Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Stefano Cucchi e la caserma dei carabinieri sulla Casilina

Data di trasmissione

Nell'udienza di ieri sull'omicidio di Stefano Cucchi, i carabinieri di Tor Sapienza parlano e rivelano che Stefano dopo la caserma Appio viene portato al comando dei carabinieri Casilina. Ed è da qui che arriva a Tor Sapienza pieno di botte. Questo passaggio fino ad ora non era mai stato rivelato. Inoltre quando devono compilare il verbale sullo stato di Stefano, il loro superiore gli fa omettere il passaggio sulla Casalina e le botte ricevute.

Ne parliamo con l'avvocato Fabio Anselmo.

Corteo a Firenze : le strade sicure le fanno le donne che le attraversano

Data di trasmissione

Le voci del corteo notturno a Firenze di oggi, 16.09.17 - la risposta arrabbiata e determinata di centinaia di donne allo stupro di due ragazze per mano di due carabinieri in servizio.

Le voci e le parole delle partecipanti, contro la lettura e il racconto che i media continuano a dare sugli stupri e sulla violenza di genere, una lettura che associa un particolare gruppo etnico alla cultura dello stupro, omettendo ancora una volta quanto sia fatto strutturale della nostra società.

Hacking Team

Data di trasmissione

La società di "offensive security" hacking team ha subito un pesante attacco. Molti dati privati sono stati rivelati. Facciamo una panoramica del contesto e poi ci addentriamo tra le email per mostrare le connessioni di questi soggetti con le massime cariche statali, i loro riferimenti "politico-culturali", le modalità del loro lavoro.

 

Durata: 1h13m

Centocelle: blindati per sfrattare una famiglia

Data di trasmissione
Durata 7m 15s
Durata 3m 30s

A centocelle un nutrito picchetto antisfratto e' stato attaccato dalla celere.

Durante l'operazione e' stato anche fatto uso di lacrimogeni, oltretutto all'interno di un cortile molto piccolo.

 

https://www.youtube.com/watch?v=uRCP1EOieIM&feature=youtu.be&app=desktop

 

La seconda corrispondenza è dal presidio sotto il Municipio V in largo Telese.

 

Leggi anche il comunicato di risposta allo sfratto.

Dalla manifestazione al Quadraro contro lo stupro di una donna nella stazione dei CC

Data di trasmissione
Durata 1m 1s
Durata 7m 37s
Durata 5m 48s

Corrispondenze dalla manifestazione di donne, femministe, lesbiche, compagei contro lo stupro avvenuto nella stazione dei carabinieri del Quadraro. Un appuntamento nato spontaneo delle compagne ha raggiunto il presidio bloccando e megafonando sulla Tuscolana.

Ancora violenza delle forze dell'ordine. La denuncia di un uomo argentino

Data di trasmissione

"Vengo dall'Argentina dove la mia generazione è stata massacrata. Qui pensavo di vivere in un paese civile. Invece mi sono ritrovato ammanettato, preso a calci e pugni in testa dai carabinieri, trascinato sull'asfalto, torturato e sbattuto contro i muri della caserma senza poter vedere un medico. Insultato, con i militari che mi

puntavano la pistola addosso. E ancora non so perché". Isidro Luciano Diaz ha 41 anni, dei quali 23 vissuti in Italia dove, nel lecchese, gestisce l'allevamento di cavalli "Dal Gaucho". Da quando il 5 aprile dell'anno scorso è stato fermato dai carabinieri vicino a Voghera, è stato operato agli occhi 6 volte per distacco della retina e ha i

timpani perforati. Ferite "compatibili" col suo racconto da incubo, scrive il medico legale nella relazione che riporta alla memoria le vicende di Federico Aldrovandi, di Giuseppe Uva, Stefano Cucchi. Di

giovani morti dopo essere stati malmenati da uomini in divisa, entrati vivi in caserma o in carcere e mai usciti.