Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Manda i tuoi materiali per la prossima scarceranda

Egitto: ciao all'attivista Sarah

Sarah era un’attivista egiziana Lgbtqi. Nel 2017 era stata arrestata per aver sventolato una bandiera arcobaleno durante un concerto dei Machrou Laila (un gruppo libanese) al Cairo. Torturata e violentata in carcere, era stata rilasciata su cauzione. Sarah aveva trovato asilo in Canada dove domenica si è tolta la vita. 

Roma: 7 dicembre Nudm FLASH MOB Un Violador En Tu Camino

Le compagne cilene e di tutto il mondo ci hanno ispirate e fomentate, ora siamo pronte!

Ci vediamo sabato 7 dicembre alle 15.00 per prepararci
e cominciare alle 15.30 super puntuali!

📌Venerdì 6: il TERZO appuntamento
dalle 19:30 Acrobax via della vasca navale, 6
zona Marconi / San Paolo

🎥 VIDEO TUTORIAL

Notizie di genere dal mondo: violenze di genere e resistenze.

 
Vittoria della class action a nome di oltre 1,3000 donne contro la J&J per l'impianto di 'reti vaginali' contro prolasso (vaginal mesh).
Proposta di legge antiabortista nello stato dell'Ohio (USA) in cui si pretende dare personalita' giuridica all'embrione e obbliga il personale medico a rimpiantare gravidanze extrauterine (tecnica attualmente impossibile). Ottimo esempio di autodifesa dallo stato di New York: una donna di 82 anni si autodifende dal suo aggressore.

23N: NonUnaDiMeno in piazza contra la violenza maschile sulle donne

In occasione del 25N (giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne) parliamo della Manifestazione nazionale a Roma indetta da Non una di meno per sabato 23 novembre contro la violenza maschile e di genere: Contro la vostra violenza, la nostra rivolta!
Corrispondenze telefoniche da Torino, Napoli e Reggio Calabria

#NoDDLPillon: presidio a Montecitorio

Si sta svolgendo il presidio delle compagne di Nonunadimeno Roma davanti a Montecitorio per dire no al vergognoso decreto Pillon. Mobilitazioni nella giornata in tutta Italia. Alle 16.30 anche una conferenza stampa dentro la Camera. Sembra che la discussione sul decreto si sposterà a settembre