle politiche belliche dei “sette grandi”, che vedono la nostra terra (con la base di Sigonella e il Muos) disposta come avamposto fondamentale della guerra permanente, finalizzata a mantenere il controllo politico sui paesi aggrediti e controllarne le risorse energetiche, causando miseria e migrazioni. Ci saremo per opporci alla svolta razzista, xenofoba e maschilista che la figura di Trump (sarà la sua prima vera apparizione sulla scena globale) rappresenta.

Saremo in piazza perché pensiamo che la tecnologia vada utilizzata per migliorare la condizione di vita delle persone e non per mettere in atto sistemi di controllo sociale che mimetizzano dietro le espressioni “smart city” e “cybersecurity” e perché vogliamo difendere il pianeta dalla distruzione ambientale cui il sistema economico ci sta conducendo, nonostante le tesi negazioniste tendano a nasconderlo.

Il 27 maggio sfileremo in corteo per rivendicare il sacrosanto diritto di dire la nostra, di portare in piazza i nostri contenuti e, attraverso questo, di rivendicare il diritto all’autodeterminazione. Ma, soprattutto, il 27 maggio staremo col fiato sul collo dei potenti perché il g7 è una vera e propria occupazione militare, uno schiaffo tirato in faccia agli abitanti di questa terra. Da mesi, ormai, infatti, la libertà dei cittadini è limitata e tutti i poteri locali sono commissariati.

Per questo G7 una terra marginalizzata, umiliata, inquinata viene usata come il parco-giochi delle famiglie dei potenti. Una terra desertificata da generazioni di amministratori corrotti e che oggi si stendono supini ai piedi dei potenti viene utilizzata come un ottovolante dove poter fare muovere i loro aeromobili.
Noi alziamo la testa per difendere la nostra dignità. Chiediamo a tutti voi di farlo insieme a noi.

Per la Sicilia che vogliamo.


Fora ‘u G7

30 aprile: benefit NO MUOS a Ostia, verso la manifestazione nazionale del 1° luglio a Niscemi

Data di trasmissione
Durata 11m 30s

Domenica 30 aprile, presso ZkSquat (via Epaminonda), si terrà un benefit NO MUOS.

dalle ore 19.00 proiezioni di  docufilm contro il Muos:

"Dietro il muos", di Barbieri Angelo;

"Come il fuoco sotto la brace", di Firrincieli Giuseppe;

"NoMuosfilm", di Enzo Rizzo;

cortometraggio di Mariella Pecoraro.
 

A seguire: confronto con attivisti/e NO MUOS da Niscemi, aperitivo e cena.

a seguire concerti hip hop con...
Mugen & Kween d.o.l.o. + dj&liveset electro/breaks con Mentalalchimist in combutta con zKdJsquad.

Tutto il ricavato dell'iniziativa andrà a sostenere le spese legali degli/delle attiviste/i NO MUOS.

Abbiamo contattato uno degli invitati dell'iniziativa che ha lanciato anche un appuntamento: l'1 luglio si terrà infatti a Niscemi una manifestazione nazionale contro il Muos.

La lotta No Muos non si arresta

Data di trasmissione
Durata 5m 26s

Oltre 1000 partecipanti alla manifestazione contro il MUOS dello scorso 2 ottobre a Niscemi. La manifestazione è stata caratterizzata da aazioni dimostrative e reti dilvelte in prossimità del cantiere.

Ingente il dispiego delle forze dell'ordine che hanno reagito con lancio di lacrimogeni e la minaccia dell'idrante.

 

La protesta e le mobilitazioni continuano, come ribadisce ai nostri microfoni un attivista di Gela (CL).

Ponte sullo Stretto: promesse e retoriche renziane. 2 ottobre: NoMuos a Niscemi

Data di trasmissione

Nuove promesse targate Matteo Renzi: le ultime dichiarazioni del premier parlano della ripresa degli ormai storici lavori sullo stretto di Messina. Ma cosa c'è dietro le promesse e le retoriche del Ponte sullo Stretto?

La Sicilia rappresenta da sempre un laboratorio per speculazioni e tentativi di grandi opere (si pensi al Muos).

Intanto ci avviciniamo alla mobilitazione nazionale prevista per il 2 ottobre (ore 15) nella sughereta di Niscemi per ribadire ancora una volta il NO al Muos.

Ne abbiamo parlato con un compagno del Centro Sociale Anomalia di Palermo.

Continuano gli incendi negli impianti di trattamento dei rifiuti

Data di trasmissione

Qusta settimana si parla della lunga serie di incidenti che hanno colpito gli impianti di trattamento dei rifiuti in Italia dal 2015,continuiamo parlando della decisione di costruire alcuni inceneritori in Sicilia,si chiude con degli aggiornamenti sull'impianto a bio-gas della Volsca ambiente a Velletri.

Sgombero di migranti a Catania dove si aspetta l'arrivo di Frontex

Data di trasmissione

La corrispondenza con un compagno della Rete Antirazzista Catanese per parlare di uno sgombero di un accampamento attuato questa mattina dal sindaco Bianco e della situazione della zona, tra l'annuncio dell'impianto di una sede dell'agenzia Frontex e il Cara di Mineo.

Nomous: occupate le antenne

Data di trasmissione

Due corrispondenza che ci raccontano la lotta di questi giorni in Sicilia contro il nomous. Nella giornata di ieri diversi compagni e compagne sono salite sulle antenne illegali che dovevano già essere state smantellate, scenderanno solo se il corteo di oggi pomeriggio previsto a partire dalle 16.30, passerà al di la delle reti per recuperarli.

No MOUS tour anche a Roma in vista della manifestazione del 30 marzo

Data di trasmissione
Durata 21m 17s

Mentre continuano e si allargano le presenze al presidio permanente alla base di Ulmo a Niscemi, gli attivisti del comitato No MOUS girano l'Italia per far conoscere la loro lotta e promuovere la manifestazione del 30 marzo. Oggi saranno alla facoltà di fisica (università La Sapienza), domani al Loa Acrobax ad una iniziativa che inizierà alle 18.

 

durata 21.17