Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Kobane: 24 settembre manifestazione nazionale a Roma

Data di trasmissione

Il prossimo 24 settembre è stata indetta una manifestazione nazionale a Roma in solidarietà con la resistenza curda attaccata in Rojava e nel Kurdistan curdo. Tutto ciò mentre l'Unione Europea continua a versare soldi alla Turchia per la gestione dei profughi frutto di una guerra, quella siriana, causata dalla stessa UE e dalla stessa Turchia. Corrispondenza e commenti.

 

Qui l'appello per una mobilitazione nazionale a sostegno del popolo curdo e della rivoluzione democratica in Rojava: http://www.uikionlus.com/appello-per-una-mobilitazione-nazionale-a-roma-il-24-settembre

La guerra di Erdogan contro le donne curde

Data di trasmissione
Intervista alle compagne del Dipartimento delle donne di Sur-Amed che abbiamo incontrato a dicembre 2015 in Germania. Alcune compagne del MFLA hanno incontrato a dicembre in Germania, all'incontro di wendo/autodifesa femminista di Kassel, Leyla, Rojda e Parwin, tre compagne curde che lavorano al dipartimento delle donne del quartiere di Sur, che è il centro storico di Amed/Diyarbakir, sotto coprifuoco di 24 ore imposto dal governo turco dall'11 dicembre scorso (ornai 74 giorni), una prigione a cielo aperto. Le compagne curde raccontano che nella guerra contro la popolazione curda, il governo turco ha deciso di prendere di mira soprattutto le donne, per la loro capacità di resistenza e per il loro portato rivoluzionario, come sosegno per tutta la comunità.

Verso il Newroz 2016

Data di trasmissione
Durata 1h 7m 42s

Seconda puntata di approfondimento sul Kurdistan verso il Newroz 2016.
Abbiamo parlato della cittadinanza onoraria a Napoli ad Ocalan, di alcuni articoli de La stampa sulla situazione in Siria. Una corrispondenza con una compagna toscana sull'azione davanti alla sede rai di Firenze contro il silenzio dei media sul massacro a Czire nel sud est dellla Turchia da parte dell'esercito turco. Ed infine intervento dell'avvocata Ebru Gunay alla Casa Internazionale della donna in occasione della presentazione del secondo volume del libro della combattente curda Sakine Cansiz "Tutta la mia vita è stata una lotta", secondo volume che parla degli anni che ha trascorso in carcere. 

Daesh attacca di nuovo Kobane, che resiste

Data di trasmissione

  
p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }

All'alba di questa mattina circa 100 miliziani dell'Isis hanno portato un nuovo attacco alla città di Kobane: passando travestiti da combattenti delle YPG attraverso il valico di frontiera di Mursitpinar, quindi provenienti dal territorio turco, hanno fatto esplodere delle autobomba che hanno provocato – al momento – circa 42 morti e 60 feriti, quasi tutti civili.

Adesso, ciò che rimane del commando dell'Isis è asserragliato in una scuola nel centro città e in un villaggio alla periferia, e le Asays (forze di pubblica sicurezza autorganizzate) stanno cercando di ricacciarli indietro.

 

Ne parliamo con un compagno kurdo che si trova nei territori del Kurdistan turco.

Ricostruiamo Kobane

Data di trasmissione
Durata 16m 59s
Rapporto sulle necesita’ urgenti a KOBANÊ <http://www.uikionlus.com/rapporto-sulle-necesit-urgenti-a-kobane/>​ Include tutti i dettagli e i contatti per partecipare alla campagna per la ricostruzione di Kobane.

 

La corrispondenza con una compagna di Senza confine per affrontare il tema delle necessità di Kobane e delle iniziative di raccolta fondi.

 

 

Verità per Sakine Fidan e Leyla!

Data di trasmissione
Durata 33m 5s

Un approfondimento ai microfoni di MFLA sulle militanti curde Sakine Cansiz, Fidan Dogan e Leyla Soleymez a due anni dal loro omicidio con una compagna dell'associazione Senza Confine e Rete Kurdistan.

 

Le manifestazioni per chiedere verità e giustizia di Roma, Parigi e del resto di Europa.

 

http://www.retekurdistan.it/

YPG/YPJ: liberata la montagna di Sinjar

Data di trasmissione

Nella giornata del 19 dicembre le unità di difesa dello YPG, YPJ e del PKK hanno liberato dall'ISIS la montagna di Sinjar dove da agosto erano intrappolati gli Ezidi. I media continuano a parlare dei peshmerga di Barzani come unica forza in campo di lotta all'ISIS quando questo non è vero. Anche a Kobane le inità di difesa hanno riconquistato il 70% della città.

Sentiamo un aggiornamento da un compagno di UIKIONLUS

 

https://twitter.com/DefenseUnits/status/546032921078161408/photo/1