Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Gkn: iniziato il presidio davanti alla fabbrica

Data di trasmissione
Durata 3m 38s
Durata 22m 38s

Con un compagno dei Cobas parliamo dei lavoratori in picchetto davanti alla fabbrica fiorentina della Gkn. Il picchetto e lo sciopero provinciale è stato necessario vista la richiesta della proprietà di entrare oggi nei locali per cominiciare a portare via le cose dalla fabbrica ormai autogestita da 2 anni

Il portavoce del Collettivo di Fabbrica Dario Salvetti spiega agli operai presenti davanti ai cancelli della fabbrica che cosa sarebbero i "rottami" che la proprietà ha deciso di sgomberare: "Ciò che Borgomeo - si legge nel volantino diffuso dal Collettivo - chiama 'rottami' è praticamente l'intero parco magazzino: semiassi 'eccellenza' del made in Italy, letteralmente nostro sudore, trasformati in rottame da rivendere a peso di ferro". 

E' stata indetta anche un'assemblea il 9 novembre alle h 20.30 a Campi Bisenzio.

Proteste in Sri-Lanka: 8 maggio presidio a Roma

Data di trasmissione

Una corrispondenza con un compagno del JVP ci racconta la situazione in Sri-Lanka: forti proteste e scioperi molto partecipati mettono in discussione il governo attuale  - in piena continuità con i precedenti che hanno impoverito la popolazione.

L'8 maggio a Piazza Vittorio, Roma (lato via dello statuto), ci sarà un presidio di solidarietà e contro la repressione del governo srilankese.

Latina: presidio per il permesso di soggiorno

Data di trasmissione

Sabato 23 ottobre a Latina ci sarà un importante presidio riguardo al problema del permesso di soggiorno: un dispositivo che, anche attraverso complicazioni amministrative, rende le persone immigrate vulnerabili e ricattabili. Ascolta anche la corrispondenza di Martedì scorso.

Presidio sotto il Ministero del Lavoro de* Lavorat* dello spettacolo - 22 aprile dalle h14.30

Data di trasmissione
Nel pomeriggio di oggi, giovedì 22 Aprile, dalle ore 14.30 sotto il Ministero del Lavoro - via Veneto 56, la Rete lavorat* Spettacolo e Cultura sarà in presidio per sostenere l'incontro Interministeriale che da oltre un anno chiediamo a gran voce insieme al network nazionale 𝗣𝗿𝗼𝗳𝗲𝘀𝘀𝗶𝗼𝗻𝗶𝘀𝘁° 𝗦𝗽𝗲𝘁𝘁𝗮𝗰𝗼𝗹𝗼 𝗲 𝗖𝘂𝗹𝘁𝘂𝗿𝗮 - 𝗘𝗺𝗲𝗿𝗴𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗖𝗼𝗻𝘁𝗶𝗻𝘂𝗮. Contemporaneamente ci saranno presidi sotto le prefetture di Torino, Bologna, Padova, Napoli e Genova. La richiesta dei lavorat* sarà l'apertura di un vero tavolo interministeriale con i Ministeri di Lavoro, Cultura, Economia e Finanza, Sviluppo Economico. Ne parliamo con una compagna.

 

Se la sanità del Lazio è al collasso non è solo colpa del virus. Sit-in sotto la Regione Lazio

Data di trasmissione

La Regione Lazio ha fatto scelte in questi anni di tagliare sulla Sanità pubblica per reindirizare i finanziamenti sui servizi privati in convenzione e accreditamento. Il risultato è ben visibile a tutti e tutte ormai. La pandemia sta mettendo in seria difficoltà le strutture sanitarie pubbliche e soprattutto la sicurezza di operatori e operatrici sanitarie. La carenza del personale è evidente. Si sta cercando di sopperire immettendo ancora più precariato di quanto ne avessimo prima. E sono proprio i precari ad essere sbattuti nei reparti Covid senza nemmeno l'adeguata formazione sulle misure di sicurezza dal contagio.

Con una compagna del Coordinamento Assemblee Consultori delle Donne e Libere Soggettività del Lazio rilanciamo il presidio di giovedì 19 novembre ore 16 sotto la Regione Lazio per chiedere il diritto ad una sanità pubblica, universale, gratuita, laica ed umanizzata che finalmente garantisca salute attraverso prevenzione, cura e riabilitazione.