Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

#NoDDLPillon presidi in tutta italia

Data di trasmissione

Nella giornata di oggi si svolgeranno presidi in tutta Italia contro il DDLPillon che dovrebbe essere in discussione oggi in Commissione al Senato. 

 📌 A Milano Non Una Di Meno - Milano Ore 18.30 al Duomo-Matrimonio Pillon invito speciale, vestitevi eleganti per il primo matrimonio indissolubile! Evento fb: https://www.facebook.com/events/691951517919392/?ti=cl
📌 A Livorno Non Una Di Meno Livorno Ore 18 Via Grande Angolo, Via della Madonna 18-Presidio Evento fb: https://www.facebook.com/events/495572331006186/?ti=cl 📌 A Trieste Non Una di Meno - Trieste Ore 20 Piazza Edmondo Puecher Non sia mai Pillon! °assemblea sotto le stelle° Evento fb: https://www.facebook.com/events/2944979612240687/
📌 A Cagliari Non Una di Meno Cagliari Ore 19 Piazza Garibaldi Sit-in di protesta contro Il Ddl Pillon Evento fb: https://www.facebook.com/events/1063948787146621/
📌 A Padova Non Una di Meno - Padova Ore 18 Piazza Moroni Sit in #noddlPillon Evento fb: https://www.facebook.com/events/354077855489972/
📌 A La Spezia Non Una di Meno - La Spezia Ore 18 Piazza Mentana Presidio #nonsiamaipillon Evento fb:https://www.facebook.com/events/2110024005964759/

Comunicato Non Una Di Meno - Roma il Ddl Pillon sulla riforma della separazione e dell'affido verrà licenziato dalla Commissione Giustizia. Il passaggio successivo è l'approvazione in Parlamento. In questo ultimo anno il movimento femminista, l'associazionismo che opera nel contrasto alla violenza maschile sulle donne, i rappresentanti della magistratura, la società civile tutta hanno denunciato come l'approvazione del Ddl Pillon avrebbe l'effetto di riportare questo paese Indietro di 40 anni, contiene norme che vogliono cancellare tutti gli strumenti di tutela previsti nei casi di violenza e tutti i diritti conquistati dalle donne in anni di lotta: - la cancellazione dell'assegno di mantenimento - l'introduzione della pas (sindrome da alienazione parantale) - l'impossibilità per le donne che subiscono violenza di fuggire con i figli minori dalla casa familiare - l'introduzione della mediazione familiare obbligatoria sono alcuni esempi di quanto previsto in una legge che mira a punire le madri separate e a cancellare la tutela e la volontà dei minori coinvolti. Malgrado le proteste e la campagna contro l'attacco al diritto di famiglia e ai diritti delle donne e dei minori niente finora ha fermato il Disegno di legge del senatore leghista Pillon, sostenuto, malgrado l'annunciato ritiro, dalle firme di 5 parlamentari del movimento 5 stelle (una delle quali aggiunta proprio in questi giorni). Il 23 luglio il testo sara’ rimesso dalla Commissione Giustizia al Parlamento per l'approvazione finale. Mai come ora è necessario esserci! Mai come ora e’ fondamentale opporsi con i nostri corpi a questo scempio! Mai come ora è necessario unirci tutt* per chiedere il ritiro immediato dei ddl! martedi 23 luglio alle ore 15 tutt* A piazza Montecitorio Non Una Di Meno - Roma

Sabato 10 Novembre: No al ddl Pillon. #statodiagitazionepermanente

Data di trasmissione

Sabato 10 novembre: in tutte le città di Italia continua la mobilitazione, proclamata dall' ultima assemblea di Non una di Meno, contro il DDL Pillon.

https://nonunadimeno.wordpress.com/2018/11/01/10-novembre-mobilitazione-generale-contro-il-ddl-pillon/

Una compagna al telefono ci parla dell'iniziativa che si svolgerà a Roma Sabato 10 Novembre dalle 10 alle 13 in piazza Madonna di Loreto

Resoconto assemblea Non una di meno e corrispondenze da alcuni spazi di donne in Italia

Data di trasmissione

In studio leggiamo il report dell'assemblea svoltasi a Bologna il 6 e il 7 Ottobre di Non una di meno.

