Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Il femminicidio di Sarah Everard e le proteste contro la violenza patriarcale in UK

Data di trasmissione

Con Sabrina Provenzani - giornalista inviata in UK - parliamo del femminicidio di Sarah Everard, rapita e uccisa mentre tornava a casa da un poliziotto, che ha dato vita a numerose proteste di donne in tutto il paese contro la violenza patriarcale alcune delle quali violentemente represse. Il parlamento inglese proprio ora peraltro discute una legge che darà alla polizia ancor più potere nel reprimere il dissenso.

Pillole dall'Inghilterra

Data di trasmissione

Mentre i morti di Covid nel Regno Unito superano ufficialmente i 100mila e il governo britannico gioca tutta la sua gestione pandemica sul nazionalismo dei vaccini, l'uscita definitiva dell'UK dall'Unione Europea il 1 gennaio 2021 rimane in secondo piano. Da oggi cominciamo a tracciare le conseguenze previste e non previste della Brexit e a capire che tipo di "nuovo mondo", tanto promesso dai suoi sostenitori, sta venendo fuori.
 

Di Brexit e vaccini in UK

Data di trasmissione

La trasmissione di oggi ricostruisce la vicenda dell'approvazione anticipata del vaccino Pfizer-BioNTech nel Regno Unito e vengono tracciate e le problematiche e i conflitti connessi alla sua somministrazione. Con la
fine in vista delle trattative tra il governo britannico e l'Unione Europea, discutiamo anche degli ultimissimi ostacoli per un accordo commerciale post-Brexit.
 

Brexit: attualità e prospettive dell'uscita della Gb dall'Unione Europea

Data di trasmissione

Approfondimento sulla Brexit, nei giorni caldi della trattativa tra il governo britannico e l'Unione Europea.

Con un compagno che si trova a Londra parliamo della percezione delle vicende nell'opinione pubblica e sui media britannici.

Con Marco Passarella, ricercatore di Economia all'Università di Leeds, parliamo degli aspetti più strettamente economici legati alle varie prospettive della Brexit

 

Calais - la frontiera e gli sgomberi in corso contro le persone migranti

Data di trasmissione
Durata 42m 45s

Vi proponiamo una lunga corrispondenza con Jack, un compagno che spesso è a Calais e conosce bene il contesto.
La chiacchierata è in francese ed in italiano e descrive in maniera semplice il contesto, passando poi alla situazione odierna.
Con la costruzione del centro diurno Jules Ferry a 10 km da Calais, le autorità intendono sgomberare tutti gli edifici occupati e gli accampamenti autogestiti dalle persone migranti bloccate in città, in attesa di bruciare la frontiera e raggiungere il Regno Unito nascosti nei camion che attraversano la manica.

Il governo ha scelto una modalità "soft" di cacciare le persone migranti da tutto il territorio di Calais: la costruzione del centro diurno è il velo umanitario sotto il quale cercano di nascondere l'espulsione coatta di più di 2500 persone.

Con Jack iniziamo a conoscere il contesto, i dispositivi repressivi messi in campo e a diffondere l'appello a raggiungere Calais per sostenere la resistenza agli sgomberi o a dimostrare la solidarietà come meglio si crede.