Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Medicina di genere: cos'è e a che punto siamo?

Data di trasmissione

La medicina, fin dalle sue origini, ha avuto un’impostazione androcentrica, relegando gli interessi per la salute femminile ai soli aspetti correlati alla riproduzione. Gli studi condotti in ambito clinico e farmacologico sono sempre stati compiuti considerando quasi esclusivamente soggetti maschi e adattando poi i risultati alla donna, senza valutare che la biologia femminile, con le peculiarità anatomiche, funzionali e – soprattutto – ormonali che la caratterizzano, può influenzare, talvolta in modo determinante, lo sviluppo e la progressione delle malattie.
La Medicina di Genere si propone quindi di studiare l’impatto del genere (e di tutte le variabili che lo caratterizzano, non solo biologiche ma anche ambientali, culturali e socio-economiche) sulla fisiologia e sulla fisiopatologia, con l’obiettivo di comprendere i meccanismi attraverso i quali le differenze legate al genere agiscono sullo stato di salute e sullo sviluppo delle patologie. Ne parliamo con Anna Ruggieri, virologa, ricercatrice senior nel centro di riferimento per la Medicina di Genere dell'Istituto Superiore di Sanità.

Docenti e studenti in piazza, Bussetti al Congresso della famiglia

Data di trasmissione

Nella prima parte della trasmissione presentazione del Vademecum Scuola de Genere. Per un'educazione libera da stereotipi del tavolo Educazione di Non una di meno Bologna. Trovate l'opuscolo al seguente link:

https://scuoladegenere.noblogs.org/files/2019/02/Vademecum_scuola_NUDM…

L'opuscolo verrà presentato anche sabato mattina durante la tre giorni transfemminista organizzata da Non una di meno a Verona per contrastare l'ondata reazionaria portata dal Congresso Mondiale della famiglia organizzato da gruppi integralisti con un'ampia presenza istituzionale in particolare quella del ministro per l'istruzione, l'università e la ricerca Marco Bussetti.

A questo proposito nella seconda parte della trasmissione parliamo con la docente di pedagogia dell'ateneo veronese Chiara Sità che presenta l'appello di docenti, ricercatrici e ricercatori e personale amministrativo che critica con forza i contenuti del Congresso. Qui il testo:

http://www.dsu.univr.it/?ent=iniziativa&id=8428

Ancora su questo argomento, in chiusura di trasmissione, ci colleghiamo con due studenti del Collettivo universitario La Sirena per parlare della partecipazione studentesca alla tre giorni transfemminista.

Stupri di guerra

Data di trasmissione
In occasione del conferimento dei Nobel per la Pace 2018 a Denis Mukwege, ginecologo congolese che cura le donne che hanno subito stupri nel suo paese, e a Nadia Murad, una donna yazida che è stata ridotta in schiavitù sessuale dall’Isis e che oggi è un’attivista,  si approfondisce la tematica degli stupri di guerra con Isabella Peretti.
Peretti infatti ha scritto l’introduzione di “Stupri di guerra e violenza di genere" (Ediesse), a cura di Simona La Rocca, un volume che abbraccia con profondità storica quasi tutto il mondo evidenziando come lo stupro di guerra sia una vera e propria “strategia”: stupri di guerra, stupri etnici, stupri nelle guerre coloniali ma anche l’attualità in Nigeria, Palestina, Turchia…

 

Genere, per capirsi meglio. Presentazione del libro con Noa Delclòs Coll

Data di trasmissione

Con l'autore in studio presentiamo il libro a fumetti "Genere per capirsi meglio" e chiacchieriamo di genere, stereotipi, cis-sessismo, transfobia

cosa significa genere non binario?

cos'è il cis-sessismo?

cosa sono le lotte transfemministe?

GENERE – PER CAPIRSI MEGLIO è un
manuale semplice e chiaro, scritto e illustrato
da Noa Delclòs Coll, diciannovenne di
Barcellona, che spiega i concetti base relativi
al genere e a come si manifesta nelle nostre
vite.
Identità, espressione, corpi, discriminazioni.
Capire come nasce l’identità di genere, come
viene percepita e quali sono le conseguenze
sociali dell’attribuzione di una persona a un
genere aiuterà a comprendere meglio la
propria realtà e quella delle persone trans.

 

 

I genderARMI della scuola

Data di trasmissione
Durata 1h 18m 20s

Analisi  delle linee guida nazionali del MIUR sull'educazione al rispetto con Massimo Prearo, ricercatore presso l'università di Verona: il connubio tra l'integralismo cattolico e il pensiero della differenza.

Nella parte finale, piattaforma dello sciopero nazionale del 10 novembre: analisi e riflessioni.

Chi detta le linee (del Miur sul genere)?

Data di trasmissione
Durata 1h 6m 7s

Nella trasmissione parliamo delle Linee guida varate la scorsa settimane dal Miur "Educare al rispetto: per la parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le forme di discriminazione", un testo molto pericoloso spacciato come progressista:
http://www.miur.gov.it/documents/20182/0/Linee+guida+Comma16+finale.pdf…

Nella seconda parte parliamo dei finanziamenti statali alle scuole paritarie.

Che genere di storia? - Non una insegnante di meno

Data di trasmissione
Durata 1h 20m 6s

Abbiamo parlato con Elisabetta Serafini, dottoranda dell’Università di Tor Vergata, del genere di Storia che si racconta nei manuali di scuola primaria e secondaria di primo grado.

http://www.societadellestoriche.it/

Nella seconda parte corrispondenza con un* compagn* del Sommovimento nazioanale sulla la storia di un’insegnante precaria messa alla gogna in quanto una sua foto sarebbe presente su un sito hard sotto uno pseudonimo che contiene la parola “trans”.

https://sommovimentonazioanale.noblogs.org/post/2017/04/16/non-una-inse…

La lotta delle donne in Polonia

Data di trasmissione

Parliamo con una donna polacca del movimento che ha animato la Polonia in questi ultimi mesi. Ragioniamo su come è nata la lotta per i diritti e per la difesa del diritto all'aborto, quali sono i canali dove si snodano le lotte. 

 

Per contatti visita scrivi a klemczer@op.pl oppure visita il portale strajkkobiet.eu

 

 

La teoria del gender non esiste! 3

Data di trasmissione

A colloquio con Sara Garbagnoli, dottoranda in studi di genere presso l'Ecole des hautes études en sciences sociales di Parigi e autrice di alcuni articoli sulla genesi, il funzionamento e gli obiettivi politici del dispositivo retorico reazionario costruito dal Vaticano attorno al sintagma "ideologia del genere". Tra gli altri, trovate online (previa registrazione sul sito della rivista): " 'L'ideologia del genere': l'irresistibile ascesa di un'invenzione retorica vaticana contro la denaturalizzazione dell'ordine sessuale" in AG About Gender. Rivista internazionale di studi di genere, Vol 3, N° 6 (2014), pp.250-263.