Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Una lotta essenziale

Data di trasmissione

Ventesima puntata, della Stagione 21/22, di Militant Dub Area sul 87.9 di Radio Onda Rossa.

Puntata dedicata all'8 marzo e alle lotte che portano avanti le donne. Oltre alla presenza femminile attraverso le selections del nostro Barabba, durante la prima ora ha presso parola una studentessa del Liceo Artistico Ripetta per raccontare come si inserisce la lotta transfemminista nel conflitto degl* student* medi.

Nella seconda ora abbiamo avuto come ospite telefonico a Saretta Supahnova (outta Sun System Hi-Fi), che ci ha raccontato il suo percorso come donna dentro dell'ambiente sound system e ci ha presentato alcune traccie di sua produzione.

Verso la fine, abbiamo avuto un po' di tempo per una mini selection del nostro caro Barabba.

Buon ascolto!

 

La Playlist:

Pietra Montecorvino - Si comme si

Jennifer Lara - A change is gonna come

Sister Netifa - Woman determinated

Sister Nancy - Transbort connection

Lady Junie - Nah deh wid you

Dawn Penn - You don't love me

Laylah Arruda - Ni una menos

Aza Lineage - Kill them with a sound

Abakush - Cush

Sista Manu ft. Supahnova - Jah is a  woman

Wicked and Bonny ft. Supahnova - Chest'é Napoli

Wicked and Bonny ft. Supahnova - Jamm' a balla'

Wicked and Bonny ft. Supahnova - Fatic' fatic'

Sista Awa meets Sista Habesha - Jah voice

Alicia Keys - Fallin' (reggae version)

Empress Black Omolo - Positive vibrations

Dynamic Stepper meets Lilith - Burnin' and lootin' (flute version)

Con NUDM per lo sciopero dell'8 Marzo

Data di trasmissione
Durata 1h 18m 16s

Sciopero di tutt contro ogni forma di violenza per autodeterminazione, libertà negate, una società femminista e trasfemminista. Dentro i posti di lavoro che ci sfruttano e ci annientano, le famiglie tossiche che ci ammazzano, i tribunali che ci rendono colpevolu se ci ribbelliamo ai ruoli imposti, gli ospedali che ci vogliono malatu come fonti di profitto, le scuole che annientano  crescita, pensiero e cultura, nelle città, quartieri e spazi pubblici e autogestiti, noi vogliamo essere VIVU e Liberu di scegliere. Contro i guerrafondai, contro tutte le guerre, con tutta la nostra rabbia lottiamo per una società della cura universale e promisqua, condivisa e socialmente vussuta. Contro capitalismo e patriarcato MARTEDÌ 8 MARZO ore 17 corteo da piazza Esedra per immaginare e costruire una costellazione femminista e trasfemminista per 365 giorni l'anno e a 360 gradi.

Qui il vademecum per scioperare

Venerdi: take back the night a San Lorenzo

Data di trasmissione
Durata 8m 57s

Appuntamento alle 19 in PIazza dell'Immacolata

In questi due anni di pandemia abbiamo vissuto un radicale mutamento della nostra socialità: dopo l'isolamento forzato, stiamo progressivamente facendo ritorno a quella “normalità”, già violenta, ma che ora si è decisamente inasprita. Le strade di San Lorenzo, così come quelle di altri quartieri della città, sono diventate teatro di atti violenti sessisti, razzisti e omolesbobitransfobici, verbali e fisici.
Riconosciamo in questo nuovo clima d’odio la deriva capitalistica dei luoghi di socialità, che denunciamo da anni, lo smantellamento di tutti quegli spazi di cultura e divertimento che non siano votati al consumo.
Negli ultimi mesi siamo venutз a conoscenza di diverse aggressioni di matrice sessista e transfobica all’interno del quartiere di San Lorenzo, per non parlare del fatto che basta uscire una sera con lз amichз per accorgersi che non si può più camminare tranquillз per le strade. Imbattersi in commenti sessisti razzisti e omolesbobitransfobici è diventato troppo comune e l’indifferenza verso molestie e aggressioni è cresciuta esponenzialmente.
Appena giri l’angolo diventi bella, frocio, cucciola, bambola, pervertitə, ecc... e speri sempre di rispondere abbastanza a tono, di camminare abbastanza veloce e che ci sia qualcun altrə in strada prontə nel caso a darti una mano e che non rimanga - come spesso accade - indifferente di fronte ad aggressioni e molestie.
Sentiamo la necessità di riprenderci le vie del quartiere, poterle attraversare con le nostre sorelle senza avere paura, poter rivendicare una socialità diversa e di gridare che la notte ci piace e vogliamo uscire in pace!
Invitiamo tutte le persone che vorranno unirsi a noi per riprenderci la notte di San Lorenzo!
Nella consapevolezza di non essere corpi a disposizione di sfoghi d’odio e violenza, ma di essere una Marea che vi travolgerà con rabbia per tutte le sorelle aggreditз, umiliatз, ammazzatз!

Feminism 2021. Fiera dell'editoria delle donne

Data di trasmissione

Domenica 7 marzo torna Feminism, la fiera dell'editoria delle donne alla sua quarta edizione,  in versione on line su facebook e youtube, sostenuta da Casa Internazionale delle Donne, Archivia, Legendaria e Sessismo e Razzismo (Ediesse), ne parliamo con Maria Palazzesi, una delle organizzatrici e Luisa Passerini, madrina con Dacia Maraini dell'edizione di quest'anno.

A questo link tutte le informazioni, il programma, i siti a cui collegarsi

Sul mio corpo decido io! Parliamo seriamente di RU486 con Elisabetta Canitano

Data di trasmissione

Accelera l'odiosa campagna di Pro Vita & Famiglia contro l'aborto e la Ru486. Nei giorni scorsi in molte città italiane è apparso un loro manifesto che paragona la pillola RU486 ad un veleno e ad un crimine l’assunzione sui cui è scritto “Prenderesti mai del veleno? Stop alla pillola abortiva, mette a rischio la salute” e rappresentata una donna apparentemente morta a terra, con una mela morsa vicino, presumibilmente un frutto avvelenato che avrebbe dovuto simboleggiare la pillola RU 486. Contro la disinformazione e chi vorrebbe negare l'autodeterminazione e la libertà di scelta delle donne questa mattina con la ginecologa Elisabetta Canitano proviamo a dare contezza di cosa sia realmente la RU486, di come agisce, di come la sua assunzione sia regolata nel nostro paese.

Divorzio: un bilancio a 50 anni dalla legge

Data di trasmissione

Il primo dicembre 1970, con 325 sì e 283 no alla Camera e 164 sì e 150 no al Senato, viene definitivamente approvata la legge n.898 in tema di "Disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio" (si evitò accuratamente la parola divorzio). L'Italia repubblicana si dota così di una legge sul divorzio che porta il nome dei primi firmatari Loris Fortuna, socialista, avvocato friulano e Antonio Baslini, liberale. Con l'avvocata Ilaria Boiano tracciamo un bilancio di questo mezzo secolo di legge tra diritto formale e sostanziale.

La situazione delle addette alle pulizie nella sanità del Lazio

Data di trasmissione

Gare al massimo ribasso, paghe da pochi euro l'ora e contratti a termine. Lavoratori e lavoratrici delle pulizie (ma sono per la maggior parte donne) costrette a lavorare senza protezioni adeguate contro il Covid 19 mentre garantiscono la sanificazione di ospedali, ambulatori e cliniche private rischiando ogni giorno il contagio. Per poco più di 7 euro l'ora. Ne parliamo con una compagna.