Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Aggiornamenti dalla Turchia: arresti politici, Covid e Nagorno Karabach

Insieme a Murat Cinar, giornalista in bilico tra Italia e Turchia (come si autodefinisce), facciamo un aggiornamento sulla Turchia, dove in questi giorni le autorità turche hanno emesso mandati d’arresto per 82 curdi, tra cui un sindaco. Nel frattempo erdogan sostiene apertamente l'Azerbaijan nell'offensiva in Nagorno Karabach sia con milizia sia con le armi turche. Infine parliamo di Covid in Turchia.

Ebru Timtik miltante e avvocata uccisa dal regime turco

Data di trasmissione

Ebru Timtik è morta dopo 238 giorni di sciopero della fame per chiedere un giusto processo per sé e per 17 suoi colleghi avvocati accusati di legami con il Fronte rivoluzionario della liberazione popolare (DHKP/C), un gruppo di estrema sinistra considerato un’organizzazione terroristica dal governo turco, dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea. Nel 2019 era stata condannata a 13 anni e sei mesi di carcere e il suo caso doveva essere giudicato in appello.

Di patriarcato e repressione in Turchia

Data di trasmissione

Con il giornalista Murat Cinar parliamo dello scontro aperto tra il governo turco e Twitter, dopo che la piattaforma social ha deciso di sospendere ben 7mila account perché ritenuti falsi e costituiti al solo fine di essere impegnati in una narrazione favorevole al presidente Erdogan e al suo partito e di diffondere sistematicamente e consapevolmente notizie false soprattutto contro i partiti dell’opposizione.

In Turchia la scure di Erdogan si abbatte sugli avvocati

In Turchia si mobilita l'avvocatura contro la nuova legge sugli ordini forensi, che prevede l'istituzione di ordini professionali alternativi a quelli esistenti e, di fatto, controllati dal governo. Un ulteriore tassello nel sistematico processo di demolizione delle libertà civili e politiche all'interno dello Stato turco.

Ai nostri microfoni, per commentare la situazione, l'avvocato Arturo Salerni.

Libia: asse Erdogan-Trump per il controllo del Paese

Data di trasmissione

Libia, ma soprattutto quello che verrà dopo. Ankara spalanca le porte del Mediterraneo a Washington. L’intento strategico di Erdogan passa dalla stabilizzazione libica e dall'eliminazione di Haftar, insieme agli Usa, per poi muovere i propri interessi in coppia con gli americani.

Turchia: sciopero della fame del gruppo Grup Yorum, situazione carceraria e misure del governo

Data di trasmissione

Con Murat Cinar, giornalista turco che da anni vive in Italia, facciamo il punto della situazione in Turchia nella pandemia di Covid-19. Affrontiamo anzitutto il tema della riforma carceraria, con un approfondimento sul caso della band musicale Grup Yorum, i cui componenti sono in carcere perché oppositori politici di Erdogan e dell’Akp e da tempo sono in sciopero della fame. Una di loro, Helin Bolek, è morta nel mese di aprile proprio in seguito a questa forma molto forte di protesta, mentre nella giornata di ieri Ibrahim Gokcek ha sospeso lo sciopero.