Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Cosa accade nelle carceri italiane: sul pestaggio di San Gimignano

Data di trasmissione
4 settimane 2 giorni ago

Sabato 26 ottobre ore 15.00
Presidio al carcere di S. Gimignano

Spezziamo quel silenzio di tomba!

A fianco di chi lotta contro il carcere, a fianco dei prigionieri di San Gimignano!

Il 22 settembre scorso i giornali hanno riportato la notizia di un’indagine che vede coinvolte 15 guardie del carcere di San Gimignano, accusate sulla base di testimonianze dirette di avere picchiato un prigioniero con pugni e calci, fino a lasciarlo svenuto a terra.

Durata 11m 20s

Torino: operazione repressiva in seguito al corteo dopo lo sgombero dell'Asilo occupato

Data di trasmissione
1 mese 3 settimane ago

Dopo lo sgombero dell'Asilo occupato a Torino per le strade della città si è espressa una solidarietà determinata e combattiva. Venerdì scorso, la polizia è andata a bussare alla porta di compagni e compagne accusati a vario titolo di aver partecipato al corteo del 9 Febbraio. Ne parliamo al telefono con una compagna.

Buon Ascolto!

Con un piede nella porta. Vincenzo e l’anomalia bretone

Data di trasmissione
2 mesi ago

Lo scorso 8 agosto Vincenzo è stato arrestato dalla Squadra Speciale Fuggitivi nei pressi di Rochefort en Terre, un piccolo villaggio bretone.  Ricercato dal 2012, dopo una sentenza che lo condannava in via definitiva a una pena di circa 13 anni per la sua partecipazione alle giornate del G8 di Genova 2001, Vincenzo mancava dall’Italia da più di 7 anni perché aveva deciso di sottrarsi alla cattura e di vivere libero finché possibile.

2 marzo: corteo contro padroni e stato di polizia

Data di trasmissione
8 mesi 3 settimane ago

ADESSO BASTA!
IL SILENZIO È COMPLICITÀ

CORTEO CONTRO PADRONI
E STATO DI POLIZIA

A partire dalla forte risposta di chi ha resistito allo sgombero dell’Asilo occupato di Torino e dalla estesa solidarietà di fronte agli arresti, crediamo si debba far risuonare nelle nostre strade, quelle che calpestiamo ogni giorno, una voce chiara e decisa contro il governo.

Durata 11m 47s

Il cuore oltre le sbarre: sugli arresti a Trento

Data di trasmissione
8 mesi 3 settimane ago

In corrispondenza con un compagno parliamo dell'operazione che il 19 febbraio ha portato all'arresto di sette compagni e compagne con l’accusa di 270 bis (associazione sovversiva con finalità di terrorismo) e 280 bis (attentati con finalità terroristiche e di eversione). Un approfondimento sulle lotte portate avanti, sulla solidarietà e sulle attuali strategie repressive dello stato.

Durata 25m 22s

Catania: chiediamo la scarcerazione dei pescatori tunisini di Zarzis

Dopo la liberazione dei 177 ostaggi della nave Diciotti, chiediamo la scarcerazione dei pescatori tunisini di Zarzis.

Dal 30 agosto Chamseddine Bourassine, capitano di un peschereccio sotto sequestro a Licata (AG), si trova nella casa circondariale ‘Petrusa’ di Agrigento, insieme agli uomini del suo equipaggio: Lofti Lahiba, Farhat Tarhouni, Salem Belhiba, Bechir Edhiba, Ammar Zemzi.

Durata 5m 10s

L' Amore Nostro Non Conosce Catene Vol. 2

Data di trasmissione
2 anni ago

una breve corrispondenza per "spingersi" il doppio appuntamento di sabato e domenica prossima, 4 e 5 novembre, al csoa "ex snia", al "kollatino underground"  e al "360 gradi". al telefono un compagno di torpedos roma che ci racconta come hanno pensato e progettato l'evento insieme ai/alle compagne di partizan, per contribuire alle spese legali che le crews devono sostenere.

https://it-it.facebook.com/events/154613361790340/

Roma: presidio in solidarietà con la comunità LGBTQI egiziana

Sentiamo una compagna de le cagne sciolte che ci racconta del presidio di oggi alla gay street in solidarietà con la comunità lgbtqi ancora colpita dalla repressione di Al Sisi in Egitto

 

Il 18 ottobre facciamo qualcosa di concreto per LGBTQI d’Egitto, per Alaa e per tutt* le prigioniere/i politiche/i

In Egitto la repressione quotidiana continua ogni giorno più dura. Dalla fine del 2013 sono all’ordine del giorno le violazioni dei diritti umani da parte delle autorità militari del regime di Al Sisi.

Durata 13m 1s