Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Coordinamento Regionale Sanità

Data di trasmissione

Nella trasmissione odierna si è parlato di farmaci monoclonali e cure per il covid a cura del comitato salute e ambiente ASL RM5.

Intervento di una compagna delle Fem.In cosentine sulle lotte per la salute in Calabria

Intervento di un compagno dell'assemblea che sta promuovendo il percorso "Scuola Zona Rossa" sull'iniziativa davanti all'USR dello scorso lunedì 19 aprile

Considerazioni e accenni su case farmaceutiche e costi dei farmaci (e vaccini) cioè la salute alla mercè del profitto

Coordinamento Regionale Sanità

Data di trasmissione

- Corrispondenza Rete “non sta andando tutto bene”, Brescia. Presidio del 10 Aprile all’ HUB di via Morelli, Brescia, nell’ambito della campagna “Nessun profitto sulla pandemia” (DIrittoAllaCura)

- Corrispondenza con la Calabria, femin cosentine in lotta, mobilitazioni nella direzione dell azienda ospedaliera di Cosenza

- Intervento su Villa Tiburtina, valutazione iniziativa del 7 aprile, prossimi passaggi della campagna

- corrispondenza con la comunità educante centocelle, nuova iniziativa di piazza lunedì 19 aprile davanti l’Ufficio Scolastico provinciale.

Presidio al Ministero della Salute

Data di trasmissione

Presidio questa mattina di fronte al ministero della salute per denunciare lo stato drammatico della sanità in Calabria. Di seguito il comunicato che indice la manifestazione.

Continuano ad essere preoccupanti le notizie che arrivano dalla Calabria. Nonostante il numero di contagi sia ristretto rispetto ad altri territori del paese, le difficoltà di curare i malati di Covid ma anche i malati in generale, aumentano. Undici anni di commissariamento della sanità pubblica in Calabria hanno lasciato delle conseguenze pesantissime e nonostante i proclami, dopo un anno e mezzo dalla scoppio della pandemia, niente è cambiato. La soluzione è semplice: smettere di dare in mano ai privati la gestione della sanità pubblica, riaprire gli ospedali che sono stati chiusi e sbloccare il turn over assumendo medici e infermieri.

Chiamiamo tutti gli studenti e le studentesse, i lavoratori e le lavoratrici fuori sede ad unirsi a noi in un presidio difronte al Ministero della Salute per supportare le mobilitazioni che si svolgeranno in Calabria. Questo appello arriva dai nostri genitori, dai nostri fratelli e sorelle, dai nostri nonni e dalle nostre nonne, dai nostri amici e dalle nostre amiche perché nessuno/a sia più costretto, come abbiamo fatto noi, ad emigrare perché non abbiamo scelta; perché nessuno/a sia più messo/a nella condizione di ospitare i propri parenti per curarsi nelle strutture ospedaliere già sature del Lazio; perché nessuno sia più costretto/a ad affrontare il calvario della malattia a centinaia di chilometri dalla propria abitazione; perchè nessuno sia più costretto ad essere un cittadino di serie b in questo paese.

Chiediamo che il Ministro della Salute, Roberto Speranza, prenda immediatamente provvedimenti in merito e che le soluzioni siano strutturali, che possano essere apripista per una risoluzione complessiva del problema sanitario non solo in Calabria ma in tutta Italia.

Non c’è più tempo, in Calabria si muore.

Coordinamento Regionale Sanità

Data di trasmissione

Corrispondenza dalla Calabria sulle lotte nei territori dall'ospedale di Cariati a tutta la regione.

Collegamento con Torino con il collettivo che ha lanciato la campagna per la riapertura dell'ospedale Maria Adelaide

Aggiornamento della lotta del Comitato Romano AEC in occasione del volantinaggio di solidarietà con le lavoratrici AEC sospese dalla scuola Rodari per aver partecipato ad una assemblea sindacale. 

Ultima corrispondenza con "uniti per la sanità pubblica - Coordinamento Velletri" per aggiornamenti e lanciare il presidio volantinaggio di sabato 12 dicembre a Velletri, ore 10:30 Piazza Cairoli

Conclusione con la rubrica "cronache in corsia", interviste agli operatori sanitari.

Coordinamento Cittadino Sanità

Data di trasmissione

corrispondenza da Cariati (Cosenza)
occupazione dell'ospedale

corrispondenza da Femin Cosenza
lotte per la sanità pubblica

presidio sabato 28 novembre ore 12 ospedale belcolle viterbo
corrispondenza sull'iniziativa

Occupazione del forlanini del 20 novembre

Riapriamo Villa Tiburtina
Lancio campagna raccolta firme
interviste
Iniziative

Corrispondenza da Genova Ospedale Galiera
Condizioni di lavoro
Mobilitazioni

Accreditamento Sanità Privata Lazio
Approfondimento
Aumento soldi pubblici alla sanità privata

Cosa succede in Calabria?

Data di trasmissione

Con un compagno di Radio Ciroma facciamo il punto sulla situazione in Calabria partendo dal febbrille susseguirsi dei vari commissari nominati in questi giorni per allargare il quadro alle contraddizioni del sistema sanitario calabrese pre-esistenti al Covid. Perché una regione con un numero bassissimo di morti e contagiati sia finita fra le zone rosse stabilite dal governo per limitare la diffusione della pandemia da coronavirus?

San Ferdinando - Continua la lotta autorganizzata di chi vive in tendopoli contro segregazione, sfruttamento e razzismo

Data di trasmissione
Durata 21m 20s

Nella mattina di venerdì un gruppo di lavoratori delle campagne è andato a far visita al sindaco di San Ferdinando per pretendere soluzioni immediate invece di violenze e repressione.
Durante l'incontro il sindaco ha preferito imporre la mediazione della CGIL, piuttosto che dare ascolto alle persone che vivono sulla propria pelle la segregazione in un campo di stato fatto di tende, con l'impossibilità di accedere all'acqua potabile, riunirsi liberamente in assemblea, cucinarsi autonomamente un pasto, scegliere quando uscire o quando rientrare. Tutto questo avviene tra i continui abusi sul rilascio delle residenze e in un clima di violenze razziste nelle strade e incursioni della polizia nel campo.

Il sindacato è stato costretto a lasciare gli uffici del comune perché i lavoratori hanno scelto di non delegare a nessuno le loro rivendicazioni.

La corrispondenza con un compagno che vive nella tendopoli si apre con un saluto solidale nei confronti dei lavoratori colpiti dalla repressione a Saluzzo.

San Ferdinando (RC): rabbia e rivolte dei braccianti dopo l’omicidio di Soumaila Sacko, lavoratore-migrante

Data di trasmissione

In diretta dal Municipio di San Ferdinando con un compagno di lavoro di Soumaila Sacko.

Sacko è stato ucciso da una fucilata sparata da diversi metri di distanza mentre stava prendendo delle lamiere.

Per un ulteriore approfondimento, ascolta qui una corrispondenza con un compagno di Campagne in Lotta da S. Ferdinando.