Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Pioltello: Riccardo Antonini e la sicurezza ferroviaria

Riccardo Antonini, ferroviere licenziato da RFI per aver prestato la propria (gratuita) consulenza ai familiari delle vittime della strage di Viareggio, parla dell'incontro che c'è stata oggi a Firenze tra una delegazione di familiari e ferrovieri con l’Ansf (Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria). Un incontro richiesto da molto tempo da parte dei famigliari delle vittime della strage ferroviaria di Viareggio, dove il 29 giugno 2009 morirono 32 persone. 

Durata 17m 25s

Lavoratore licenziato ferrovie (Sassari); facchini Mirror (Ferrara)

Data di trasmissione
4 anni 3 mesi ago

 

p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }

194°: Corrispondenza con lavoratore delle ferrovie vittima dell'accanimento giudiziario e repressivo sul posto di lavoro.

La lotta dei facchini licenziati Mirror che va avanti dall'agosto 2014 e che il 26 marzo 2015 ha visto l'ennesimo picchetto represso duramente dall'intervento della polizia.

Durata 55m 13s

Sgomberata l'occupazione di via Prenestina

é durata poche ore l'occupazione di un locale di proprietà delle Ferrovie, sgomberato col sopraggiungere di quattro blindati intenzionati a chiudere nel più breve tempo possibile una, seppur, breve, nuova esperienza di lotta e autorganizzazione. Nel giro di un poche settimane già due gli sgomberi eseguiti a Roma, un giro di vite a cui occorrà far fronte senza cedere al ricatto e alla paura.

Appalti ferroviari: cresce l'inquietudine per i licenziamenti e gli stipendi arretrati, oggi assemblea

Il taglio sui servizi di pulizia, manutenzione e accompagnamento sui treni provocherà la perdita di 500 posti di lavoro. Ad essere coinvolte le aziende appaltate da Trenitalia, alcune delle quali da tempo non corrispondono più gli stipendi dovuti. Oggi si è tenuta un'assemblea di lavoratori che ha deciso la ripresa della mobilitazione per l'8 giugno.

Per il reintegro di Sandro Giuliani!

Quello subito da Sandro Giuliani, capotreno con alle spalle decenni di servizio licenziato da Trenitalia il 21 gennaio scorso, è l'ultimo di una striscia di provvedimenti intimidatori contro chi si batte per la sicurezza nei posti di lavoro. Un comitato è sorto per sostenere la causa di Sandro, di cui chiediamo con forza l'immediato reintegro al lavoro.

Durata 30m 15s