Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Campagne in lotta: un'analisi della macchina repressiva

Data di trasmissione

Una chiacchierata con le compagne della rete Campagne in Lotta, per fare il punto su lotte e repressione a partire dalle esperienze di chi vive e lavora nei distretti dell'agroindustria italiana e di chi le sostiene, ma provando ad allargare lo sguardo. Per capire come organizzarsi contro tutte le frontiere, al di là dei confini.  

Sul CPR di Torino in vista del corteo contro espulsioni, frontiere e sgomberi

Data di trasmissione

Con chi lotta contro i CPR a Torino raccontiamo la situazione e le novità che riguardano il centro di espulsione di Corso Brunelleschi.
Per aggiornarsi continuamente è possibile consultare il blog nocprtorino.noblogs.org.
Per sabato 6 novembre a Torino è previsto un corteo contro espulsioni, sgomberi e frontiere anche alla luce delle recenti mosse repressive avvenute in frontiera.

Emilio: accolta la richiesta di estradizione verso la Francia

Data di trasmissione

La Corte d’Appello di Torino ha accolto la richiesta di estradizione avanzata dalla Francia per il compagno valsusino Emilio. L’accusa è di violenza aggravata e oltraggio a pubblico ufficiale per una manifestazione avvenuta durante il campeggio “sconfiniamo la frontiera” di maggio 2021, azione in risposta allo sgombero del Rifugio Autogestito ChezJesoulx. Una manifestazione quasi subito attaccata con lacrimogeni e bombe stordenti dai gendarmi francesi che si sono accaniti particolarmente contro Emilio che è ora sotto accusa per essere ribellato e difeso. Con lui commentiamo anche la condanna a Mimmo Lucano che spesso ha attraversato la Val di Susa.

Processo alla solidarietà: il siema penale al servizo delle frontiere. Come viene costruita l'accusa di traffico di esseri umani?

Data di trasmissione

Con la Clinica Legale Immigrazione dell'Università di Roma Tre raccontiamo le lunghe vicende giudiziarie che riguardano 4 persone di origine eritrea, colpevoli di aver aiutato delle persone migranti ad attraversare il paese.
Come viene costruita l'accusa di traffico di esseri umani? su quali basi si costruisce il reato associativo? cos'è il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e perché colpisce la solidarietà?

Il corpo-confine.Tecnologie biometriche e controllo delle frontiere.

Data di trasmissione

I confini europei si sono trasformati da tempo ormai in confini digitali: raccolta e analisi di impronte digitali, immagini facciali, lettura dell’iride, movimenti del corpo. Molteplici le applicazioni finanziate dall’UE per aumentare l’efficacia dei controlli ai confini esterni. E in questo processo la tecnologia non è ovviamente neutra – e non lo è mai – quanto piuttosto uno strumento attraverso cui i corpi delle persone vengono posti al centro di pratiche di sorveglianza e identificazione attraverso la proliferazione di tecnologie biometriche.In questo senso i confini biometrici sono luoghi di lotta politica. La conseguente depoliticizzazione del controllo dei confini derivante dall’utilizzo delle tecnologie digitali - la rappresentazione cioè del controllo delle frontiere come mero problema tecnico che può essere risolto attraverso tecniche innovative di controllo e sorveglianza - porta alla depoliticizzazione delle pratiche e degli effetti prodotti. L’attuale dibattito sul tema è in gran parte limitato a un approccio tecnologicamente deterministico che riduce l'attenzione a un mero problema di privacy e di uso improprio dei dati, tenendo fuori dal quadro nodi fondamentali e ricadute politiche sulla pelle delle persone. Ne parliamo questa mattina con Andrea De Georgio, giornalista freelance.