Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Siamo tornati: Buona la prima!

Data di trasmissione

Prima puntata di Militant Dub Area sul 87.9 di Radio Onda Rossa.

Con qualque cambiamento nella ciurma, il Militant Falcon decolla per aprire la stagione radiofonica a suon di vinili.

Dopo la dovuta presentazione del collettivo, con l'annuncio dei cambiamenti all'interno della crew, ci siamo collegati con la Val di Susa per informare sulla represione alla militanza No Tav. Poi, Daniele con la sua rubrica Sound System Music ci ha proposto le prime new releases da ascoltare. Infine, abbiamo provato a fare una piccola analisi sulla scena sound system in questo contesto di pandemia.

Per chiudere in bellezza, i nostri Paolo e Daniele (outta All Tribes Sound System) vi propongono un percorso musicale dal reggae fino al dub, 100% in vinile.

La playlist:

The Prophet - Return of the pollock

Errol Dunkley - Bye bye baby

Skatalites - Marcus Garvey

Big Youth - Natty no Jester

UB40 - Food

Barrington Levy ft. Rankin Joe - River Jordan

Cornell Campbell - New Ages

Jammani - Bites & Pieces of love

Rod Taylor - Mr Money Man

Kairo McLean - Easy Now (Sound System Music)

Blue & Red ft. Mikey Dread - Rastafari Way (Sound System Music)

Lussio Dub- Revolutional Herb (Sound System Music)

Militant P - Fondamentale

Easton Clarke - Bike no licence

Rod Taylor - His Imperial Majesty

Cracker Jack & Patches - We out a GT

Bunny Wailer - Back to School

General Levy - Professional Ganja Smoker

Kanka ft. Mark Iration - We nu want dem

Dubious ft. Ras Mat I - Wilder chants

 

Aggiornamenti dal presidio di Susa e biogas ad Albano

Data di trasmissione

In questa trasmissione ospitiamo due corrispondenze: la prima con la Val di Susa dove la lotta dei compagni contro l'apertura del cantiere dell'autoporto va avanti, nonostante i blocchi della polizia che impediscono le consegne di cibo e acqua ai compagni sul tetto del presidio; la seconda corrispondenza invece affronta l'attuale arresto del progetto di costruzione di una centrale a biogas nel sito della ex discarica di Roncigliano sotto Albano, progetto per ora depennato dalla regione Lazio stessa.

No Tav:militarizzazione del territorio e repressione

Data di trasmissione
Durata 11m 19s

Ancora una corrispondenza dalla Val Susa con una compagna che ci racconta dei fatti di ieri, che hanno portato al ferimento gravissimo di Giovanna, e un racconto della situazione di pesante militarizzazione e  repressione, di nuovi territori che vengono invasi dal megaprogetto in cui si continua a resistere. 

No Tav, Mamme in piazza per la libertà di dissenso

Data di trasmissione

Abbiamo parlato con le Mamme in Piazza per la libertà di Dissenso, che questo come ogni giovedì si recano davanti al carcere delle Vallette di Torino, per portare solidarietà a Dana e tutte e tutti gli  altri detenuti No Tav, per denunciare il regime di totale repressione, detenzione e accanmento giudiziario verso chiunque anche solo esprime simpatia per il movimento no Tav. Il presidio è anche il risultato di una grande rete che si è creata iinsieme a loro per portare appoggio resistenza e solidarietà.

Il presidio di oggi era anche in diretta facebook  per permettere, sebbene in foma virtuale, la partecipazione a tutti e tutte.

Trasmissione pre-natalizia, aggiornamenti da Castelli e Val di Susa

Data di trasmissione

Trasmissione pre-natalizia, ospitiamo due corrispondenze dai Castelli Romani e dalla val di Susa per parlare delle evoluzioni dei progetti di devastazione dei territori che non si fermano nonostante la pandemia.

Chiudiamo con due chiacchiere sulle auto elettriche che ci stanno sempre bene.

Torino: primo maggio No Tav, scontri con il PD e la polizia

Data di trasmissione

E‘ stato un primo maggio che ha riportato al centro la lotta al Tav in Valle di Susa quello che si è vissuto a Torino in questo 2019.

Il corteo è stato caratterizzato dalla presenza dello spezzone No Tav, il più partecipato dell’intera manifestazione e blindato dalla polizia sin dalla partenza per impedire che ci fossero contestazioni al palco dei sindacati confederali in Piazza San Carlo e ai politici (in piena campagna elettorale per le regionali piemontesi) ed esponenti Si Tav presenti in piazza.

Per farlo cariche della polizia contro il Movimento No Tav in via Roma, tese ad impedire l’ingresso in piazza S. Carlo, e tensioni con il servizio d’ordine predisposto dal Pd.

Alle fine però i no Tav si sono conquistati lo spazio fisico e politico della giornata, e  attraverso la cronaca della giornata fatta sul sito No Tav.Info si dicono “felici della scelta che abbiamo fatto, e siamo ancora più consapevoli di chi sono i nostri avversari”.

 

Ne parliamo con una compagna del Movimento No tav

Torino: provocazioni e cariche, No Tav riempiono la piazza del 1 maggio

Data di trasmissione

Grande spezzone No Tav e antagonista al corteo del primo maggio di Torino: il Pd e le forze dell'ordine con servizi d'ordine, provocazioni e cariche cercano di fermarlo ma compagne e compagni riempiono la piazza costringendo il Pd e la polizia ad allontanarsi.

Continuano in questo momento, alle 12, 30, gli interventi in piazza, ne parliamo con un compagno