Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Lavoratori in appalto Atac senza stipendio

I lavoratori Corpa in appalto addetti al recupero dei mezzi atac guasti protestano per non avere ricevuto gli ultimi tre stipendi arretrati e la pessima gestione del servizio e questa mattina sono saliti sulle impalcature a Piazza Venezia nei pressi della Prefettura . Chiedono risposte per la loro situazione finora non arrivate.

Roma: i lavoratori Alcoa in presidio davanti al ministero

Quasi 400 lavoratori dello stabilimento Alcoa di Portovesme sono arrivati in corteo davanti al Ministero dello sviluppo economico di via Veneto, dove sono rimasti in presidio per far sentire la loro voce e continuare la protesta che portano avanti da giorni.

Al Ministero si sta svolgendo il tavolo sulla vertenza che vede coinvolti l'azienda che ha deciso che vuole chiudere (e che avvierà il 4 aprile le procedure per la cassa integrazione e il 31 luglio le pratiche di lincenziamento), e i sindacati che tentano di posticipare la chiusura.

Durata 9m 16s

Palermo: mobilitazione dei lavoratori dei cantieri navali

Siamo al 3° giorno di protesta per i lavoratori Fincantieri dei cantieri navali di Palermo, a rischio cassa integrazione e licenziamento, così come previsto dall'accordo nazionale firmato a dicembre.

Anche oggi, si sono svolti cortei spontanei e blocchi autostradali.

Durata: 9'17''

Durata 10m 47s

Roma: ancora un rinvio per i lavoratori dei treni notte

Ancora un rinvio: è stato spostato a domani l'incontro che era previsto oggi alla motorizzazione, per la trattativa che vede coinvolti i lavoratori della ex Wagon Lits, i lavoratori dei treni-notte (che da giorni occupano il tetto di uno dei palazzi delle ferrovie di via prenestina, per protestare contri i tagli e gli imminenti licenziamenti) e l'azienda che ha vinto la nuova gara d'appalto.

 

Durata: 05':22''

 

 

Presidio di protesta dei giornalisti del quotidiano Terra

Oggi a partire dalle ore 14.00 si sta svolgendo un presidio davanti alla redazione del quotidiano Terra, in via del porto fluviale n.9a, indetto dai giornalisti della testata per denunciare e protestare contro l'azienda per la situazione che stanno vivendo. Da oltre sei mesi sono senza stipendio e l'azienda che edita il giornale, puntualmente viola gli accordi stipulati con i sindacati. Durata: 11'19''
Durata 11m 18s

Noureddine Adnane. Una vita infranta.

Noureddine Adnane non ce l'ha fatta.

Il giovane ragazzo marocchino di soli 27 anni,che si era dato fuoco venerdì scorso in via Ernesto Basilie, a Palermo, per protestare contro l'ennesimo controllo da parte della polizia municipale,riguardo la sua attività di venditore ambulante è deceduto.

E'morto ieri mattina alle 11 al centro grandi ustionati dell'ospedale Civico.

Lo stesso giorno in cui le comunità migranti e alcuni cittadini siciliani avevano indetto un corteo a sostegno della sua protesta.