Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Radio Africa: Ruanda Tunisia Sudan

Data di trasmissione

Ruanda: Theoneste Bagosora,responsabile del genocidio del Ruanda, è morto in ospedale in Mali all'età di 80 anni.
L’ex colonnello era stato una figura di spicco dell’esercito durante le atrocità del 1994. Condannato a 35 anni per crimini contro l’umanità, stava scontando la sua pena in un carcere del Paese africano.
La Corte di Giustizia di Kigali ha condannato il dissidente Paul Rusesabagina a 25 anni di prigione per atti di terrorismo e tentativi di destabilizzare il Ruanda attraverso il gruppo armato FLN (Forze di Liberazione Nazionale) associato al gruppo  Forze Democratiche di Liberazione del Ruanda (FDLR) autrici del genocidio del 1994.

Tunisia: Il presidente Kais Saied  ha annunciato la nomina di Nejla Bouden Romdhane a capo del governo. E’ la prima volta che una donna riceve l’incarico di capo del governo nella storia del Paese. La Romdhane ha ora la responsabilità  della formazione del governo.

Sudan: sventato colpo di Stato guidato da ex del regime di Bashir.

Ruanda, a 27 anni dal genocidio

Data di trasmissione

Il 7 aprile scorso, come ogni anno, si è celebrata la giornata della memoria in onore delle vittime del genocidio dei Tutsi. Correva infatti il 7 aprile 1994 quando, il giorno successivo all'attentato che aveva abbattuto l'aereo che trasportava l'allora presidente Juvénal Habyarimana, ebbe inizio un genocidio ampiamente pianificato che avrebbe provocato, nei cento giorni successivi, circa un milione di vittime.

Con Leonie, sopravvissuta al genocidio e attivista dell'associazione Kwibuka, ricordiamo quanto successo 27 anni fa, il silenzio della comunità internazionale, la complicità della Francia, le responsabilità della dominazione coloniale belga e la possibilità di un nuovo futuro per la comunità ruandese