Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

La Mischia 25/09

Data di trasmissione

Rubrica A qualcuna piace il...Biliardo: intervista a Cristina Moscetti.
Intervista a compagno pisano dopo la brutale repressione di sabato 17/09 e la risposta della tifoseria e della squadra.
Corrispondenza con Brutium Cosenza, sulla prossima assemblea dello sport popolare (21/10) nella città calabra.
Apertura della palestra popolare del Quarticciolo, inaugurazione e attività.
Appuntamenti: festival in memoria di Valerio Marchi, prequel con la tifoseria del Clapton il 30/09 alla Sapienza, TesSerata per Atletico San Lorenzo.

Rivoluzione! La raccolta differenziata è arrivata anche qui !!!

Data di trasmissione
Durata 1h 10m 1s

E insommaImmagine rimossa. la raccolta differenziata è arrivata anche a Via Dei Volsci, anche se a Roma continuano a non esserci impianti che effettivamente riciclino, che i rifiuti vengano raccolti in maniera differenziata o no. Dopo due chiacchiere su questo ospitiamo una rapida corrispondenza da Albano per qualche aggiornamento sulla vertenza contro la discarica di Roncigliano. Seguono le nostre consuete notizie sulla gestione rigiuti in giro per l'Italia e sulla situazione delle spiagge e dell'inquinamento marittimo.

Cosenza: sgombero di un'occupazione abitativa

Data di trasmissione
Durata 6m 1s

Caos in pieno centro a Cosenza. Corso Mazzini trasformato in un campo di battaglia fin dalle prime luci dell’alba. Decine e decine di agenti della polizia e dei carabinieri in tenuta antisommossa hanno iniziato a sgomberare un edificio di via Don Minzoni che risultava occupato dal 28 aprile scorso dai passionari del comitato cittadino “PrendoCasa”.

L’operazione, come era prevedibile, ha dato origine a tensioni che hanno letteralmente paralizzato il centro città.

Gli occupanti hanno tentato di resistere allo sfratto forzato trasferendosi dall’interno dell’appartamento al tetto. La paura che qualcuno potesse decidere di compiere da quell’altezza gesti sconsiderati, ha reso necessario l’intervento sul posto anche dei mezzi dei vigili del fuoco e dell’autoambulanze, intervenute per trasferire in ospedale una donna incinta colpita da malore.

L’episodio cosentino di stamani non è isolato in Italia, ma prende le mosse dalla campagna nazionale di mobilitazione ed occupazione lanciata dalla rete ABITARE come protesta al piano casa varato dal Governo Renzi, meglio noto come Decreto Lupi.

A Roma gli scontri tra le forze dell’ordine e gli occupanti si sono trasformati in guerriglia di strada, come hanno documentato le immagine lanciate dai telegiornali nazionali.

 
 

Nelle scorse settimane a Cosenza, si sono registrati incontri e trattative che però non sono state risolutorie fino all’intervento di sfratto coatto che si sta consumando in queste ore.

La Digos ha denunciato per invasione arbitraria di immobile sei militanti più i capofamiglia occupanti mentre gli agenti che sono riusciti ad instaurare un dialogo con le quindici persone asserragliate sul tetto dello stabile di Via Don Minzoni, hanno proposto l’Hotel Bruni, come sistemazione alternativa e momentanea per le famiglie.

Un’analoga situazione si sta verificando sul Viale della Repubblica, dove era stato occupato uno stabile religioso.

Corporativismo dei presidi, tagli e privatizzazione della scuola pubblica

Data di trasmissione
Durata 52m 53s

Lo sciopero dei e delle dirigenti scolastici del 23 gennaio, analisi delle rivendicazioni e riflessioni.

La situazione relativa al Fis (Fondo di Istituto), cioè l’insieme di risorse finanziarie che arrivano alle singole scuolw annualmente per retribuire alcune attività attività.

La scandalosa iniziativa della dirigente del Liceo Fermi di Cosenza che ha varato corsi di recupero a pagamento, con tanto di convenzione con una banca per avere un mutuo che permetta alle famiglie di sostenere la spesa.

https://oradibuco.noblogs.org/

Processo Cosenza "sud ribelle": rigettato il ricorso del procuratore. E' finita!

Data di trasmissione

Non dovranno mai più comparire di fronte a un giudice i tredici compagne e compagni accusati di associazione sovversiva dopo le maifestazioni di Genova 2001. La corte di Cassazione non ha accetato il ricorso del procuraotre contro la sentenza di assoluzione in appello.

 

Una buona notizia che arriva poche settimane prima della conclusione  dell'altro processo post genovese, quello ai dieci compagne e compagni condannati in appelo per devastazione e saccheggio.

 

 

 

Cosenza: ancora un processo al sud ribelle

Data di trasmissione

Il prossimo 18 maggio si riaprirà  a Catanzaro il processo in corte di appello al Sud Ribelle.

I tredici attivisti erano stati in precedenza assolti dalla corte di assise di Cosenza perché il "fatto non sussiste" . La Procura della Repubblica di Cosenza ha ostinatamente presentato ricorso  all'assoluzione dei tredici imputati. Per il 18 è previsto un presidio davanti al tribunale.