Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !Ascolta lo Straming di ROR !Ascolta lo stream MP3

Chi mangia i bambini? Politiche di esclusione nelle amministrazioni leghiste

Data di trasmissione
1 mese ago

La trasmissione si occupa dei casi di discriminazione per via amministrativa agita da amministrazioni a guida leghista volte a togliere alle persone migranti i servizi collegati al diritto allo studio: scuolabus, mense, buoni libro e anche, a Monfalcone, a limitarne la presenza nelle classi.

Oltre a Monfalcone, si parla della Regione Veneto e di Lodi con una corrispondenza con una esponente del Coordinamento uguali doveri.

Tappabuchi

Data di trasmissione
5 mesi 2 settimane ago

Intervento di una lavoratrice della scuola sull'imminente licenziamento di circa 60.000 maestre e maestri in seguito ad una sentenza del Consiglio di Stato dello scorso novembre.
Corrispondenza con un compagno di Campagne in Lotta da S. Ferdinando in merito alla situazione ed alle mobilitazioni dei braccianti dopo l'assassinio di Soumayla avvenuto domenica scorsa.

 

Rosarno: la verità sull'omicidio di Sakine Traore ucciso ieri da un carabiniere

Questa mattina manifestazione di circa 300 migranti della tendopoli di San Ferdinando per chiedere che venga ascoltata la loro versione in merito all'omicidio di Sakine Traore, un ragazzo di 27 anni proveniente dal Mali, colpito a morte da un carabiniere.

Il racconto di una compagna di Acad (Associazione contro gli abusi in divisa) di Lamezia Terme

Durata 1m 47s

Mobilitazione dei braccianti a Foggia

  
p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }

Corrispondenza con una compagna della rete Campagne in lotta in diretta dal presidio sotto la Prefettura di Foggia: da questa mattina i braccianti immigrati, sostenuti appunto dalla rete Campagne in lotta, sono in mobilitazione per contestare le dure condizioni in cui sono costretti a vivere e lavorare.

 

Per aggiornamenti: http://campagneinlotta.org/

Proteste e repressione nel CIE di Ponte Galeria: corrispondenza con una persona reclusa

Data di trasmissione
3 anni 5 mesi ago

Corrispondenza registrata nella serata del 2 giugno con un recluso del CIE di Ponte Galeria.
L'audio racconta che nella sezione maschile, ieri, è iniziato uno sciopero della fame contro la detenzione e per sostenere collettivamente un recluso che non riceve adeguate cure mediche. La protesta si è allargata e la celere è entrata nelle celle, scagliandosi su alcuni.

Nella prima parte della corrispondenza la persona reclusa racconta il CIE, poi il suo vissuto e in conclusione la protesta di ieri.

La lotta delle lavoratrici della logistica di Mr Job a Bologna. Processi di autorganizzazione nelle campagne

Data di trasmissione
3 anni 5 mesi ago

Secondo incontro con la rete Campagne in lottaper parlare delle situazioni di sfruttamento nelle campagne di lavoratrici e lavoratori, spesso provenienti da altre zone del mondo e dei processi di autorganizzazione.

 

Nella seconda parte della trasmissione si parla della lotta delle facchine della Mr Job, all'Interporto di Bologna, che autorganizzate con il SI Cobas stanno ottenendo sostanziali miglioramenti della loro situazione lavorativa.

La lotta paga!

 

 

Campagna in lotta: rompere l'isolamento di lavoratrici e lavoratori immigrati

Data di trasmissione
3 anni 6 mesi ago

p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }a:link { }

Approfondimento con le compagne di "Campagna in Lotta" , una rete che tenta di rompere l'isolamento delle lavoratrici e dei braccianti migranti.

Da Foggia al Piemonte, passando per la Basilicata a Rosarno un excursus dello sfuttamento sessuale nelle campagne italiane, rompere l’isolamento dei lavoratori e delle lavoratrici immigrati, attraverso pratiche ed azioni che possano produrre consapevolezza ed una conseguente autorganizzazione di percorsi di lotta.

 

CIE di Ponte Galeria: testimonianza riguardo la caduta di un recluso dal tetto

Domenica 21 settembre, un gruppo di 4 ragazzi, prigionieri nel CIE di Ponte Galeria, tenta la fuga passando dal tetto. Uno di loro cade e resta al suolo per 30 minuti. Un recluso racconta l'accaduto, parlando della responsabilità delle forze dell'ordine.