siccità

Siccità: gli effetti del cambiamento climatico in Sicilia

Data di trasmissione
Durata 15m 57s

Torniamo a parlare della siccità in Sicilia, spacciata come un'emergenza quando la crisi idrica della regione è in atto da anni, in mancanza di piani di prevenzione, abbiamo parlato con il prof Christian Mulder che si occupa di ecologia e cambiamenti climatici all'università di Catania. E proprio riguardo l'impatto del "climate change" ci facciamo spiegare come e quanto tutto questo va a trasformare la regione con scenari drammatici e cioè 1/3 della regione rischia la desertificazione entro il 2030.

Durata 15'

Siccità in Sicilia

Data di trasmissione
Durata 42m 17s

Come è possibile che una regione ricca d'acqua come la Sicilia stia affrontando una crisi mai vista? 
Come è possibile che circa il 70% della superficie della Sicilia presenta un grado medio-alto di vulnerabilità ambientale e rischia la desertificazione? Tra dighe mai collaudate, perdite idriche e politiche assenti, abbiamo fatto un quadro sulla situazione nell'isola più grande del Mediterraneo.

Con Andrea Turco, giornalista sicilano freelance e Sergio, un compagno di Messina della rete No Ponte.

Durata 42' ca.

Corteo contro l'inceneritore di Roma Sabato 25 Marzo

Data di trasmissione
Durata 1h 9m 1s

Parliamo principalmente del
Corteo contro l'inceneritore di Roma del prossimo Sabato 25 Marzo ad Albano in Piazza Mazzini alle 15:30

e dell'assemblea al Porto Fluviale di Mercoledì 22 alle 17:30 che lo precederà.

Durante la corrispondenza per lanciare il corteo solleviamo molti temi che andremo ad approfondire nel resto della trasmissione, come il fallimento dei "cassonetti intelligenti", i progetti di costruzione di nuovi desalinizzatori in tutt'Italia, sul nuovo clima filonuclearista che va formandosi, dei traffici di plastica internazionali e della scoperta dei plastiglomerati.

Roma brucia e manca pure l'acqua

Data di trasmissione
Durata 1h 14m

Parliamo della situazione rifiuti nel Lazio dopo l'incendio che ha coinvolto inceneritore e TMB di Malagrotta, le sue conseguenze sulla gestione dei rifiuti a Roma e le indagini sulla sua eventuale dolosità. Passiamo poi nella seconda parte della trasmissione a discutere delle conseguenze della crisi idrica che sta interessando il bacino del Po sulla produzione energetica in Italia e il ricorso al sempiterno carbone.

Ricordiamo a ascoltatori e ascoltatrici che Martedì 28 Giugno alle 16:30 è stato indetto un presidio in Piazza del Campidoglio contro la scellerata gestione dei rifiuti di questa amministrazione.
Clicca qui per il link all'evento e alla locandina

Economia e ambiente

Data di trasmissione
Durata 50m 54s

Settima puntata del ciclo "Economia e ambiente", anche detta "il filo rosso di Alberto". In questa puntata:

  • le lingue di freddo;
  • cicloni in India e Mozambico;
  • siccità in Namibia, Somalia Corea del Nord e Yemen;
  • alluvioni in Mali Tanzania e Nord-est dell’Australia;
  • la storia degli incendi in California;
  • nuovi danni alla fascia dell’ozono: il contributo negativo della Cina;
  • l’attuale ‘sesta estinzione di massa’ con un milione di specie di animali e piante sotto minaccia. 

L’appuntamento per la COP26 fine 2020: sarà in Italia? Greta lancia un’intera settimana di mobilitazioni per settembre.

 

Economia e ambiente

Data di trasmissione
Durata 50m 1s

Quinta puntata del ciclo "Economia e ambiente", anche detta "il filo rosso di Alberto". 

In apertura parliamo di Greta e dell’onda di ragazzi che attaccano i politici che trascurano i drammatici eventi climatici, lasciando ai giovani di oggi un pianeta disastrato.

Poi una rassegna dei dati più recenti sul riscaldamento globale, dalla ripresa delle emissioni di CO2 alla potenziale scarsità di litio, dalla sesta estinzione in corso agli iceberg dell’Antartide, dal dramma sul fiume Mekong alla situazione dell’agricoltura mondiale, dalla necessità di ridurre il consumo di formaggio alla situazione di grave siccità in Australia, al declino delle popolazioni di insetti.

E poi la diossina a Taranto e la mobilitazione contro il gasdotto Mediterraneo. In chiusura appuntamenti per un mese di lotte.