Di seguito i link degli spazi con cui sono state realizzate le corrispondenze:

Casa della donna di Pisa

Casa delle donne di Viareggio

Casa delle donne di Alessandria: campagna di crowdfunding

Lucha y Siesta di Roma

Non Una Di Meno lancia lo stato di agitazione permanente verso il 10 Novembre e verso il corteo nazionale del 24 Novembre a Roma.

 

Manifestazione Agitazione Permanente - Verona Sabato 13 Ottobre ore 15

Data di trasmissione

Con una compagna di Verona parliamo del corteo di Sabato 13 Ottobre e del clima nella città di Verona.


 

ECCO PERCHE' SAREMO TUTT* IN PIAZZA.

Non Una Di Meno lancia lo stato di agitazione permanente

Con i nostri corpi resistenti daremo inizio allo stato di agitazione permanente lanciato da Non Una di Meno. Sabato 13 ottobre ci mobiliteremo a Verona per l’aborto libero, sicuro e gratuito, una presa di parola contro il governo giallo-verde e parte della battaglia delle femministe di tutto il mondo.

La scorsa settimana l’amministrazione comunale ha approvato una mozione che proclama Verona “città a favore della vita” e che finanzia progetti e associazioni cattoliche per la cosiddetta “adozione del feto”. Nelle prossime settimane tornerà probabilmente in discussione al consiglio comunale di Verona anche un’altra mozione, che prevede la sepoltura automatica dei feti senza il consenso della donna coinvolta. Le premesse e il contesto politico da cui nasce tale proposta sono le stesse, punitive e vendicative nei confronti delle donne, che ritroviamo in Parlamento e al governo del paese con il Ddl Pillon e con i continui attacchi all'aborto del ministro Fontana. La saldatura tra destra e movimenti per la vita trova come sempre il supporto del Papa che torna a attaccare l'aborto criminalizzando le donne. La lotta per l'aborto garantito, sicuro e gratuito è una lotta globale di liberazione dal potere di controllo sociale, politico e religioso sui corpi delle donne.

Contro la cultura patriarcale e sessista che ci confina in ruoli di genere prestabiliti, minacciando la nostra salute e limitando la nostra possibilità di autodeterminazione, rivendichiamo #moltopiùdi194! Sappiamo che la 194 è già svuotata nella sua efficacia dall'obiezione di coscienza, dai tagli ai consultori e dalle limitazioni all'uso della pillola abortiva RU486. L'autodeterminazione che rivendichiamo non è solo individuale, ma afferma la forza collettiva di un movimento globale. Per questo noi vogliamo: educazione sessuale per decidere, contraccezione gratuita per non abortire e aborto accessibile per non morire.

Verona è la città che da decenni si è imposta come laboratorio di ciò che ora vediamo in opera al governo. L'azione della giunta Sboarina riassume in sé tutta la violenza che in questi anni ha contraddistinto il clima politico della città contro donne, gay, lesbiche, trans, migranti.

Per queste ragioni la nostra lotta sarà oltre i confini delle organizzazioni tradizionali: Non Una di Meno sarà in piazza per riprendere parola insieme a movimenti LGBTQI e studenteschi, ai collettivi universitari e alle altre associazioni che lavorano per aprire spazi di libertà. La data di Verona segna l'inizio dello Stato di agitazione permanente lanciato da Non Una Di Meno verso il 24 novembre, manifestazione nazionale a Roma, e lo sciopero globale dell’8 marzo.

Ci vediamo a Verona sabato 13 ottobre alle ore 15.00 Stazione Porta Nuova (Piazzale XXV aprile)

#AgitazionePermanente - #moltopiùdi194!

 

Ddl Pillon: affido condiviso e modifica delle norme sul maltrattamento.

Data di trasmissione

Il Ddl Pillon 735 è un chiaro attacco all'autodeterminazione delle donne, soprattutto quelle vittime di violenza domestica per le quali risulterà sempre più difficile uscire da situazioni di pericolo e sottrarne anche i figli.

Stop all'assegno di mantenimento, mediazione familiare obbligatoria, impossibilità di abbandonare la casa in cui la donna è oggetto di violenza.

Si aggiunge a tutto questo un'altra proposta di legge 45 che prevede di modificare le norme sul maltrattamento che sarà giudicato tale solo in caso di violenze continue e ripetute.

Ne parliamo con le compagne di BeFree che hanno analizzato il testo del disegno di legge punto per punto e lanciamo la mobilitazione nazionale del 10 novembre.

http://www.befreecooperativa.org/wordpress/2018/09/note-critiche-al-ddl…