Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

USA: aggiornamenti dalle proteste per la morte di George Floyd

Data di trasmissione

Con Bruno e Massimo parliamo degli aggiornamenti rispetto alle proteste negli Stati Uniti per l'assassinio di George Floyd lo scorso 25 maggio ad opera dell'agente di polizia Chauvin. Parliamo dell'attuale situazione nelle piazze, le politiche di Trump e la situazione di politica interna rispetto alle polizie locali e agli esponenti del Partito Democratico.

Cile: Aggiornamenti dalle proteste

Data di trasmissione

Abbiamo intervistato in collegamento telefonico un compagno in Cile che ci ha raccontato le proteste esplose in questi giorni a seguito dell'aumento del prezzo dei mezzi pubblici di 30 pesos. 30 pesos come 30 anni dalla dittatura mai risolta di Pinochet. La protesta all'inizio portata avanti da un gruppo di giovani delle scuole di Santiago è presto divampata in tutto il paese e chiede molto più che venga abbassato il prezzo del biglietto.

 

Le proteste in Iran viste da Patrizia Fiocchetti

Data di trasmissione

Parliamo di Iran con la scrittrice e attivista Patrizia Fiocchetti. Da dove sono nate le proteste che dal dicembre dello scorso anno infiammano ancora la Repubblica Islamica. Richieste economiche e diritti civili alla base delle numerose manifestazioni. La popolazione, non ha infatti avuto alcun beneficio dalla fine dell'embargo e dagli accordi con USA e Europa. Ad arricchirsi la solita clerocrazia e i magnati delle armi, visti i  differenti fronti di guerra che l'Iran tiene aperti. Una richiesta di cambiamento che viene soprattutto dalle donne.  

Continuano le proteste in Russia: scontri in piazza e arresti

Continuano le proteste in Russia: sit-in che sono sfociati in scontri di piazza. Forte la presenza di giovani precari e studenti che si mobilitano anche sui social-network.

Si protesta contro la corruzione del sistema politico russo. Tra gli arrestati anche l'attivista Ildar Dadin.

 

Ne parliamo con Giancarlo Castelli, giornalista freelance.

Cosa succede in Russia?

Data di trasmissione

Domenica 26 marzo migliaia di persone hanno manifestato nelle principali città della Russia per protestare contro Vladimir Putin e gli alti livelli di corruzione nel paese, accusando in primis il primo ministro russo Dimitri Medvedev. Tantissimi i fermi, principalmente nella capitale moscovita, che oscillano tra i 900 e gli oltre mille.

Tra gli arrestati c'è il blogger anti-Putin Navalny, una sorta di "Grillo in salsa russa", come ce lo descrive il nostro corrispondente.