Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Manifestazione nazionale a Coltano contro una nuova base militare

Data di trasmissione

Un compagno della redazione ci racconta come si svolge la manifestazione nazionale a Coltano, in provincia di Pisa, contro il progetto di costruire una nuova base militare e per affermare il rifiuto della guerra, delle spese militari, della militarizzazione dei territori.

Coordinamento Regionale Sanità

Data di trasmissione

Larga panoramica sullo sciopero generale del prossimo 20/5/2022 con la presenza in studio di una compagna organizzatrice. Corrispondenza su sciopero, guerra e salute con un compagno sardo anche in relazione all'occupazione militare dell'isola in corso in questi giorni per le esercitazioni NATO.

Dall'assemblea pubblica sulla salute in piazza O. da Pordenone alle 15 del 20/5/2022 nell'ambito dello sciopero generale al congresso sulla salute il 28-29/5/2022 a Roma-Metropoliz. Corrispondenza con un compagno di Villa Tiburtina.

Loro le guerre, nostri i morti: presidio a Montecitorio

Data di trasmissione

Martedì 1 marzo, mentre il Parlamento decide quasi all'unanimità di inviare armi in Ucraina, fuori dal palazzo la manifestazione contro la guerra, contro la logica del riarmo, di compagn* che vede un'ampia partecipazione studentesca.

Corrispondenza con uno studente della Lupa

15 maggio: NOMUOS a Niscemi

Data di trasmissione

Manifestiamo contro il Muos per la smilitarizzazione della Sughereta e della Sicilia!

 

15 MAGGIO-NISCEMI ore 16 - partenza da piazza Vittorio Emanuele

"Da anni il più potente esercito del mondo, in combutta con lo Stato italiano e con la complicità serva della Regione Siciliana, tenta di imporre l'ennesima opera militare a un territorio che la respinge in quanto strumento di guerra e di morte..."

Coordinamento Regionale dei Comitati NOMUOS

 

Collegamento da Niscemi con una compagna NOMUOS.

Trasmissione del 13/4/2016 "Non lasciamole sole"

Data di trasmissione
” I Nomi delle Cose” /Puntata del 13/4/2016 ” Non lasciamole sole!

“Collegamento dalla Sardegna con una compagna di <Nobasinequinealtrove>/Facciamo il punto  sulle lotte antimilitariste /Presidio al tribunale dei Minori di Cagliari per le compagne che saranno processate il 21 aprile” “Catania NO FRONTEX 16 aprile/Dogma/ABORTO LIBERO E GRATUITO”

https://coordinamenta.noblogs.org/post/2016/04/14/podcast-della-trasmissione-del-1342016/

 

PRESIDIO DI SOLIDARIETA’ PER LE ANTIMILITARISTE

 

Immagine rimossa.

21 APRILE 2016  ORE 09.00

TRIBUNALE DEI MINORI –CAGLIARI

Il tre novembre scorso nel poligono di Teulada è stata bloccata la più grande esercitazione Nato degli ultimi 15 anni, la Trident Juncture!

Il 21 aprile si terrà il primo processo nei confronti delle antimilitariste minorenni denunciate

per ingresso arbitrario in luoghi, ove l’accesso è vietato nell’interesse militare dello Stato.

NON LASCIAMOLE SOLE! 

La Trident Juncture coinvolgeva 30 Stati, 36.000 militari, 60 tra navi e sottomarini e 140 tra aerei ed elicotteri ed era ospitata nei poligoni, nelle basi navali e negli aeroporti militari di Portogallo, Spagna e Italia. Un’esercitazione che si inseriva nella strategia generale del riarmo e dell’aumento generalizzato della spesa militare con una programmazione che prevedeva di testare nuovi strumenti aggressivi entro il 2016.

Nei paesi coinvolti non sono mancate le mobilitazioni contro questa devastante esercitazione e in Sardegna un migliaio di persone hanno partecipato alla manifestazione per bloccare la macchina bellica. Dentro il poligono è entrato un gruppo di persone riuscendo a interrompere l’esercitazione per un paio di ore.

Il 21 aprile si terrà il primo processo nei confronti delle antimilitariste minorenni, denunciate secondo l’articolo 682 c.p, per “Ingresso arbitrario in luoghi, ove l’accesso è vietato nell’interesse militare dello Stato”.

E’ evidente che dove inizia l’interesse militare dello Stato finisce la libertà delle persone che  vogliono opporsi alla violenza, alla devastazione del proprio territorio, all’occupazione militare e al blocco militare delle frontiere.

Invitiamo tutte e tutti a partecipare al presidio di solidarietà per rivendicare ancora una volta la libertà di contrastare chi lavora, finanzia e si mette al servizio di un Stato che progetta nuovi crimini di guerra.

A FORAS SA NATO DE SA SARDIGNA E DE SU MUNDU

NESSUNA PACE PER CHI VIVE DI GUERRA

rete NoBasi NeQuiNeAltrove